Settembre 29, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Realizzato presso il Fund Building Fashion Group in Italia

Milano – Le aziende italiane stanno esplorando nuove partnership e ampliando le proprie filiere acquisendo produttori specializzati. Allo stesso tempo, sono sempre più attivi i fondi a corto di liquidità, che bussano alla porta di imprenditori che molti anni fa non pensavano nemmeno di consentirli. Un modo per proporre un obiettivo comune e concentrarsi sullo sviluppo di un progetto specifico: le basi per qualsiasi acquisizione, sostiene Morro Grange, partner di Mate Italia I fondi gestiti da Quadrivio e Pampianco investono in vino, cibo, bellezza, moda e arredamento.

Dal momento che il fondo ha investito in 10 società italiane, il fondo ha investito il 120% in tutto, da Lino e Rosandica a Tondap e GCTS e, più recentemente, la quota di maggioranza nei marchi di scarpe Goud e Audrey. Ex Gucci Ed è diventato anche un investitore in Golden Goose Presidente Patricio de Marco Made Italia Finance e nominato presidente del governo e Audrey.

Altro da WWD

Grunge interpreta anche il CEO di Fine Sun, oltre ai marchi sopra citati. GCTS, questo Agisce in modo indipendente. Grange ha detto che il business da 100 milioni di , Fine Sun ha un margine del 25% sui ricavi prima di interessi, tasse, ammortamenti e mutui.

“Dopo il 120% di Lino, non miro a creare un team attraverso l’integrazione industriale, ma a fornire una visione unica senza rovesciare le aziende attraverso la stabilizzazione, la comunicazione, il marketing e l’integrazione aziendale sotto un unico controllo centrale”, ha affermato Grange.

Amministratore e imprenditore amorevole ed eloquente, Grunge crede fermamente nella competenza. Ad esempio, dopo il 120% di linoleum, leader nell’abbigliamento in lino e fibre naturali, il fondo ha investito nel marchio di accessori Rosantica, E Tondap, che produce abbigliamento in denim. Ha descritto Audrey e Goud come “la ciliegina sulla torta”, che secondo lei risponde alla crescente domanda di abbigliamento sportivo elegante. “Il business è difficile se non sei specializzato, dobbiamo cercare di essere i migliori in una categoria.

READ  Il risarcimento è in corso, il caso della Marina Militare Italiana si aggiorna

Grange ha rivelato che si prende cura di un’altra azienda di abbigliamento italiana, che si è rifiutato di rivelare. Alla domanda su come sceglie gli investimenti, ha detto che “un prodotto interessante” è il primo elemento chiave. “Viaggio sempre e sono più interessato. Sono curioso quando vedo un prodotto originale, non una brutta copia di qualcos’altro. Storia stabile e un pareggio.

Il fondo mira ad aggiungere valore ai marchi a livello globale e Grunge ha sottolineato che non vengono effettuate acquisizioni effettuando un’acquisizione. “Il modo in cui lavoriamo non è così”, ha osservato.

Crede che gli imprenditori ora siano più aperti agli investitori come il fondo Made in Italy, che ha ricevuto 300 milioni di euro, perché vogliono aiutare e non vendere le loro aziende. “Possiamo trovare i manager giusti per loro e lavorare all’interno delle loro aziende e far crescere la loro attività insieme. Non abbiamo urgenza”. Ritiene che questo metodo di lavoro sia ancora più importante nella sofisticata industria della moda, che è “un inizio continuo. Ogni stagione è un inizio, non puoi semplicemente pagare soldi a queste aziende, è tutto mondo connesso e non puoi ignorare nessun punto .

L’obiettivo è proteggere il marchio, collaborando con i proprietari o con il management esistente. “Non ho un contratto per consegnare ordini, questo non è il mio obiettivo”, ha detto Grange. “Vogliamo aiutarli dando loro una visione e un supporto per prendere decisioni coraggiose che non possiedono. Spesso i fondatori di un’azienda hanno bisogno di guardare le cose da una prospettiva diversa e noi forniamo una prospettiva esterna.

Ad esempio, questo ha aiutato Rosandica ad aprire negozi negli Stati Uniti e il marchio prevede di lanciare un flagship in Via Spica a Milano da metà ottobre a metà novembre. Il 120% può dire lo stesso per Lino, la cui attività era locale ed europea-centrica prima dell’acquisizione. Nonostante l’epidemia, abbiamo aperto cinque negozi negli Stati Uniti e raddoppiato le entrate dal 2019. Abbiamo aiutato [founder] Alberto [Peretti] Con una motivazione fiduciosa quando si prendono dei rischi “, ha osservato Grange.

READ  L'Italia include Verratti infortunato nella rosa ad interim degli Europei

È un convinto sostenitore del mercato statunitense, con il 120% di Lenovo che ha 11 negozi diretti e Socks è disponibile nei principali grandi magazzini dalla Fifth Avenue a Nordstrom. La società ha un fatturato al dettaglio di oltre $ 1 milione negli Stati Uniti al mese.

È orgoglioso di essere la “più forte organizzazione e organizzazione americana” e uno showroom a due piani a New York, che consente al marchio di soddisfare tutti i marchi. “Questa è un’integrazione in cui crediamo”, ha detto. “Ricevere un feedback internazionale è molto importante e il 120% delle relazioni che costruiamo in Lino America sono molto influenzate dalle forme e dai moduli eleganti che completano il sapore americano pur essendo fedeli al marchio”.

Questo è importante per Grange. Non distorcerà mai il noto marchio Audrey Scarpe da ginnastica Ad esempio “forma americana in generale e bandiera americana”, con scarpe oxford.

Ha riconosciuto che c’erano alcuni problemi con lo sviluppo Dontup, che è stato acquistato a marzo Da L. Catterton. “Il tipo di denim è congestionato e autonomo, ma ascolto i clienti e la catena di approvvigionamento e ci lavoro.

I precedenti proprietari hanno lavorato per creare una collezione total look, anche se Grunge non vuole respingere del tutto questi tentativi, crede nel concentrarsi sugli elementi del denim “con un occhio alla moda e all’innovazione”. Non ha negato che fare denim sia molto inquinante, e ha sottolineato che sta lavorando con l’amministratore delegato Matteo Fear per trovare alternative per il futuro.

“Devi fare la cosa giusta, ricercare i prodotti giusti e le tendenze giuste perché il cliente si aspetta da te”, ha concluso Grange.