Luglio 5, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Salute: il premio “Miglior infermiera del mondo” è stato assegnato a un africano

Durante la cerimonia è stata incoronata “miglior infermiera del mondo” a Dubai. Premio infermieristico globale Aster Guardian Tenuto in occasione della Giornata internazionale degli infermieri, il 12 maggio 2022. Anna Kabali-Daba, una 31enne keniota che si batte per l’alfabetizzazione, l’educazione sessuale e la lotta ai matrimoni forzati e agli abusi sessuali. Le mutilazioni genitali femminili, che sono interventi volti a modificare o danneggiare i genitali di una donna o di una ragazza, senza un motivo medico, sono spesso l’asportazione totale o parziale dei genitali esterni.

Il Global Nursing Award onora e onora il contributo degli infermieri al sistema di erogazione dell’assistenza sanitaria in tutto il mondo e questo premio assegna al vincitore del primo premio $ 250.000. Come spiegato da France Info nel suo podcast “L’étoile du jour”, un’infermiera nata nel villaggio di Torpey e membro di una famiglia di 19 bambini è stata lei stessa vittima di abusi. “E’ stata circoncisa all’età di 12 anni. All’età di 14 anni è scappata dal matrimonio forzato che i suoi genitori le avevano preparato. All’età di 16 anni ha deciso di diventare infermiera.

Sono prima di un doppiaggio È stata la prima laureata nel suo villaggio della Kenya Methodist University e l’unica figlia istruita della sua famiglia. Durante i suoi studi di infermiera, ha vinto il premio Miss Tourism Kenya 2013 e ha fondato la sua fondazione chiamata “Qabale Duba”, che le ha permesso di costruire una scuola nel suo villaggio, dove i bambini potevano studiare la mattina e gli adulti il ​​pomeriggio. , per i corsi di alfabetizzazione.

“Ha scelto l’istruzione perché si è resa conto che l’analfabetismo impedisce alle persone di imparare cose nuove e modificare norme culturali dannose”, afferma la pagina del suo profilo pubblicata sul sito web. Cerimonia. “Insegna gli stessi corsi, che vanno dall’apprendimento della lettura alla comprensione del corpo umano. Spiega tutto, anche ai genitori, alla gravidanza, al ciclo mestruale, alla trasmissione delle malattie, al consenso”, secondo un rapporto di France Info. “Questo premio mi aiuterà a espandere la mia scuola in tutto il Kenya”, ha detto il vincitore alla BBC.

READ  A Vaulx-en-Velin, un centro benessere dove "la gente si sente ascoltata"

“E’ una vittoria per il Kenya, l’Africa e le ragazze del villaggio”.

“Sono molto appassionata di educazione. Dopo aver assaporato i frutti dell’educazione, ho deciso di tornare a casa per dare potere agli altri”, aggiunge, non senza dedicare il premio al suo defunto fratello, che in parte ha finanziato i suoi studi. Questa iniziativa è stata riconosciuta a livello locale e internazionale, inclusa la vittoria del Waislitz Global Citizen Choice Award da 50.000 dollari nel 2019. Il keniota ha anche creato la sua associazione per ispirare altri villaggi.

Inoltre, quando è stata assunta come infermiera al Marsabit Hospital, ha scoperto che molte donne, come lei, erano state vittime di MGF e di matrimoni forzati, prima di sforzarsi di porre fine a queste pratiche culturali dannose. Così ha vinto il primo posto per tutto il suo lavoro, contro quasi 24.000 candidati provenienti da 184 paesi. “Non potevo immaginare nei miei sogni più sfrenati che sarei stata riconosciuta e celebrata in questo modo. Questa è una vittoria per il Kenya, per l’Africa e per le ragazze dei villaggi”, ha detto al pubblico, vestita con abiti tradizionali.

Le esperienze personali di Anna Kabbali Dhaba, madre single di una figlia e sposata, hanno plasmato le sue convinzioni. “Non è facile parlare di queste cose in pubblico, ma faccio davvero del mio meglio”, ha detto alla BBC. “Sto usando l’istruzione nel mio lavoro di advocacy, per fare una campagna contro queste pratiche”. L’organizzazione rileva che, sebbene la mutilazione genitale femminile sia illegale in Kenya, circa il 91% delle ragazze e delle giovani donne le subisce nelle regioni settentrionali del paese. L’UNICEF stima che almeno 200 milioni di ragazze e donne di età compresa tra i 15 ei 49 anni provenienti da 31 paesi abbiano subito MGF.

READ  Truccarsi per fare sport: una buona idea o una cattiva idea?

Secondo i suoi colleghi, l’impegno della giovane donna ha reso le donne e le ragazze consapevoli dei loro diritti alla salute. “Conosce molto bene le sfide che le ragazze devono affrontare. Molte di loro non perdono più le lezioni, poiché ricevono assorbenti igienici da usare quando arriva il ciclo. Hasan Hallakhi, direttore della prevenzione medica presso il Marsabit County Hospital in Kenya, ha detto alla BBC.

“L’infermiera Kabbali ha portato trasformazioni tangibili nella sua comunità locale, in molteplici dimensioni della società. Oggi, il successo delle sue azioni ispira gli altri a seguire il suo esempio. “, Possiamo leggere in conclusione sulla pagina del suo profilo. Tuttavia, secondo l’UNICEF, in molti paesi le MGF sono praticate dagli stessi professionisti sanitari, formati a questo scopo: quasi una ragazza su tre è stata circoncisa dal personale medico.

Si noti che oltre all’eventuale vincitore, la cerimonia ha premiato anche altri nove concorrenti con un premio in denaro. Come sottolinea France Info, si tratta di assistenti afgani, indiani, australiani, britannici e persino degli Emirati, che hanno portato a casa un premio di $ 5.000 per evidenziare la Fondazione Aster, e la Fondazione Aster spiega, questa è una professione spesso sottovalutata. La fondazione stima che 27 milioni di donne e uomini siano infermieri nel mondo, ovvero più della metà degli operatori sanitari, con uno stipendio medio di un decimo di quello dei medici. ‘, conclude la serie.

Insieme a femminile