Dicembre 4, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Roberto de Zerbe sul perché non ci ha pensato due volte ad accettare l’offerta di lavoro di Brighton e il suo lavoro in sospeso in Ucraina | notizie di calcio

Trasferirsi all’estero per lavoro può essere scoraggiante; Barriera linguistica, stile di vita diverso. Ma può anche essere l’occasione perfetta per vivere in una cultura diversa e vedere un lato diverso della vita.

Bene, di solito.

“Non ho visto molto [outside of the club]”Ma non voglio”, dice Roberto de Zerbe. Sky Sport Meno di quattro settimane dopo essere stato nominato nuovo allenatore del Brighton, succedendo a Graham Potter diretto al Chelsea.

“Il calcio per me non è solo un lavoro, mi dà tutto ciò di cui ho bisogno. Non c’è vita al di fuori del lavoro per me, il mio focus è solo sulla squadra e sui giocatori, e al momento non ho tempo per pensare sul Regno Unito”.

De Zerbe è un allenatore serio e descrive il Brighton come un club “serio”. È un chiaro segno che le cose stanno andando bene sulla costa meridionale, quando appena sette anni dopo aver giocato la loro prima partita di Premier League, i Seagulls hanno convinto uno degli allenatori più promettenti d’Europa a prendere il comando.

Mentre De Zerbi potrebbe non voler coinvolgere i suoi giocatori nel balletto come ha fatto Potter in passato – anche se non ce lo siamo chiesto – l’arrivo dell’italiano sembra una continuazione naturale, e forse nel tempo un’evoluzione, di una palla basata su possesso e facilità . Potter ha sviluppato la cultura calcistica nel corso di quattro anni all’AMEX Stadium, grazie al suo lavoro a Sassuolo e Shakhtar Donetsk.

Venerdì 14 ottobre ore 19:00

Inizia alle 20:00

Proprio come il Brighton li ha visti scegliere alcuni dei loro migliori talenti negli ultimi anni e sostituirli con una continuità senza soluzione di continuità, la partenza di Potter per Stamford Bridge sembra tanto opportunità quanto una perdita dato il suo ultimo appuntamento.

READ  La Serie A raggiunge l'accordo sui diritti TV con Abu Dhabi Media

Non molto tempo fa, l’acclamato uomo poteva essere considerato per il suo stile “De Zerbismo” con il fuori moda Sassuolo, che per due volte lo ha portato all’ottavo posto in Serie A, sviluppando allo stesso tempo alcuni componenti dell’attuale rosa dell’Italia. Squad – si unirà al Brighton. Ma non più.

“Ritengo che il Brighton sia davvero di alto livello”, dice. “Se stiamo parlando dell’organizzazione del club, è un club serio: un presidente serio, un CEO serio, un direttore sportivo serio e il Brighton ha ottimi giocatori.

“Hanno già una mentalità molto vicina alla mia e non ho dovuto pensarci due volte per accettare la proposta del Brighton.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video accessibile

Il boss del Brighton Roberto de Zerbe ha detto che farà del suo meglio per supportare Enoch Mwepo dopo che il centrocampista è stato costretto al ritiro a causa di problemi cardiaci.

“Cercavo un club che potesse darmi le stesse opportunità e le condizioni giuste per fare il mio lavoro e continuare per la mia strada. In passato ho scelto squadre che potessero darmi la possibilità di lavorare in questa situazione, è un modello.

“Ci sono molti boss che vogliono esprimere le loro opinioni su formazioni, strategia, stile di gioco, esplorazione – voglio essere libero. Voglio sentirmi a mio agio nella scelta dei miei migliori giocatori, e dopo il primo incontro con Tony e Paul ho capito che sarebbe il club giusto per me”.

De Zerbi parla in modo chiaro e onesto e, sebbene impari l’inglese da meno di un mese, ha una reale capacità di comunicare il suo punto di vista nella sua nuova lingua quando vuole. È “ciò che vedi è ciò che ottieni” e ha rafforzato la sua filosofia personale tanto quanto le sue convinzioni tattiche durante la sua carriera manageriale. Insiste sul fatto che questa è in realtà la parte più importante.

READ  Antonio Conte: il boss del Tottenham descrive le notizie che lo collegano a un lavoro al PSG come "fake news" | notizie di calcio

Come la maggior parte degli allenatori, non vuole appendere il cappello ai dettagli quando si tratta delle sue speranze e forse dei suoi sogni con il Brighton. Anche così, entra direttamente nei dettagli per spiegare le sue ragioni.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video accessibile

LIBERO DA GUARDARE: gli highlights della vittoria del Tottenham sul Brighton in Premier League.

“Al momento non è giusto fissare un obiettivo in termini di classifica, o di qualificazione per l’Europa”, spiega. “Non possiamo fissare un obiettivo per oggi, perché all’inizio ho bisogno di vedere la reazione della squadra a quello che chiedo loro. Il primo passo è arrivare al miglior livello di come giocare”.

“Il secondo passo è capire se abbiamo bisogno di un giocatore o di giocatori altamente funzionali per le posizioni di cui abbiamo bisogno. Dopo questi due passaggi posso essere più preciso sui nostri obiettivi”.

Nella nostra intervista, la sincerità di De Zerbi non è mai stata così evidente come quando è stato sollevato il tema dello Shakhtar. Ha trascorso meno di un anno al club dopo la fine della stagione ucraina a causa dell’invasione russa a febbraio.

A quel tempo, l’italiano si rifiutò di lasciare il paese prima che tutti i suoi giocatori d’oltremare avessero un passaggio sicuro a casa. Lasciare il club, cinque mesi dopo, è ancora un ricordo crudo – e vuole rimediare un giorno.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video accessibile

LIBERO DA GUARDARE: gli highlights del pareggio del Liverpool contro il Brighton in Premier League.

READ  Sei Nazioni: il capitano dell'Italia Michel Lamaro definisce 'irreale' la vittoria dell'Italia sul Galles | notizie sul rugby

“Per me è ancora una ferita aperta”, dice. “È stato davvero difficile lasciare lo Shakhtar. Dopo aver lasciato il Brighton, voglio essere di nuovo l’allenatore dello Shakhtar – un giorno, voglio tornare. È stato davvero triste e ingiusto come è andato tutto a finire.

“Insieme siamo qui, ci siamo seduti insieme, e domani è tutto finito. Mi fa male, ci sono ancora bombe e proiettili a centinaia di metri da dove vivevo. Fa male vedere i vecchi, che non possono andare casa – mentre Allo stesso tempo, sono qui in Premier League”.