Giugno 25, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Recensione della soundbar Sonos Ray: piccola e grande

Non è un segreto che Sonos abbia dominato il finale premium della scena audio negli ultimi anni. Fornendo un suono di alta qualità e una connettività senza interruzioni, è sicuramente difficile discutere con i risultati degli altoparlanti Sonos Arc o Sonos Sub. Poi c’è un prezzo. Mentre alcuni potrebbero essere scoraggiati dal costoso investimento, Sonos ha deciso di cimentarsi in alcune opzioni economiche, offrendo il più piccolo Sonos Beam, ottenendo il plauso della critica. Entra in Sonos Ray. Questo piccolo subwoofer funge da fratello minore di Arc e Beam, con l’obiettivo di fornire un suono di alta qualità nel tuo salotto. Sebbene Sonos abbia fatto qualche passo indietro per portare il Ray sul mercato a un prezzo inferiore rispetto al Beam, non c’è dubbio che Sonos Ray rivaleggia o supera la maggior parte dei diffusori della sua classe.

disegno

Sonos Ray entra nella gamma Sonos come il più piccolo diffusore disponibile, con soli 55 cm di larghezza. Sia semplici che eleganti, si adattano perfettamente alla maggior parte dei soggiorni e sono disponibili in bianco o nero. Sembra anche la parte adatta per il suo fratello maggiore, con una griglia in policarbonato e i soliti controlli touch nella parte superiore per riprodurre e mettere in pausa i media, mentre si regola il volume.

Proprio come il valore, questa dimensione più piccola ha un costo. Dotato di una coppia di mid-woofer e subwoofer, Sonos ha ristretto il più possibile in altoparlanti di queste dimensioni, bypassando alcune delle funzionalità premium per cui Sonos è noto, come la decodifica Dolby Atmos predefinita e il supporto HDMI. Il singolo contatto ottico è abbastanza facile da configurare con qualsiasi TV, ma qui lascia poco a desiderare, poiché il Beam, che costa solo poche centinaia di dollari, include entrambe queste funzionalità.

READ  Le schede grafiche Intel Xe DG2 saranno mostrate al CES 2022 - Recensione Byron

prestazione

Queste scelte di design possono sembrare critiche, ma quando si tratta di una qualità del suono assoluta, Sonos Ray brilla davvero. Come accennato in precedenza, la gamma media e i subwoofer di Sonos Ray offrono ampia gamma e potenza per la maggior parte delle situazioni audio, inclusi giochi, film e TV in generale. Il suono è generalmente chiaro e raramente si ottiene un crepitio negli scenari più alti. Tuttavia, vale la pena notare che, a differenza di Beam e Arc, i Ray sono solo altoparlanti stereo, il che significa che la maggior parte della gamma dinamica che riempie tutti e quattro gli angoli della stanza potrebbe mancare nelle aree di visualizzazione più grandi.

Quando ascolto la musica, paragono Sonos Ray all’altoparlante Sonos One. Mentre Sonos One è un altoparlante intelligente, Sonos Ray purtroppo manca del controllo vocale. Tuttavia, direi che il suono generale è più chiaro e nitido di qualsiasi altro diffusore a questo prezzo, il che dimostra un suono pieno e bassi competenti.

A differenza di Beam e Arc, Sonos Ray non ha il supporto HDMI, lasciando agli utenti una connessione via cavo ottico. Sebbene una connessione HDMI sia sempre la strada da percorrere ove possibile, non sono stato sorpreso di vedere che la qualità audio era in gran parte senza compromessi. Come accennato in precedenza, ciò significa che funzionalità come Dolby Atmos sono assenti qui. Questo mi porta a credere che Sonos sia ben consapevole delle critiche, suggerendo sottilmente che questi non sono solo altoparlanti economici, ma progettati per soggiorni e camere da letto secondarie.

Sonos Ray mi ha sorpreso per la maggior parte del tempo, ma si è distinto in un reparto in particolare; Chiarezza della voce. Molti incontreranno problemi durante la visione di film Blu-Ray e 4K in cui i dialoghi sono incredibilmente bassi mentre gli effetti e la musica sono molto rumorosi, rendendo l’esperienza complessiva sbilanciata. Con l’inclusione di un’opzione di miglioramento del parlato, Sonos Ray aumenta il volume generale lasciando l’esperienza residua in gran parte tattile, che è un must per i normali spettatori di film come me.

READ  L'ultimo spin-off di League of Legends di Riot arriva su Netflix Games come esclusiva mobile

Carriere

L’app Sonos è ancora una volta il tuo hub per il controllo e la personalizzazione completi, che si adatta perfettamente alla tua configurazione Sonos esistente. Funziona perfettamente anche con tutti i principali servizi di streaming e persino con Apple Airplay 2. Inoltre, l’app Sonos funziona proprio come ti aspetteresti. L’unico aspetto negativo qui è che senza il supporto HDMI, dovrai passare l’audio della TV attraverso la porta ottica e utilizzare l’app Sonos a sua volta per controllare direttamente il volume, a meno che tu non voglia alzarti dal divano e controllare manualmente il volume. Sì, non lo faremo neanche. I telecomandi possono essere sincronizzati con il tuo Ray, ma non tutti i telecomandi sono compatibili, quindi sfortunatamente questo è dovuto a tentativi ed errori.

Sebbene Sonos Ray manchi di un sacco di software accurato come Dolby Atmos, non è privo di alcuni trucchi. Gli utenti dei dispositivi Apple possono sfruttare Trueplay, che consente a Ray di utilizzare il microfono del proprio iPhone o iPad per regolare e migliorare automaticamente il suono in base al suono nella stanza. Sfortunatamente, gli utenti Android non sono attualmente in grado di utilizzarlo al momento della scrittura.

Giudizio e valore

Nel complesso, Sonos Ray offre un suono eccellente a $ 399, battendo la maggior parte se non tutti gli altoparlanti della sua classe. Tuttavia, Sonos ha decisamente tagliato gli angoli per portare quel valore con sé. Se stai cercando un’opzione economica per la stanza d’amore principale, consiglierei comunque Sonos Beam per il controllo vocale e Dolby Atmos. Di conseguenza, la mancanza di ingressi HDMI e Dolby Atmos non è l’ideale, ma l’ottima qualità del suono e il design compatto forniranno sicuramente la soluzione audio che la maggior parte degli utenti cerca, sia per il soggiorno che per la seconda camera da letto.

READ  Ecco un altro RTS australiano per i fan di Age of Empires

quattro stelle su cinque)

Mette in risalto: design elegante; solida qualità del suono; L’opzione di miglioramento del parlato è necessaria per i film
luci: solo altoparlanti stereo; Forte affidamento sull’app Sonos; Nessun ingresso HDMI
il creatore: Sono
prezzo: 399 dollari australiani
A disposizione: 7 giugno

Recensione basata sull’unità fornita da Sonos.