Settembre 18, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Salute – Carta vitale immateriale: prove estese in 10 divisioni

Riconoscimenti: © sitthiphong – AdobeStock

Una persona che tiene in mano un cellulare

da 1egli èOttobre 2021, l’esperienza biennale di una bio-card non fisica creata nelle province del Rodano e delle Alpi Marittime si estenderà ad altri dipartimenti. Il decreto è stato emanato nel Gazzetta Ufficiale 1egli è Agosto 2021 stabilisce che le casse malattia dislocate nelle regioni pilota potranno emetterle gratuitamente fino al 31 dicembre 2022, in via sperimentale Tessera elettronica di assicurazione sanitaria titolari dei loro documenti. Dettagli con Service-Public.fr.

Quali sono i dipartimenti partecipanti?

Oltre ai fondi di assicurazione sanitaria del Rodano e delle Alpi Marittime, l’esperienza si estenderà ai seguenti fondi:

  • Saona e Loira;
  • sen marino;
  • Scultura Rin.
  • nord;
  • Girondo.
  • Hérault.
  • Basso Atlantico
  • Sarto.
  • Boy de Dome
  • Parigi.

il Tessera sanitaria elettronica Valido solo per gli operatori sanitari e le organizzazioni sanitarie che partecipano allo studio. Viene rilasciato gratuitamente.

Come funziona la tessera sanitaria elettronica?

L’obiettivo della sperimentazione è riuscire a semplificare le procedure online, ma anche evitare aggiornamenti alla carta Vitale.

Applicazione « APCV » , scaricabile da smartphone o tablet, consente l’identificazione digitale e l’autenticazione degli utenti del sistema sanitario e contiene i dati della loro Vitale Card e di ciascuno dei loro beneficiari (cognomi diversi dal nome abituale, periodo di validità della carta, indirizzo del assicurato). Questa carta Vitale dematerializzata consente di riscattare attività e servizi e anche l’accesso a vari servizi, come Ameli.

Il titolare può delegare l’utilizzo dei servizi relativi al proprio ordine a una persona di sua scelta, titolare dell’ordine, per un periodo massimo di 30 giorni. Può anche revocare il suo consenso a partecipare alla Prova in qualsiasi momento. In caso di furto o smarrimento del dispositivo contenente una carta Vitale fisica, il titolare della carta deve segnalarlo alla cassa.

Le casse malattia contengono i dati dell’assicurato (foto, documenti di identità, ecc.). Questi dati vengono conservati per un massimo di due mesi dall’attivazione Tessera sanitaria elettronica Viene distrutto alla fine di questo periodo.

Gli assicurati e gli operatori sanitari che partecipano alla sperimentazione ei cui dati personali sono stati raccolti sono informati delle modifiche previste dal presente decreto.

READ  Inquinamento: anche una breve esposizione può disturbare la percezione