Ottobre 6, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Salvini brucia una base nel feudo settentrionale – EURACTIV.com

Il leader italiano anti-immigrazione Matteo Salvini, dietro a Giorgia Meloni di estrema destra nei sondaggi in vista delle elezioni generali della prossima settimana, domenica (18 settembre) ha cercato di sostenere la sua base di estrema destra, populista ed euroscettico.

“Questa è l’Italia, piena di speranza e sogni e che guarda al futuro”, ha detto Salvini alla folla nella città settentrionale di Pontida, che da tre decenni è sede del raduno annuale di massa dell’estrema destra.

Domenica è stata inondata di bandiere che rappresentano le province italiane e stendardi del Sindacato Generale dei Lavoratori (UGL), fondato nel 1996 dalle ceneri del sindacato neofascista CISNAL.

La Lega di Salvini ha detto che si erano presentate 100.000 persone, molte accorse per ascoltare “Il Capitano”, bere birra e acquistare magliette con il nome di Salvini e lo slogan “Prima gli italiani”.

La Lega ha seguito i post-fascisti Brothers of Italy (FDI) di Meloni, con un sondaggio del 12% rispetto ai 24 di FDI.

L’immigrazione è meno preoccupante per gli italiani dell’inflazione, che sta comprimendo salari già stagnanti, suggeriscono i sondaggi.

Salvini ha elogiato l’esito delle elezioni generali svedesi, dove gli elettori “hanno mandato i bagagli di sinistra” e hanno formato una coalizione di partiti di destra e di estrema destra.

Ha riconosciuto il rifiuto degli americani dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il suo slogan “America First” a favore del democratico Joe Biden. “Questa è democrazia”, ​​ha detto.

Le prime sei priorità della Lega sono frenare l’aumento dei prezzi dell’energia e promuovere l’energia nucleare, conferire alle regioni maggiori poteri decisionali, riforme fiscali e legali, garantire il pensionamento dopo 41 anni di servizio e fermare le imbarcazioni di migranti che sbarcano sulle coste italiane.

READ  Un'isola italiana paradisiaca e non turistica con ottimo cibo e fantastici sentieri escursionistici

Ha proposto di abrogare il canone televisivo, ha difeso il diritto delle donne all’aborto ei “valori tradizionali” relativi al genere e alla famiglia.

Un leone che entra nell’arena

Lega, FDI e Forza Italia dell’ex presidente Silvio Berlusconi formano una coalizione considerata la favorita per il voto del 25 settembre.

L’attuale quota di voti stimata della lega del 12% rappresenterebbe un calo significativo rispetto alle sue prestazioni nel 2018 e nel 2019.

L’attivista leghista Anna Valdotta, 67 anni, ha detto all’Afp che alcuni sostenitori non hanno perdonato Salvini e se ne sono andati, ma sono rimasti fedeli all’uomo che ha paragonato a “un leone che entra nell’arena”.

Stefano, postino di 27 anni, ha elogiato la leadership di Meloni e ha affermato di aver ottenuto più voti di quanti ne abbia persi Salvini.

La Lega ha minimizzato le aspirazioni separatiste per la Lombardia e si è concentrata su quella che ha definito un’Ue dominata da Germania e Francia che “dichiarerebbe guerra ai contadini e ai pescatori italiani”.

Il Partito Democratico (PD) di principale sinistra ha tenuto una manifestazione nella vicina Monza, dove il suo leader Enrico Letta ha criticato i legami della destra italiana con il primo ministro populista ungherese Viktor Orbán.

Il PD dovrebbe arrivare secondo con il 21% dei voti e pochi consensi a sinistra e di centro.