Settembre 25, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Ronaldo ha negato il gol vittoria in ritardo nell’inciampo della Juve, e Abraham brilla nell’arco di Mourinho con la Roma

Ronaldo ha iniziato a giocare in panchina alla Dacia Arena di Udine tra le voci che stava cercando una via d’uscita dai giganti italiani, ma è andato vicino a strappare i tre punti nei minuti di recupero dopo che la Juventus ha insistito sul fatto che non sarebbe andato da nessuna parte in questa stagione.

Dopo la partita, l’allenatore di ritorno Massimiliano Allegri ha minimizzato le polemiche, dicendo che aveva sempre pianificato di attirare Ronaldo.

“Cristiano sta bene… è l’inizio della stagione e vedendo la condizione di tutti e pensando alla partita, soprattutto all’inizio, l’ho messo in panchina sapendo che servirà per partecipare”, ha detto a DAZN.

“Si è messo a disposizione, come tutti. Ha giocato bene, ha anche segnato un gol ma purtroppo non ha retto”.

La Juventus sembrava sulla strada della vittoria quando Paulo Dybala ha indossato la fascia di capitano e Juan Cuadrado in vantaggio, con due gol a metà del primo tempo.

Ma due errori fatali nella ripresa del portiere della Juventus Wojciech Szczesny hanno permesso all’Udinese di ottenere un punto con un calcio di rigore di Roberto Pereira e un gol di Gerard Deulofeu.

Ronaldo è entrato in campo tra gli applausi scroscianti dei tifosi bianconeri dopo il quarto d’ora con la Juventus in vantaggio per 2-1, ed è stato sfortunato a riconquistare il suo vantaggio di due gol quando è entrato di testa su cross di Dybala.

Tuttavia, poteva solo guardare con disperazione mentre il VAR batteva il vincitore.

È stato il momento più emozionante di una notte movimentata in Serie A, con sei cartellini rossi in quattro partite e il ritorno a bordo campo di tre grandi nomi.

Il giocatore di maggior fama – Mourinho – si è divertito con due passaggi del neo acquisto Tammy Abraham che ha brillato al suo esordio con la Roma all’Olimpico.

Con la Fiorentina già in 10 uomini, al 26′ Abraham si infila su Henrikh Mkhitaryan che, dopo un lungo check con la tecnologia VAR, realizza un gol superbo.

Il secondo cartellino giallo di Nicolò Zaniolo ha dato alla Fiorentina una speranza coraggiosa e Nikola Milinkovic ha pareggiato dopo il quarto d’ora.

Tuttavia, il brillante lavoro di Abraham – che ha anche colpito la traversa – ha visto la Roma riportare il vantaggio con Jordan Veritot. Quattro minuti dopo, il 23enne era sul punto di rimanere in posizione prima che un tiro incrociato perfettamente basso consentisse la striscia centravanti francese. slot della casa.

Veritot si è assicurato che Mourinho ottenesse tre punti dalla sua prima partita di Serie A da quando ha vinto il campionato con l’Inter nel 2010 quando è tornato a casa al 79 ‘dopo aver ricevuto un superbo passaggio di Eldor Shumorodov.

“Siamo stati buoni 11 contro 11, buoni 10 contro 10, ma con 11 contro 10 non siamo stati buoni”, ha detto Mourinho a DAZN.

Anche Luciano Spalletti ha trionfato al suo ritorno al calcio con il Napoli, poiché la sua squadra vincente ha perso 2-0 contro il debuttante Venezia nonostante abbia giocato tre quarti della partita in vantaggio di un uomo dopo che l’attaccante Victor Osimhen è stato espulso per aver preso a pugni Dan Heymans.

Lorenzo Insigne ha aperto le marcature con un calcio di rigore al 62′ dopo aver preso un rigore pochi minuti prima, ed Elgif Elmas ha segnato il secondo gol dopo 11 minuti dalla vittoria.

E non sono mancati i drammi nell’altra partita di domenica, con il Bologna che ha battuto 3-2 i freschi della Salernitana con un cartellino rosso a tre.