Ottobre 1, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Rob Whitaker, Jay Opezia, Israel Adesanya, Tyson Pedro, ultime notizie, incontro imminente

Robert Whitaker è disposto ad accettare una lotta di supereroi da $ 5 milioni con il campione IBF dei pesi da crociera Jay Opetia, ma ammette che il suo “ostacolo più grande” riceverà il via libera dal presidente dell’UFC Dana White.

Parlando questa settimana da Noosa, dove lui e la sua giovane famiglia sono attualmente in vacanza, Whitaker ha confermato il suo interesse per un incontro incrociato con Opetia, il nuovo campione di boxe australiano.

Il 31enne ha anche rivelato di soffrire di una frattura al dito del piede, che ha subito durante la vittoria dell’UFC Paris sull’italiano Marvin Vittori all’inizio di questo mese.

Guarda UFC in diretta con ESPN su Kayo. Eventi Fight Night completi, preliminari PPV, Ultimate Fighter Series e altro ancora. Nuovo su Kayo? Inizia subito la tua prova gratuita>

Mentre la vittoria ha visto Whitaker inseguire ancora una volta un incontro a tre con il re dei pesi medi Israel Adesanya, Sydneysider ha confermato che sarebbe stato felice di “entrare” prima a Opetaia, soprattutto considerando l’accordo di quasi $ 2 milioni offerto al suo agente Titus Day.

Tuttavia, mentre i rapporti hanno indicato che Whitaker ha ancora una battaglia nel suo contratto UFC, alcuni termini contrattuali potrebbero mantenere chiuso il primo campione UFC australiano fino alla fine del 2023, il che significa che avrebbe bisogno del permesso di White per fare qualsiasi partita.

Mentre la superstar irlandese Conor McGregor è stata autorizzata a battere Floyd Mayweather nel 2017, il popolare promotore americano ha recentemente mostrato scarso interesse nel cambiare star come Frances Ngannou e Kumaru Usman.

“Anche se adoro giocare, il più grande ostacolo è il mio contratto”, ha ammesso Whitaker.

READ  US Polo Assn. Annunciato l'abbigliamento ufficiale e lo sponsor della squadra dell'Italia Polo Challenge

“Dovrei fare tutto bene dal grande capo.

“Ma se Jay e io veniamo pagati alla grande, sì, possiamo oscillare a vicenda.

“Anche se onestamente, lo amo assolutamente.

“Jay e io abbiamo già lavorato insieme, litigato insieme… e lascia che ti dica che può andare. Quindi ho dovuto scendere per metterne uno sopra di lui.”

“Ma possiamo lottare per i soldi giusti”.

Oltre a ottenere l’approvazione da White, l’immediato futuro di Whittaker dipende anche molto dall’imminente resa dei conti di UFC 281 tra Adesanya e il brasiliano Alex Pereira.

Se Pereira vince il titolo dei pesi medi al Madison Square Garden il 13 novembre, Whitaker insiste che dovrebbe avere la sua prima possibilità per il nuovo campione all’inizio del 2023.

“Spero di andare subito lì dopo, sì”, ha detto della vittoria di Pereira. “Penso che questo sia il mio dovere.

“Ma non mi sorprenderebbe se prima dessero ad Adesanya una rivincita. È una vacca da mungere nell’UFC e sono sicuro che vogliono continuare con quello”.

Altrove, si è parlato anche di Whitaker che affronta un avversario a sinistra, come le stelle dei pesi welter Khams Shimayev e Colby Covington.

Solo di recente Shemayev ha detto che preferirebbe allenarsi con Whitaker piuttosto che combatterlo, un’offerta che l’australiano ha da allora accettato.

Alla domanda sulla superstar cecena, che è imbattuta come professionista, Whitaker ha detto: “Io e lui siamo amichevoli, quindi non sto cercando di combatterlo.

“E siamo onesti, se stai cercando di costruire un combattente, non li stai mettendo contro di me.

“Ho sgonfiato l’UFC un paio di volte… non vorrebbero farlo.”

Covington?

READ  Maserati Oman introduce tre nuove classi di modelli MY2022: GT, Modena e Trofeo

“Non vale la pena combattere con me”, ha detto Whitaker con una risata. “Ma distruggerò Colby per qualche dollaro in più. Fallo per divertimento.”

Devi rompere un paio di uova

Sempre su Whitaker, l’australiano ha rivelato di essersi rotto due dita del piede destro nel secondo round della sua vittoria su Marvin Vittori.

Alla domanda sugli infortuni, il combattente soprannominato Bobby Knuckles ha detto che è stato un calcio mirato al corpo di Vittori – ma combinato con il gomito dell’italiano – che gli ha rotto il dito medio e il dito appena alla sua destra.

“So anche il calcio esatto”, rise Whitaker.

veramente?

E ha continuato: “Oh, l’ho sentito”. “Quando le dita dei piedi colpiscono il gomito dell’avversario con un’inclinazione completa… sì, lo sai.”

Rob Whitaker si è rotto le dita dei piedi.Fonte: Agence France-Presse

Nonostante l’infortunio, Whitaker insiste che non era troppo sconvolto e sapeva che doveva continuare ad atterrare con il piede giusto.

“Ho lanciato il calcio alcune volte al primo round e ho visto che gli faceva male”, ha spiegato.

“E sapevo che se gli avessi fatto male in mezzo alla distanza, Vittori avrebbe dovuto gestirlo, o gli sarebbe stato dato da mangiare tutto il giorno.

