Ottobre 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Risultati F1 2022 Gran Premio d’Australia, analisi, Melbourne, Albert Park, Charles Leclerc, Ferrari, Daniel Ricciardo, McLaren

Nella calda luce del sole autunnale dell’Albert Park di Melbourne, niente era più caldo della Ferrari guidata da Charles Leclerc.

Non solo il Monaco ha vinto la gara, ma l’ha dominata. Pole, giro più veloce, ogni giro, vittoria: è stato il primo grande campionato della sua carriera e ha impresso il suo nome per tutta la stagione 2022.

La Red Bull Racing non era nella mischia, ma si considerava di poca consolazione, almeno per Max Verstappen, che ha ceduto al suo secondo problema tecnico finale in tre gare per mettere la sua difesa del titolo su un terreno traballante all’inizio.

Guarda tutte le prove libere, le qualifiche e la gara per il FIA Formula One World Championship™ 2022 in diretta su Kayo. Nuovo su Kayo? Prova subito 14 giorni gratis>

E c’è stata una grande gioia, almeno relativamente, quando Daniel Ricciardo ha segnato i suoi primi punti della stagione con il sesto in un buon fine settimana per la McLaren.

Questo è quello che è successo ad Albert Park.

Danny Rick brulicava di fan a Melbourne! | 00:37

La Ferrari è quasi perfetta

Le cose non diventano molto più dolci del Gran Premio d’Australia di Charles Leclerc. Sabato ha conquistato la pole position, domenica ha guidato ogni giro della gara, ha stabilito il giro più veloce della gara e ha ottenuto una vittoria di 20,5 secondi sul traguardo. È stata una vittoria per uomo e macchina, l’SF-75 in un posto abbastanza insostituibile una domenica pomeriggio a Melbourne.

È stata una prestazione completa per il Monaco, che è tornato a casa da Melbourne con un vantaggio di 34 punti in campionato e un vantaggio di 46 punti sul campione in carica Max Verstappen.

READ  Jannik Sinner mostra le sfumature dei Tre Grandi

La Ferrari ha ora un vantaggio di 39 punti sulla Mercedes nella classifica costruttori e un vantaggio di 49 punti sulla Red Bull Racing in vista della prossima gara di Imola, a soli 70 chilometri a est della sede della Ferrari.

“Non voglio pensarci [the championship] “Molto perché è ancora così all’inizio della stagione”, ha detto Leclerc.

“L’Italia andrà alla grande, ma dobbiamo avvicinarci il più possibile alla gara nel fine settimana poiché ci siamo avvicinati ai primi tre fine settimana.

“Penso che sia molto importante non esercitare ulteriore pressione su noi stessi e non esagerare”.

Foto di William West/AFP.Fonte: Agence France-Presse

Ma la Ferrari non è un campo globalmente felice. Potrebbe essere stato facile dimenticarsene Il canto degli italiani È uscito dal podio a Melbourne, ma Carlos Sainz ha dovuto affrontare un fine settimana frustrante che lo ha lasciato molto indietro rispetto al ritmo del campionato.

Sainz stesso era abbastanza bravo – infatti il ​​suo ritmo di allenamento era abbastanza forte da suggerire che sarebbe stato in pole position. Ma in qualifica, un problema al motorino di avviamento ha significato che non poteva lasciare il suo box in tempo per impostare il suo set completo di giri di qualificazione, lasciandolo nono in griglia.

I problemi sono continuati in gara, con un problema al volante sulla calandra che lo ha costretto a cambiare le ruote prima della partenza, che secondo lui non erano configurate correttamente e sono state la causa della sua partenza scioccante, che lo ha portato al 14° posto. Poi, nella sua disperazione di fare progressi, è corso fuori strada alla curva 9, fortunato a non essere raccolto dalle altre auto mentre è scivolato alla curva 10 ed è finito a terra in ciottoli.

In netto contrasto con l’impeccabile fine settimana di Leclerc, dopo aver definito sfortunati i problemi di sabato, ha detto che domenica la squadra ha dovuto condividere la responsabilità per il mancato arrivo.

“Devo essere duro con me stesso per colpa del pilota”, ha detto. “Ma allo stesso tempo non eravamo una squadra perfetta. Molti problemi di sterzo, problemi di stop-stop e qualifiche, il che significa che ti lascia indietro”.

Gli errori della Ferrari impallidiscono rispetto a quelli delle squadre rivali, ma questo significa solo che la Scuderia ha il tempo di rimediare prima che vengano penalizzati.

RED BULL RACING NON ​​PUO’ SUBIRE UN ALTRO FALLIMENTO

Sebbene sia stato un (principalmente) piacere per la Ferrari, la Red Bull Racing ha sofferto molto alla fine del Gran Premio d’Australia grazie a un altro ritiro di Max Verstappen, il suo secondo di tre round.

