Dicembre 4, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Rafforzare la cooperazione verso sistemi energetici intelligenti

È stato co-organizzato dall’Agenzia internazionale per l’energia, dal Ministero italiano per la trasformazione ambientale e dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente

Data: Martedì 14 novembre 2022 d.C volta: 13:00 – 14:00 Padiglione Italia

sfondo

Lo scenario netto zero dell’IEA mostra la necessità di maggiori investimenti nelle reti e la digitalizzazione della rete, in particolare nelle economie emergenti. Investimento annuale nella digitalizzazione Rete elettrica Deve aumentare di otto volte entro la fine del 2020 (rispetto al 2016-2020) incontrare 1Obiettivo climatico 5 gradi. Per affrontare questa sfida, è necessario adottare misure nei settori della regolamentazione, del finanziamento e della tecnologia e la cooperazione internazionale può aiutare a scambiare esperienze e accelerare l’attuazione. Di recente sono state avviate numerose iniziative, con obiettivi di reciproco sostegno intorno alla decarbonizzazione dei sistemi energetici e al ruolo delle soluzioni digitali, tra cui:

Il Iniziativa per le reti elettriche digitali orientate alla domanda dell’Agenzia internazionale per l’energia (3DEN) L’iniziativa, supportata dal Ministero della Trasformazione Ambientale italiano, mira a supportare i paesi ad accelerare i progressi nella decarbonizzazione del sistema energetico, nella digitalizzazione e nell’uso efficiente delle risorse lato domanda attraverso orientamenti politici, regolamentazione, tecnologia e investimenti. Da questo punto di vista, l’AIE sta sviluppando linee guida e analisi per aiutare il processo decisionale nelle economie emergenti, in particolare sulle opportunità di maggiori investimenti nelle infrastrutture energetiche, e garantendo che i benefici associati agli investimenti digitali siano ampiamente condivisi. L’iniziativa 3DEN ha un focus globale, con priorità nazionali primarie come Brasile, Colombia, Marocco, Tunisia, India, Indonesia, Sud Africa, America Latina, Africa e regioni dell’ASEAN.

Il Ministero italiano per la Trasformazione Ambientale e il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente hanno recentemente annunciato il loro sostegno all’attuazione del Progetti pilota in Brasile, Colombia, India e Marocco, Esaminando diversi approcci su come la digitalizzazione può contribuire a sistemi energetici resilienti e resilienti. I progetti selezionati forniranno l’opportunità di acquisire conoscenze sul campo, testare nuovi approcci e diffondere conoscenze che alimenteranno Iniziativa 3DEEN مبادرة.

READ  Una gestione efficiente dell'acqua nelle Alpi è fondamentale per la sicurezza energetica dell'UE

Acceleratore di trasmissione dell’energia regolamentare (RETA) Si tratta di un’iniziativa creata per migliorare la capacità delle autorità di regolamentazione di accelerare le transizioni di energia pulita. Lavora direttamente con le autorità di regolamentazione dell’energia al fine di facilitare la condivisione delle conoscenze, l’apprendimento tra pari e la leadership di pensiero su questioni normative. Il Programma Accelerator alla COP26 è stato lanciato da Ofgem, IEA, IRENA, RMI e Banca Mondiale insieme a più di 20 regolatori di tutto il mondo e continua a crescere.

Il La missione del futuro con l’energia verde (GPFM) è un partenariato pubblico-privato globale, con l’obiettivo di dimostrare che entro il 2030 in diverse aree geografiche e climi, i sistemi energetici saranno in grado di integrare fino al 100% di energie rinnovabili variabili come l’eolico e il solare, nel loro mix di generazione e sostenere il conveniente, sicuro e flessibile. In ciò tabella di marcia comuneGPFM ha individuato le prime 100 priorità di innovazione che devono essere affrontate urgentemente con studi di fattibilità, grandi progetti pilota e dimostratori, a partire da 5 demo nei cinque continenti, Tra il 2022 e il 2024.

l’evento

L’evento riunirà iniziative chiave come 3DEN, RETA e GPFM, nonché organizzazioni internazionali e rappresentanti del settore privato leader e delle economie emergenti come l’Institute of Energy and Resources in India, Eaux Minerales d’Oulmes in Marocco e il Gruppo Enel, per mostrare le strade. Sfruttare la digitalizzazione verso la decarbonizzazione del sistema energetico e raccogliere le loro opinioni sulle opportunità per rafforzare ulteriormente la cooperazione internazionale su questo argomento.