“Così ha iniziato a portare i gomiti. Il che significa che non sono vicino alla sua testa.

“Quindi è stato allora che ho iniziato a lanciare la testa.”

Ma da qualche parte nel mezzo, gli si sono rotte le dita dei piedi.

“Anche se a volte per fare quella frittata, devi rompere due uova”, rise Whitaker.

Quindi per eventuali problemi rimanenti?

“Solo quando i bambini ci calpestano”, ha detto. “Ed è sempre in vacanza.”

Preparando Pedro il Selvaggio

Tyson Pedro ha rivelato come ha afferrato il Covid, lo ha passato alla sua bambina e poi ha perso suo nonno durante una preparazione incredibilmente emozionante per la sua vittoria a UFC 278.

Arrivato in Australia mercoledì, Pedro ha trascorso l’ultimo mese viaggiando in Europa con la moglie Rosie, la mamma Karan e la figlia Giselle, che ha recentemente compiuto la sua età.

La fuga è arrivata sulla scia dell’impressionante vittoria di Sydney sull’americano Harry Hansucker ad agosto, la sua seconda interruzione al primo turno dal suo ritorno all’Ottagono dopo più di tre anni in disparte.

Tuttavia, se il ritorno da tre importanti interventi chirurgici al ginocchio non è stato abbastanza eccitante, Pedro ha ora rivelato come, sei settimane dopo UFC 278 e due giorni dopo essere arrivato ad Auckland per allenarsi con Israel Adesanya al City Kick Boxing, ha preso il Covid.

Quello era un problema.

“Perché oltre a perdere le prime due settimane di campo, l’ho portato alla mia famiglia che era lì ad aiutarmi a stabilirmi”, dice.

Tyson Pedro.Fonte: Agence France-Presse

“era difficile.

“Tutti si sono ammalati, io sono andato fuori di testa. Ma fortunatamente la mia bambina non era così male, quindi sono stato davvero grato. “

Subito dopo aver lasciato l’isolamento, il combattente viene a sapere che il suo amato nonno, Bruce Porter, è morto, dopo aver subito un infarto durante una vacanza in convoglio.

“Eravamo anche molto vicini”, ha detto Pedro.

“Così, mentre avevo già perso due settimane di campo, ho deciso di tornare in Australia e partecipare al funerale. Ma dopo essere tornato a casa, il mio aereo ha esaurito il carburante in aria e abbiamo dovuto deviare”.

“Significava che mentre volavo, stavo cercando di prenotare un altro volo per Sydney.

“L’ho fatto poche ore prima del funerale e dopo sono tornato al CKB”.

Nonostante la sua preparazione emotiva, Pedro ha ottenuto una vittoria convincente al primo turno.

“Ma devi superarlo perché al tuo avversario non importa cosa sta succedendo”, ha detto il combattente. “Sono solo grato di essere stato in grado di uscire e mettere su uno spettacolo”.

Arrivato a Sydney con la sua famiglia mercoledì sera, Pedro è tornato subito in palestra e si è allenato giovedì mattina.

GRANDE COLPO AUSSIEO

Non molto tempo fa, Jack Jenkins stava versando birra in un bistrot cittadino e gli è stato detto che non poteva combattere.

A quel tempo, l’australiano Featherweight stava subendo due sconfitte consecutive.

“Molte persone lo sanno”, ricorda.

“I clienti abituali venivano ogni pomeriggio e dicevano ‘Ne ho persi due, è ora di mollare’. Oppure mi chiedevano costantemente quando lasciare il lavoro e ottenere un accordo.

“C’era anche questo ragazzo, un ragazzo che pensava di sapere poco di combattimento, che mi diceva sempre ‘amico, non batterai i brasiliani o gli yankee'”.

“Ricordo solo che stavo pensando ‘e… tu…’ ti sei rifiutato di arrendermi”.

Jenkins, che ora ha 29 anni, è arrivato questa settimana a Las Vegas per fare gli ultimi preparativi per il suo scatto nella prossima puntata della serie di competizioni Dana White martedì 27 settembre (AEST).

Il peso piuma australiano, che attualmente detiene sei vittorie consecutive, affronterà Freddy Emiliano Linares, che è venuto dall’Ecuador ed è un professionista 9-1 e soprannominato il Predator.

“E ho ancora quella fiche sulla spalla”, dice l’ex barista ora alla vigilia di un contratto UFC. “Tutte quelle persone che hanno detto che non l’avrei mai fatto, guardami.”

Il motivo del ritiro dell’AUSSIE

Si dice che l’improvviso ritiro di Jimmy Mullarkey da UFC 280 sia stato dovuto a un grave attacco di Covid. Non solo il Central Coast Lightweight si ammalò durante il campo, ma sviluppò sintomi persistenti abbastanza gravi da lasciarlo senza altra scelta che ritirarsi dalla sua lotta contro il combattente del Daghestan Magomed Mustafa.

Ingresso TSZYU

L’imbattuto pugile australiano Tim Tszyu si sta attualmente allenando nella famosa palestra MMA, Tiger Muay Thai in Thailandia. Base popolare per artisti del calibro di Alex Volkanovsky e Tai Toivasa, Tszyu ha optato per la palestra nel tentativo di diversificare i suoi preparativi per la resa dei conti del titolo mondiale a gennaio con Jeremy Charlo. Tszyu è stato così felice del lavoro svolto al Tiger, che ieri il combattente ha prolungato la sua permanenza per un’altra settimana