Verstappen non era in lizza per la vittoria quando si è ritirato all’inizio del giro 39 a causa di un sospetto problema di perdita di carburante, con la rivale Ferrari che ha superato la RB18 in generale. Questo di per sé era una nota costante per concludere un tiepido weekend per la squadra ad Albert Park.

Ma il ritiro è stato infinitamente più costoso, non solo per i punti persi – 18 per il team e il pilota, facendo scendere Verstappen al sesto posto in classifica e 46 punti fuori dal comando e Red Bull Racing al terzo e 49 punti – ma a causa di problemi di inaffidabilità che minacciano per rovinare le loro campagne per il titolo prima che inizino davvero.

“Siamo miglia indietro”, ha detto Verstappen. “Non voglio nemmeno pensare a una lotta per il campionato in questo momento.

“Non abbiamo finito la gara, quindi è frustrante e inaccettabile.

“Se vuoi lottare per il titolo, queste cose non possono succedere”.

“Non accettabile” – fumi massimi dopo DNF | 00:53

Christian Horner ha detto che il team aveva già compreso alcuni dei suoi problemi di affidabilità e aveva delle correzioni in atto per le gare imminenti, ma mentre ha aggiunto che avrebbe “preferito riparare un’auto veloce piuttosto che provare a costruire rapidamente un’auto affidabile”, è anche vero che la RB18 è stata anche più lenta della Ferrari a correre in tutte e tre le gare di questa stagione, anche se non di molto.

Questo dovrebbe essere più allarmante. Sì, mancano ancora 20 round in cui la fortuna può girare a favore della squadra, ma non si tratta solo di inaffidabilità, ma anche di velocità. E dato che Verstappen richiederà il più grande spostamento di punti da quando quel formato di punti è stato introdotto nel 2010, la gestione di entrambi i combattimenti mette la squadra in una posizione vulnerabile per il campionato anche dopo solo tre gare.

Nel frattempo, la Ferrari non ha subito il ritiro di un meccanico dal Gran Premio d’Italia 2020, un’affidabile serie di 34 gare consecutive. È una forza tranquilla al Team Scuderia e potrebbe costare alla Red Bull Racing la possibilità di vincere il titolo.

“Tutto è sh ***** lo stesso!” | 00:56

Mercedes: Dentro per vincerlo

La giustificazione rapida ma traballante della Red Bull Racing per non aver terminato Verstappen dovrebbe essere di grande consolazione quando la Mercedes è di conseguenza in testa alla classifica costruttori.

Non solo, ma Max Verstappen è dietro ai piloti Silver Arrows nella classifica individuale, e George Russell è secondo in classifica davanti a Sergio Perez nonostante la vittoria del messicano su di lui per finire secondo sul podio all’Albert Park.

Avevi molte probabilità su questo dopo l’inizio shock di Mercedes. Era improbabile fino a domenica mattina. Ma il marchio tedesco ha accumulato punti solidi per tutta la stagione per aver mantenuto – solo – il pacchetto del titolo, dando a se stesso la migliore possibilità possibile di entrare nella battaglia del campionato se e quando riuscirà a decodificare la sua fastidiosa vettura.

“Dobbiamo esserci per vincere e trarre vantaggio dalle disgrazie degli altri”, ha detto Russell. Non ci arrenderemo mai. Continueremo a combattere. Eravamo lontani dai nostri concorrenti, ma siamo qui sul podio”.

“Uno dei peggiori weekend” | 00:42

Stranamente, Lewis Hamilton è stata l’unica nota triste della stagione, essendosi qualificato male e ottenuto un punto in Arabia Saudita dopo che la preparazione era fallita, ma il britannico era comunque ottimista sul fatto che la squadra stesse facendo abbastanza in pista mentre la fabbrica lavorava sugli sviluppi.

“È un risultato straordinario per noi come squadra. Onestamente, è una cosa positiva”. “Anche se non abbiamo necessariamente migliorato la macchina con queste tre dita, penso che abbiamo davvero estratto più punti possibile.

“Penso da parte mia di aver fatto entrare la squadra [Jeddah] E non ho ottenuto i punti, ma arrivare a quel punteggio è fantastico.

“Preferisco rimanere ottimista. Mancano 20 gare… Sì, il divario è abbastanza grande ora, ma c’è ancora molta strada da fare”.

Ironia della sorte, il rivale Mercedes del 2021 continuerà a correre in questa stagione, ma non c’è dubbio che il marchio tedesco prenderà ciò che può ottenere.

Foto di Mark Thompson/Getty Images.Fonte: Getty Images

Inizia la lunga trasformazione della McLaren

La McLaren potrebbe non essere stata vicina a una vittoria o addirittura a un podio, ma Woking è stato tra i più grandi vincitori di Melbourne grazie al suo tanto necessario punteggio.

