Maggio 19, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Sanità: Torrent e JB Chemicals nella gara finale per la curatio sanitaria

Torrent Pharmaceuticals e JB Chemicals, controllate da KKR, sono tra gli ultimi contendenti ad acquisire Curatio Healthcare a Chennai per circa Rs 2.500 crore in quella che potrebbe essere la ricerca di accordi di fusione e acquisizione nel settore farmaceutico aerospaziale e delle scienze della vita.

I laboratori del dottor Reddy avrebbero dovuto anche partecipare al penultimo round di offerte, hanno detto a ET persone con conoscenza diretta della questione. L’accordo vedrà l’uscita di investitori esistenti come ChrysCapital e Sequoia Capital. I promotori dovevano rimanere con una quota di minoranza.

Attualmente, il fondo di venture capital Sequoia possiede circa il 33,3% di Curatio Healthcare e ChrysCap ne possiede circa il 20%. I promotori, incluso GK Ramani, e la direzione possiedono il resto. I portavoce di ChrysCapital, il dottor Reddy e JB Chemicals hanno rifiutato di commentare, mentre le e-mail inviate a Torrent e Sequoia non hanno ricevuto risposta prima della pubblicazione di domenica. Edelweiss e Mape Advisory sono state incaricate di eseguire il processo formale di ricerca di un acquirente.

Mezza dozzina di importanti case farmaceutiche – Aurobindo, Biocon, Dr Reddy, JB Chemicals, Torrent Pharma e Zydus Healthcare – sono state scelte nel secondo round per acquisire Curatio Healthcare, ha riferito ET il 7 marzo. Altri destinatari includono PE Advent International, Apax Partners e fondi di equity buyout di Warburg Pincus.

Nel 2018, ChrysCap ha acquisito una partecipazione di minoranza in Fulcrum Venture India con un accordo del valore di ₹ 130 crore. Sequoia ha investito circa Rs 100 crore in Curatio Healthcare nel 2014.

Curatio Healthcare opera con una rete di oltre 700 distributori, raggiungendo più di 6000 medici in tutta l’India, con particolare attenzione a dermatologi, pediatri e ginecologi, secondo la dichiarazione dell’azienda. Il suo marchio più grande è il sapone per bambini Tedibar. Il mercato dei prodotti per la cura della pelle in India è stato valutato a ₹ 13.000 crore nel 2020 e sta crescendo a un tasso annuo composto dell’11%.

READ  Salute dei bambini durante una pandemia

Si prevede che la società riporterà un fatturato di Rs 240 crore per il periodo 2021-2022, con un EBITDA di Rs 75 crore. Una persona ha detto che ha una previsione di entrate di Rs 350 crore e un EBITDA di Rs 100 crore per l’anno finanziario in corso. Curatio Healthcare è stata fondata nel 2005 da un team di ex CEO di US Remedies, tra cui K Ramanathan e Ramani, dopo la fusione della loro azienda con Dr Reddy Labs nel 1999. Nel 2005, l’investitore angelo Fulcrum (sotto il co-fondatore – Krishna Ramanathan) e Ramani detenere una quota del 70%.

Torrent Pharma ha una storia di acquisizioni significative nell’industria farmaceutica indiana. Nel 2017, Torrent ha acquisito il marchio nazionale Unichem per circa Rs 3.600 crore, la più grande acquisizione da parte sua in India.

Il suo precedente più grande accordo è stato l’acquisto del business delle formulazioni domestiche di Elder Pharma per Rs 2.004 crore nel 2014. Nel 2015, Zyg Pharma è stata acquisita da Torrent, un produttore di formulazioni dermatologiche e parte del gruppo Encore. Nel 2017, Torrent ha acquisito Regestrone e Pregachieve – marchi del segmento della salute femminile da Novartis AG per Rs 400 crore.

Nel 2020, i promotori di JB Chemicals, la famiglia Mody, hanno venduto una partecipazione del 54% in JB Chemicals & Pharmaceuticals a KKR per Rs 3.100 crore. Dopo l’accordo, JB Chemicals ha cercato di acquisire l’industria farmaceutica locale.

A gennaio, JB Chemicals ha acquisito i marchi Sanzyme con sede a Hyderabad per Rs 628 crore, segnando il suo ingresso nel mercato dei probiotici, dei nutrienti terapeutici e della salute riproduttiva.

READ  Public Health Ontario si rifiuta di posticipare per qualche tempo l'abbandono delle mascherine scolastiche

“Sebbene il capitale rimanga prontamente disponibile per la maggior parte dei settori farmaceutico e delle scienze della vita, la necessità di piani di creazione di valore chiaramente definiti e realizzabili in un ambiente in cui le aspettative dei venditori di prezzi più elevati sono più importanti che mai per generare rendimenti per gli azionisti”, ha affermato PwC in un rapporto pubblicato a gennaio Gennaio Il mutevole panorama normativo, il potenziale di riforma fiscale negli Stati Uniti e nel mondo e l’attenzione costante all’accessibilità dei farmaci rimarranno questioni che l’industria dovrà considerare quando implementerà gli accordi nel 2022 e oltre.

Il settore farmaceutico indiano ha registrato affari per un valore di 2,2 miliardi di dollari nel 2021 rispetto ai 2,9 miliardi di dollari del 2020.