Giugno 25, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Recensione: Cuffie cablate per monitor professionali OneOdio Monitor 60

I testi di Rob J

OneOdio | Informarsi sui prezzi

Quando ho messo gli occhi per la prima volta su queste cuffie, il mio pensiero iniziale è stato: “Wow”. Il OneOdio Monitor 60 Cuffie cablate per monitor professionali Ha una presenza, e non sto parlando della sua riproduzione ad alta frequenza. Sembrano grandi e ipotetici e sembrano quasi causare un infortunio al collo quando indossati, ma non potrebbe essere più lontano dalla verità. Gli schermi degli anni ’60 sono grandi, e per una buona ragione, ma non portano il peso che ci si potrebbe aspettare e offrono un livello di comfort straordinario che rende l’ascolto un piacere. Diamo un’occhiata più da vicino.

Leggi altre recensioni sui prodotti quaggiù.

Naturalmente, la dimensione fisica è la prima cosa che dobbiamo affrontare. Il monitor degli anni ’60 è un solido set di lattine e mi ricorda alcune cuffie da studio che usavamo negli anni ’90. Ora, questa non è una vecchia foto di revival, poiché anche il team di progettazione aveva bei ricordi di lattine grandi e voleva ricreare un aspetto. Le custodie sono progettate per ospitare i driver che costituiscono la spina dorsale dell’audio del Monitor 60. All’interno dell’ampio alloggiamento è presente un driver al neodimio da 50 mm che offre molto ingombro e non ha molto peso.

Sono dotati di grandi cuscinetti in schiuma al tatto in pelle che coprono completamente le orecchie per mantenere quel suono. Soprattutto, poiché è un cuscino così spesso, lasci molto spazio tra l’orecchio e il conducente reale. Ciò ti consente di sentire il suono nell’aria, piuttosto che come una vibrazione dall’alloggiamento esterno del conducente. Il risultato è un suono imponente, pieno di vita e di risposta. È come sedersi tra due monitor da studio e spegnere tutti i riflessi e il rumore ambientale nella stanza.

READ  Test della custodia Ice-Skin di Oppo Find X5 Pro

Al di sopra dello spazio che creano, i cuscinetti offrono una vestibilità molto confortevole. Copre completamente le orecchie con un tocco morbido sul materiale esterno simile alla pelle. Ma il memory foam all’interno consente ai cuscini di trovare una posizione di naturale relax sopra le orecchie e di non schiacciarsi contro la testa. Ciò significa che anche durante sessioni di ascolto prolungate, le tue orecchie non si sentiranno affaticate dalla pressione costante su di esse. Il cinturino adiacente è regolabile per adattarsi a teste di qualsiasi dimensione, anche un teschio di grandi dimensioni. Quindi trovare una vestibilità comoda ha richiesto solo alcuni piccoli aggiustamenti per portare i cuscinetti esattamente dove li voglio. È anche imbottito, lungo il bordo superiore, quindi qualsiasi parte degli schermi degli anni ’60 che ti tocca è morbida e confortevole. Con un solo cavo che esce dall’auricolare destro, ti assicura di non rimanere intrappolato durante la navigazione nel mixer, in studio o in chiosco.

Quindi, per design e vestibilità, queste cuffie spuntano tutte le scatole. Ora arriva il fattore più importante, il suono. Ho provato e testato centinaia di cuffie negli ultimi due decenni. Ho recensito oltre cento paia di cuffie ai miei tempi con la rivista Mixdown e molte hanno venduto per oltre 10 volte il prezzo del Monitor 60s. Con questo in mente, posso onestamente dire che queste cuffie reggono il confronto quando si tratta di chiarezza audio. Sembra che tu abbia appena speso una quantità disgustosa di denaro.

Di volta in volta, vediamo affermazioni di risposte in frequenza completamente piatte nelle cuffie in tutti i segmenti di mercato. Oltre ad essere selvaggiamente false, tali affermazioni non sono esattamente perfette con un paio di altoparlanti sopra le orecchie e non sono influenzate dalle caratteristiche ambientali e dai riflessi. Quindi, è divertente vedere che gli schermi degli anni ’60 non pretendono di avere una risposta in frequenza piatta, in realtà hanno un suono accuratamente scolpito che in realtà sembra piatto, quando è abbastanza distante.

READ  NAMM 2022: Focusrite introduce le nuove interfacce di podcasting Vocaster

C’è un aumento di circa 100 Hz, un minimo di circa 4 kHz e un picco fino a 7 kHz, tra una miriade di altre sottili modifiche. Il risultato è un suono chiaro che consente di ascoltare chiaramente la voce, ma non viene spinto in avanti nel mix. Ha un'”aria” per il suono che fornisce la sensazione di una stanza da studio, senza che lo studio sia effettivamente lì. Raccoglie l’immagine acustica completa e la fa suonare naturale. Ed è proprio quella che dovrebbe essere la vera risposta in un paio di cuffie, la sensazione di assenza di colorazione, l’illusione di una risposta in frequenza costante.

Ma non devi ascoltarmi su quanto suona bene. Queste cuffie sono supportate dalla verifica Sony Hi-Res Audio. Ciò significa che le cuffie OneOdio Monitor 60 sono state testate e hanno dimostrato di offrire audio ad alta risoluzione secondo uno standard fissato da Sony per la riproduzione audio digitale. Questi non sono progettati solo per l’ascolto di CD. Puoi aspettarti nitidezza e qualità del suono durante il ripping di file digitali ad alta risoluzione senza perdere la qualità del suono durante la riproduzione. Tutto bene e buona registrazione a frequenze di campionamento di 96k, ma se non riesci a sentire la differenza, stai solo masticando spazio su disco senza motivo. Con Sony che prova queste cuffie, puoi essere certo che sarai in grado di ascoltare quella qualità extra che si trova nelle registrazioni HD.

Puoi usarlo in studio per il monitoraggio, il missaggio e l’editing, puoi usarlo nella cabina del DJ per situazioni ad alto volume o puoi semplicemente usarlo sul divano quando vuoi davvero divertirti ad ascoltare un po’ di musica. Puoi essere certo che saranno molto comodi da indossare e forniranno un’incredibile riproduzione del suono. Non vorrai togliere queste cuffie!

READ  Samsung Galaxy Tab A7 Lite I migliori prezzi di aprile 2022

dirigersi verso OneOdio Per più.