Novembre 30, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Sanità: Policlinico, Epad, personale infermieristico… Cosa offrono Marine Le Pen ed Emmanuel Macron?

pubblicato in

A sei giorni dal secondo round, Medi-Libre approfondisce il tema della salute nelle sfilate di Emmanuel Macron e Marine Le Pen.

Con l’esplosione della crisi sanitaria nel 2020, la componente sanitaria dei candidati alla presidenza è diventata una delle questioni scottanti con l’avvicinarsi del secondo round. Un ritorno non esaustivo alle idee principali sostenute da Emmanuel Macron e Marine Le Pen.

Cosa suggerisce Emmanuel Macron?

  • “Rendere l’ospedale più umano” – Così il candidato alla presidenza definisce uno dei suoi piani di riforma sanitaria. Vuole restaurare l’ospedale pubblico alleggerendo l’onere amministrativo per i “carer”. Questa riduzione dei costi dovrebbe essere accompagnata da una “maggiore responsabilità” del settore medico ausiliario (farmacisti, ostetriche, ecc.) e da un maggior posto ai medici nella gestione ospedaliera.
  • Puntare sulla prevenzione – Emmanuel Macron prevede di migliorare le misure sanitarie preventive attraverso diversi progetti:
    • Rileva rapidamente le lacune di sviluppo nei bambini e la loro nomina a un medico curante;
    • Ottieni gratuitamente un controllo completo dello stato di salute a 25, 45 e 60;
    • Consenti supporto personalizzato per i pazienti con malattie croniche;
    • Piani di rilevamento e prevenzione Per quanto riguarda la salute mentale, nel suo programma sono menzionati anche l’infertilità e l’anemia falciforme.
  • Combattere i deserti medici Il candidato LREM intende mettere in luce lo sviluppo del teleconsulto e consentire “i tempi nei tempi previsti nelle aree meno talentuose”.
  • Rinnovare il settore dell’assistenza agli anziani – Il presidente uscente, che prevede di aumentare il numero del personale infermieristico presso l’ospedale generale, spera di assumere “altri 50.000 infermieri e assistenti infermieristici nelle case di cura entro il 2027”. A ciò si aggiunge l’introduzione della “convivenza con gli anziani per due ore alla settimana”.
READ  Karen Lacombe: "Il dibattito sulla salute nella campagna presidenziale è completamente bloccato"

Quali sono le proposte di Marine Le Pen?

  • Sostituto del Medicaid governativo (AME) – Questa è probabilmente una delle misure, se non la principale, del suo programma sanitario. La candidata di RN prevede di riformare l’AME, che vede come un “motivo per l’immigrazione illegale” e “una boccata d’aria fresca”. Vorrebbe quindi trasformare AME in un dispositivo che non conta più il libero accesso a tutti i tipi di cure ma solo le “cure urgenti” per gli adulti “come avviene in tutti i paesi dell’UE”.
  • Eliminazione delle Agenzie Sanitarie Regionali (ARS) – Il candidato del Fronte nazionale ha spiegato che “è urgente spezzare il vizio burocratico e togliere le catene amministrative”. Gli ospedali saranno quindi nuovamente affidati ai governatori regionali “attraverso le direzioni regionali della sanità e degli affari sociali”.
  • Aumenta il numero dei caregiver in ospedale – Come Emmanuel Macron, Marine Le Pen intende nominare uno staff medico per l’ospedale. “10.000 posti in più” intende essere aperto. Prevede inoltre di aumentare gli stipendi degli infermieri del 10%.
  • Combattere i deserti medici Questo è anche uno degli interessi di Marine Le Pen. Questo si traduce in “forti incentivi finanziari” nel suo programma. Intende adeguare lo stipendio del praticante in base al “luogo di installazione”. Ciò significa che alcuni possono ottenere uno stipendio più alto a seconda delle aree in cui lavorano.