Avrebbero potuto sembrare incredibilmente quinto e sesto per Lando Norris e Daniel Ricciardo il mese scorso dopo che la squadra era più lenta di tutto in Bahrain, ma Sakhir sembra sempre più distante e mentre la squadra insiste, la loro forma forte a Melbourne è tornata sulla strada giusta. La sua macchina, quindi, quell’orribile primo round sembra ancora più situazionale.

Piccoli aggiornamenti hanno portato alcune prestazioni, mentre fare giri sul contachilometri dopo un test pre-stagione 2 gravemente handicappato ha sbloccato un carico della benna con maggiori prestazioni. Poi Albert Park ha fatto il resto questo fine settimana.

“Dopo il Bahrain ero ancora molto positivo e sapevo che avremmo potuto fare una svolta”, ha detto Daniel Ricciardo. “Non pensavo davvero che sarebbe successo.

“Nel complesso è stato decisamente meglio, il risultato della squadra è stato enorme rispetto all’altro.

“Parti della gara sono state decisamente più competitive. All’inizio mi sentivo forte a livello medio – penso che avessimo qualcosa per la Mercedes all’inizio, ma poi ci hanno ricordato che erano ancora un po’ più veloci”.

Più formula 1

“Tutto è uguale”: Max furioso per il fallimento della Red Bull Racing “inaccettabile”

‘Non metterlo sotto pressione’: ha rivelato il compagno di squadra di Ricciardo dopo il rimbalzo della Formula 1

AUS GP WRAP: Max è stato scosso dal disastro delle corse; Ricardo ruggisce, Ferrari sferra un duro colpo

Quell’ultima riga è stata il nocciolo della verità in un weekend altrimenti ottimista. Sì, la McLaren ha fatto un grande passo avanti, ma si tratta della loro partenza terribile, la macchina è ancora debole a centrocampo e dietro le prime due e la Mercedes.

Ma ottenere buoni punti li tiene sopra l’acqua nella lotta per la vetta del centrocampo e il quarto posto in classifica, che dovrebbe essere la linea di fondo.

“Sono molto contento del risultato di oggi”, ha detto il team principal Andreas Seidl. “Molto felice con Lando e Daniel. In definitiva, hai bisogno di due piloti forti che riescano a farlo quando conta di più. Hanno mostrato di nuovo questo fine settimana di che classe sono.

“Un risultato come quello di oggi è un grande motivatore per tutti i membri della squadra”.

Foto di Mark Thompson/Getty Images.Fonte: Getty Images

Melbourne fa un emozionante ritorno in Formula 1

Le modifiche al circuito del Gran Premio di Melbourne hanno migliorato le corse questo fine settimana?

Sì e no.

C’erano ancora relativamente pochi sorpassi, ma le vetture correvano senza dubbio di più, con diversi piloti che ne trattenevano gli altri entro un secondo durante la maggior parte della gara senza danneggiare le prestazioni o le gomme, l’effetto combinato delle nuove vetture e un circuito più fluido.

C’era un elemento del treno DRS – molte carrozze entro un secondo l’una dall’altra e quindi incapaci di sfruttare il DRS a causa del fatto di averle tutte, neutralizzando il loro vantaggio – questo non è certo unico per Albert Park. Ma potrebbe aver parlato della rimozione tardiva della terza divisione del DRS sabato, il che sarebbe stato sufficiente per sbloccare la situazione in quei combattimenti e aprire lo spettacolo.

“Ovviamente c’è molto che può essere cambiato e cambiato essendo una pista da strada, quindi cerchi di fare del tuo meglio”, ha ammesso Ricciardo, che è stato coinvolto nelle mod.

“Forse abbiamo avuto qualche sorpasso alla curva 9 con [the removed] DRS lì.

“Forse è semplice come aggiungere quella quarta zona e quel tipo di riattivarla”.

Foto di Kon Kronis/AFP.Fonte: Agence France-Presse

Le vetture avranno sviluppato più carico aerodinamico entro il prossimo anno, il che potrebbe convincere la FIA a riportarle indietro dopo che sono state rimosse per motivi di sicurezza.

Ma mentre la scena potrebbe essere imperfetta, non c’è stato alcun dubbio sulla risposta di Melbourne al ritorno della F1 in città dopo una pausa di 756 giorni tra le gare.

Nel corso di quattro giorni, circa 419.114 persone hanno partecipato al Gran Premio d’Australia, di cui 128.294 solo domenica, il più grande nella storia dell’evento di Albert Park e il maggior numero di persone a partecipare a un evento sportivo del fine settimana nella storia di Melbourne. L’atmosfera era carica, anche giovedì, quando solo le classi di supporto erano sulla buona strada.

Puoi attribuire l’entusiasmo a un numero qualsiasi di cose – la mancanza di azione negli ultimi due anni, l’effetto Drive to Survive, il bel tempo autunnale – ma l’entusiasmo di Melbourne per la F1 chiaramente non è mai stato così forte e sei a corto trovare qualcuno ad Albert Park questo fine settimana non è stato felice di rivedere il Gran Premio d’Australia in calendario.