Ottobre 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Recensione Italia 2021: cosa ne pensano gli italiani dell'”effetto Draghi”?

Fino a poche settimane fa, anni di instabilità politica e declino economico sembravano essere un ricordo del passato in Italia, e con tanta incertezza che incombe sui prossimi mesi, gli italiani stentano a prevedere il nuovo anno.

Il primo ministro Mario Draghi ha il merito di aver riportato stabilità e fiducia nel Paese, ma se si dimetterà per diventare presidente, il nuovo entusiasmo potrebbe presto finire.

Gli italiani sembrano divisi sul fatto che “l’effetto Draghi” e ciò che il Paese ha ottenuto debba durare.

“Se Mario Draghi si dimette da primo ministro, tutto tornerà come prima. I partiti politici si stanno combattendo mentre l’estrema destra torna al potere”, ha detto un uomo a Euronews.

“Sarà un altro anno difficile, ma penso che ci sentiremo tutti più ottimisti, perché molte cose sono migliorate. Molto dipenderà dalla permanenza o meno di Draghi. Penso che i commenti positivi che abbiamo ricevuto dalla comunità internazionale siano basato.”

Sotto la guida di Draghi, l’economia del Paese è cresciuta, con un PIL che dovrebbe crescere di circa il 6% quest’anno, anche grazie ai fondi Ue per la ripresa ea un nuovo insieme di riforme.

Il tasso di vaccinazione in Italia è tra i più alti d’Europa, ma l’emergenza COVID-19 è tutt’altro che finita.

“Purtroppo dovremo aspettare un po’ prima di poter dire che l’epidemia è finita e che siamo fuori pericolo”, ha detto una donna italiana a Euronews.

Questo problema si aggiunge ai problemi di lunga data del paese, inclusa la disoccupazione giovanile, e non basta un solo mandato statale per risolverlo.

Un residente italiano ha rivelato: “Penso che il cosiddetto ‘effetto Draghi’ non sia mai esistito, penso sia stato creato dai media e non abbia portato quei benefici che gli italiani speravano.

READ  Legalità della pubblicità dei prodotti CBD in Europa, rapporto 2022 - Focus su Belgio, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Spagna e Regno Unito - ResearchAndMarkets.com | Affare

L’Italia è nota per essere un paese di “vecchi”, con persone che affermano che l’attenzione del governo è stata per troppo tempo sugli anziani e che desiderano offrire alle generazioni più giovani maggiori opportunità.

È troppo presto per dire se gli italiani stiano diventando più ottimisti sul proprio futuro sulla scia delle previsioni positive di crescita economica del Paese, ma sono fiduciosi che le riforme avviate da Mario Draghi saranno supervisionate e attuate nei prossimi mesi.