Dicembre 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Salta di oltre il 2.000% il numero di extracomunitari chiamati a lasciare l’Italia nel secondo trimestre rispetto al primo

L’ufficio statistico del blocco ha dichiarato lunedì che il numero di cittadini non comunitari condannati a lasciare l’Italia è balzato di oltre il 2.000% ad aprile e giugno da gennaio a marzo, anche se la Francia ha emesso il maggior numero di tali ordini. Secondo Eurostat, l’Italia ha ordinato a 6.020 persone di lasciare il proprio territorio nel secondo trimestre, rispetto alle 260 dei primi tre mesi dell’anno, il più grande aumento tra i paesi dell’UE.

Si tratta del numero più alto registrato per l’Italia dal terzo trimestre del 2020, quando il Paese ha ordinato l’allontanamento di 6.850 cittadini non comunitari. In termini di numero totale, la Francia ha registrato il numero più alto, con 33.450 cittadini extracomunitari condannati a lasciare il proprio territorio in aprile e giugno, più di un terzo del totale di 96.550 cittadini dell’UE.

La Grecia, seconda per numero, ha chiesto la partenza a 8.750 cittadini non comunitari. Gli algerini hanno ricevuto il maggior numero di ordini di partenza, con circa 8.170 persone colpite, seguiti da vicino da marocchini, albanesi e pakistani.

La Francia si è anche classificata al primo posto nel rimpatrio di 3.590 cittadini non UE in un altro paese dopo l’ordine di partenza, che rappresentano il 16% delle entrate totali del blocco. Gli albanesi sono in cima alla lista dei rimpatriati, seguiti da georgiani e russi.

Complessivamente, il numero di richieste di uscita dall’Unione Europea è aumentato del 15% su base annua, mentre il numero di persone che rientrano in un altro Paese è aumentato dell’11%.

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di Devdiscourse ed è generata automaticamente da un feed condiviso.)

READ  Il presidente della Federal Reserve statunitense Jay Powell afferma che il tempo sta finendo per frenare le aspettative inflazionistiche