Gennaio 24, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Richard Rogers: muore a 88 anni l’ingegnere Pompidou e Millennium Dome | edificio

L’architetto britannico Richard Rogers, noto per aver progettato alcuni degli edifici più famosi al mondo tra cui il Centre Pompidou di Parigi, è morto all’età di 88 anni.

Rogers, che ha cambiato lo skyline di Londra con creazioni iconiche come il Millennium Dome e “Cheesegrater”, “è morto in silenzio” sabato sera, ha detto alla stampa Matthew Freud dell’agenzia di comunicazione di Freud.

Anche suo figlio Roe Rogers ha confermato la sua morte al New York Times, ma non ha detto perché.

L’architetto di origine italiana ha vinto una serie di premi per i suoi progetti, tra cui il Pritzker Prize 2007, ed è uno dei pionieri del movimento dell’architettura “high-tech”, caratterizzato da strutture che incorporano materiali industriali come vetro e acciaio.

Veduta del Millennium Dome nel 1999 Foto: DEA/S. Lombardi Vallauri/De Agostini/Getty Images

È uno dei fondatori del Centre Pompidou francese – inaugurato nel 1977 ed è meglio conosciuto per la sua facciata multicolore e profilata – progettata dall’architetto italiano Renzo Piano.

Altri noti progetti di Rogers includono la Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo e il Third World Trade Center di New York, nonché le lounge aeroportuali internazionali di Madrid e Heathrow a Londra.

Nato a Firenze nel 1933, suo padre era un medico e sua madre era un’ex allieva del famoso scrittore irlandese James Joyce. La famiglia fuggì dalla dittatura di Mussolini e si stabilì in Inghilterra nel 1938.

Centro Pompidou
Centro Pompidou nel 2007 Foto: Loic Vince/AFP/Getty Images

Londra era infelice. La famiglia era comodamente borghese in Italia, ma il reinsediamento li ha spostati in un appartamento di una stanza con un contatore a gettoni per il riscaldamento.

“La vita è passata dal colore al bianco e nero”, ricorda Rogers nella sua autobiografia del 2017 A Place for All People.

Anche la scuola non potrebbe essere più facile. Rogers aveva la dislessia in un momento in cui non c’era diagnosi della condizione ed era “stupido”, Ha detto al Guardian nel 2017.

Era infelice, ha detto nella sua autobiografia, “piango fino a dormire ogni notte, anni di miseria”.

Lasciò la scuola nel 1951 senza alcun titolo di studio ma riuscì ad entrare all’Architectural Association School di Londra, nota per la sua modernità.

Ha completato i suoi studi di architettura alla Yale University negli Stati Uniti nel 1962, dove ha incontrato il suo collega, l’architetto britannico Norman Foster.

Corte europea dei diritti dell'uomo
Corte europea dei diritti dell’uomo, vista qui nel 2018 Foto: Frédéric Florin/AFP/Getty Images

Sebbene gli edifici fossero il mondo di Rogers, ha insistito sul fatto che lo spazio intorno a loro fosse la chiave per determinare quali funzionassero.

“I due non possono essere giudicati separatamente”, ha detto al Guardian nel 2017.

“Le Torri Gemelle di New York, per esempio. Non erano grandi edifici, ma la distanza tra loro lo era”.

READ  I ricercatori recuperano antiche zanne di mammut durante una spedizione nelle profondità marine