Dicembre 5, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Sceneggiatura CCTV 31/10/22

– Questo è il testo del notiziario finanziario della CNBC per la CCTV cinese del 31 ottobre 2022.

Con l’aumento del costo della vita, stiamo assistendo a un fenomeno chiamato ‘riduzione dei consumi’ in Europa. È stato osservato che i consumatori in Europa hanno rapidamente ridotto i loro piani per fare grandi acquisti e hanno ridotto le spese per l’intrattenimento e il tempo libero.

In Europa, la percentuale di coloro che non si aspettano di fare grandi acquisti è molto più alta di quella che si aspettano di fare. I dati mostrano che la disponibilità a spendere per auto e case, è scesa al livello più basso degli ultimi due decenni, ad eccezione dei primi mesi di Covid 19.

Poiché i consumatori europei stringono i portafogli, la prima spesa da tagliare riguarda le attività ricreative e di intrattenimento come andare al cinema. A settembre e ottobre, i ricavi al botteghino in cinque paesi europei sono diminuiti del 59% rispetto al 2019.

A causa dei prezzi più elevati, i consumatori spendono di più ma acquistano meno beni. Questo grafico mostra l’andamento degli acquisti dei consumatori nell’Unione Europea in termini di valore e quantità. C’è un divario crescente tra i due. La spesa dei consumatori nell’Unione Europea è aumentata del 9% ad agosto, ma il numero di beni acquistati è diminuito dell’1%.

Alan Job, CEO di Unilever

“E in Europa, abbiamo avuto un calo significativo della fiducia dei consumatori in Europa”.

Il direttore finanziario della società di beni di consumo Unilever ha affermato che i bisogni primari dei consumatori europei occupano una quota maggiore dei portafogli – cose come servizi pubblici, trasporti e cibo – e c’è una tendenza a ridurre i beni discrezionali non alimentari.

READ  Sonam Kapoor, Anand Ahuja si godono la giornata dei bambini in Italia, un pasto delizioso alla volta

Infatti, anche il consumo di energia, che rientra nella categoria dei bisogni primari, è diminuito. I consumatori reagiscono all’aumento dei costi energetici utilizzando meno carburante. Secondo un’analisi di Barclays, il consumo di gas in Germania, Francia e Italia è stato di circa il 15% inferiore alla media 2017-2021 nella settimana dal 16 al 22 ottobre.

Secondo Mark Kos Babek, economista europeo di Barclays, il calo è probabilmente il risultato degli sforzi dei governi europei per ridurre i consumi, nonché della distruzione della domanda causata dai prezzi elevati e dalle recenti temperature elevate.

Con la pressione sui redditi reali delle famiglie, i consumatori stanno stringendo la cinghia nel tentativo di risparmiare denaro e rinunciare ad alcune spese per assicurarsi di avere abbastanza soldi per il riscaldamento e altre spese di base questo inverno, secondo Melanie Debono, capo economista per l’Europa presso Pantheon Macroeconomics.

Sebbene le economie di Germania, Francia e Spagna abbiano continuato a crescere nel terzo trimestre dell’anno, la crescita della Francia è stata trainata dagli investimenti ei consumi delle famiglie hanno ristagnato. La spesa per consumi della Spagna è ancora di oltre il 5% al ​​di sotto del livello pre-pandemia. Thomas Dvorak, economista di Oxford Economics, ritiene che gli indicatori temporali indichino un forte rallentamento dell’economia dell’eurozona e ha avvertito che “il blocco scivolerà in recessione durante l’inverno”.