Agosto 6, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Salute mentale: bipolarismo per uscire dall’ombra in Marocco…

Descrivere la malattia è ciò che Maria El-Kissi, autrice di My Life, Mysterious Clarity e a cui è stato diagnosticato un disturbo bipolare, voleva diversi anni fa. La sua sfida è aumentare la consapevolezza sulla malattia per rendere la vita più facile ai pazienti. Perché l’accoglienza della famiglia e dei compagni è molto importante. In Marocco il tabù è ancora presente. La tavola rotonda del 30 giugno ha riunito il prof. Idriss Moussaoui e la prof.ssa Nadia Kadri, nonché Bouchra Benazza, la Fondazione per l’arteterapia dell’ospedale Ibn Roch di Casablanca. Così è diventata la testimonianza originale di Mariah per aggiungere informazioni sulla patologia che genereranno una discussione molto ricca in sala. La necessità di sensibilizzare è un dato di fatto.

i dettagli.

Maria Casey ha avuto il coraggio di farlo. È bipolare, ma oggi l’autrice di My Life, Mysterious Clarity vive normalmente e intende destigmatizzare un argomento che in Marocco rimane tabù. La tavola rotonda sul tema è stata organizzata il 30 giugno. Ha riunito due specialisti in psichiatria e fondatore dell’arteterapia presso l’ospedale Ibn Rushd di Casablanca. Il Prof. Idris Mousavi e la Prof.ssa Nadia Kadri sono venuti a presentare gli elementi necessari per una migliore comprensione di cosa sia il bipolarismo. Bouchra Benaizah ha partecipato alla discussione per mostrare come la promozione attraverso l’arte possa sostenere positivamente le persone che soffrono di disagio mentale. Maria El-Kissi ha voluto invitare due psichiatri marocchini, uno dei quali è il fondatore del Dipartimento di Psichiatria presso la Facoltà di Medicina e Farmacia di Casablanca, e l’altro è uno psichiatra, psicoterapeuta, sessuologo e presidente dell’Istituto marocchino per le scienze cognitive -Terapia comportamentale all’interno. la stessa città. Obiettivo: parlare della malattia senza censure da parte degli occhi o giudizio della società.

READ  Come si è evoluta la climatologia nel corso dei secoli?

Maria Kissi ha scelto di continuare a scrivere per raccontare la sua storia. Racconta i tre principali disturbi che hanno dato alla sua vita un corso completamente diverso, ovvero la depressione, il cancro al seno e il disturbo bipolare. Con il sostegno della sua famiglia e l’accompagnamento nel suo viaggio, è una life coach e si fa carico con calma. Oggi si fa un altro passo con questo nuovo episodio di eventi, tutti legati alla sofferenza mentale. Per lei è chiaro: la sfida è rimuovere tutti i tabù attorno al problema e decifrare elementi chiave come l’origine della malattia, i suoi sintomi, il trattamento, la prognosi, le opzioni di trattamento disponibili…

Supportare i pazienti e i loro cari per adattarsi meglio, questo è l’obiettivo finale. Il peso della società in Marocco è un vero ostacolo. Con questa mentalità, Maria sta promuovendo l’importanza della salute mentale. Queste azioni volontarie, ovviamente, li hanno indirizzati a Bouchra Benizah, all’interno del Centro Psichiatrico Ibn Rushd ma anche verso l’associazione “Les Amis du Ruban Rose”, che si propone di accompagnare e sostenere le donne con cancro al seno.
Il bipolarismo non è inevitabile di per sé, ma piuttosto una malattia. Il paziente avrà bisogno di una diagnosi il prima possibile per ricevere il trattamento necessario. Con l’aiuto di un regolatore dell’umore, la sua vita può essere normale. Alla fine e avendo una buona conoscenza di ciò che gli sta accadendo, sarà persino in grado di percepire le sue crisi imminenti e controllarle il più possibile. I due esperti in questo campo hanno già dettagliato i sintomi della malattia riconosciuti principalmente dai maniaci eccessivi accompagnati da depressione o disturbi dell’umore … I quadri clinici cambiano da paziente a paziente Le persone con tali disturbi dovrebbero consultare una diagnosi personale, proprio come qualsiasi altra malattia. Poiché il bipolarismo è curabile, deve essere reso visibile in modo che i malati non si sentano costretti a nascondere la loro sofferenza. La sfida è chiara. nobile causa.

READ  Con l'insostenibile Ricky Rubio, la Spagna ha battuto la Francia in preparazione per le Olimpiadi

C’è anche da dire che secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il bipolarismo riguarda più di 60 milioni di persone nel mondo. Anche il Marocco è preoccupato. È quindi necessario sensibilizzare sulla natura del disturbo. L’accesso alle informazioni su questo argomento è importante anche affinché il paziente accetti la sua malattia e possa prosperare al di là delle difficoltà che presenta. Un altro anello molto importante nella ricostruzione del paziente: la famiglia. Svolge un ruolo molto importante nel corso del paziente e del suo entourage. Perché i suoi membri dovranno imparare a riconoscere la natura della malattia, rilevare i sintomi premonitori e assicurarsi di avere le giuste procedure e il dispositivo giusto per supportare adeguatamente il paziente.
Ovviamente, il bipolarismo è affare di tutti. Le autorità pubbliche sono ugualmente preoccupate…
L’esercizio non è facile ma ne vale la pena.
La discussione è ora aperta.

Alcune persone famose hanno il disturbo bipolare

Mariah Carey: cantante e musicista
Richard Dreyfus: attore
Mel Gibson: attore e regista
Selena Gomez: attrice e cantante americana
Marilyn Monroe: attrice americana
Friedrich Nietzsche: filosofo
Robert Schumann: compositore tedesco
Frank Sinatra: cantante e attore americano
Nina Simone: cantante americana
Jean-Claude Van Damme: attore
Catherine Zeta-Jones: attrice