Dicembre 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Salute. Con sei pediatri invece di nove, anche il servizio di Cherbourg è in tensione

Se saturato, l’Emergenza Pediatrica di Cherbourg (Manche) non è più in grado di fornire indicazioni o consigli per telefono. (© DP)

Sono passate due settimane dall’arrivo delle epidemie invernali, e Le unità di terapia intensiva pediatrica sono di nuovo saturate. »

Questo martedì, 25 ottobre 2022,Assemblea nazionale Andato Grandi preoccupazioni dei caregiver. Ovunque in Francia, la pediatria è sotto pressione. soprattutto confocolaio di bronchiolite È rampante.

E il Cherbourg (Canale) non fa eccezione. ” Il La situazione di tensione nelle situazioni di emergenza persiste negli adulti e nei bambiniCollegare CHPC. I pediatri non possono più fornire indicazioni o consigli per telefono. »

6 pediatri

Sei pediatri lavorano all’ospedale di Cherbourg. Deve essere nuovo. Rafforzare un pediatra in pensione e personale temporaneo aiuta a gestire il servizio. Anche i caregiver di altri reparti fanno gli straordinari.

Il servizio è saturato rapidamente

“Non conosciamo il numero di chiamate, è incontrollabile”, riassume una badante del Dipartimento di Pediatria di Cherbourg.

Di solito abbiamo rinforzi, ma quest’anno l’epidemia è particolarmente precoce e intensa. Non possiamo aspettarci. »

Dott. Thierry MogardCapo del Dipartimento di Pediatria del CHPC

Quindi i dipendenti fanno del loro meglio per soddisfare la crescente domanda.

“Ci sono orari di punta, come il pranzo o la sera, quando I pazienti possono attendere circa 4 ore Dettagli pediatra.

soprattutto quello” Dal 2020 abbiamo ripreso molte consulenze, come punti di sutura o microtraumi, per risolvere situazioni di emergenza negli adulti. Il numero di consultazioni così quasi raddoppiato ‘ informa il caregiver.

Video: Attualmente in Actu

“È difficile prevedere il proseguimento dell’epidemia, ma con le vacanze spesso c’è una tregua. D’altra parte, può ricominciare all’inizio dell’anno scolastico”.

Dott. Thierry Mogard Capo del Dipartimento di Pediatria del CHPC

entro 24 ore, Il Pronto Soccorso Pediatrico può ospitare più di 60 pazientiquando di solito si trasforma in venti ingressi in estate o tra 30 e 40 a settembre. Il problema di solito dovrebbe essere risolto “a novembrecon l’assegnazione del personale di emergenza agli adulti e quindi la ripresa di queste cure pre-servizio”, rassicura il dott.

READ  Salute. Un ottico mobile taglierà un hotsoon in una casa mobile

Consulta prima il tuo medico

Ovunque in Francia, i servizi gridano: Hmm Carenza di personale e risorse… così lo stato ha lanciato” piano d’azione immediato e dichiarato aperto 150 milioni di euro. Una soluzione che non può essere un “miracolo” secondo i caregiver.

“Attualmente siamo sei pediatri invece di nove. Fortunatamente, siamo aiutati dal dottor Saumureau che, anche dopo il pensionamento, viene a dare una mano”.

Dott. Thierry MogardCapo del Dipartimento di Pediatria del CHPC

Si evidenzia anche l’epidemia Carenze del servizio pediatrico.

Il servizio è piccoloNon c’è posto, conferma la badante. Il virus della bronchiolite è grave quest’anno, è necessario determinare l’ambito, ovvero seguire costantemente i parametri vitali di molti casi. Ma Non abbiamo molto spazio, quindi alcuni restano al pronto soccorso. Di conseguenza, tale monitoraggio continuo non può essere effettuato.

Per forza, il morale delle truppe è ai minimi storici.

“Tuttavia siamo una squadra affiatata, ma abbiamo sempre più soste. Fisicamente è stancante perché bisogna correre costantemente. Ma anche moralmente, abbiamo l’impressione che non ci prendiamo cura dei nostri giovani pazienti come noi dovrebbe.”

Dott. Thierry MogardCapo del Dipartimento di Pediatria del CHPC

Denuncia che il capo del reparto pediatrico è relativo.

Il servizio non è eccezionaleMa il problema non è così semplice. Nelle camere doppie durante un’epidemia respiratoria, il paziente può essere collocato solo con una persona infetta dallo stesso virus. Senza un’epidemia, il servizio rimane ‘, identifica il dottor Thierry Mogard.

poi lì Non c’è una soluzione veloceMa il servizio pediatrico è convinto: “Ciò sarà mitigato anche facendo appello alla responsabilità della popolazione”.

READ  Lancio del "New World Science Prize"

I caregiver riassumono: Se il bambino ha più di 3 mesi e sta mangiando senza una temperatura molto alta, dovresti consultare il tuo medico di famiglia. Un messaggio diffuso anche dal CHPC: “Prima di andare al pronto soccorso, chiama il medico.”

Resta il fatto che i bambini piccoli contagiati si “stancano velocemente”. Il personale infermieristico insiste su quanto segue: “Se il bambino ha meno di 3 mesi, ha una temperatura elevata di oltre 38 gradi centigradi, non mangia più o ha difficoltà a respirare, soprattutto con la pancia vuota, o dorme così tanto , uno dovrebbe venire!

Questo articolo ti è stato utile? Sappi che puoi seguire La Presse de la Manche nello spazio notizia . Con un clic, dopo la registrazione, troverai tutte le novità delle tue città e dei tuoi marchi preferiti.