Agosto 15, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Questo specialista risponde: “La stazione continuerà senza di loro”.

lei se ne va. La Russia ha annunciato che lascerà la Stazione Spaziale Internazionale dopo il 2024, con l’obiettivo di creare una propria stazione orbitale. La NASA, che ha detto di non essere stata informata “ufficialmente” L’intenzione russa ha più volte lasciato intendere di voler estendere la Stazione Spaziale Internazionale fino al 2030.

In un contesto internazionale teso tra Russia e Occidente, con la guerra in Ucraina, e mentre i cosmonauti americani e russi sono stazionari stabilmente sulla Stazione Spaziale Internazionale, quali sono le conseguenze di questa decisione? Francia occidentale Prova ad analizzare la situazione contattando Isabelle Sorbes-Verger, ricercatrice del Centro nazionale per la ricerca scientifica e specialista in questioni spaziali. Manutenzione.

L’annuncio dell’uscita della Russia dalla Stazione Spaziale Internazionale è una sorpresa?

Non ci sono sorprese. Si sapeva da molto tempo che era stata fissata la data iniziale dell’adeguamento della posizione della Stazione Spaziale Internazionale, stabilita da un trattato internazionale. Era stato addirittura inizialmente proposto da Donald Trump per l’anno 2024, data in cui gli americani intendono tornare sulla luna, anche se oggi non sappiamo dove sarà il programma lunare americano in questa data.

La dichiarazione russa non è un grande cambiamento. Comunque, la Stazione Spaziale Internazionale ha più di vent’anni e sta iniziando a fare molto di più. Più si invecchia, più è costoso mantenere i soldi. Quindi è un pozzo di soldi per tutte le parti. I russi si fermeranno il prima possibile. Soprattutto perché in futuro, con il dispiegamento di SpaceX e Origin, verranno ordinati meno voli sulla Soyuz.

Nel 2014, in un periodo di grande tensione tra i due Paesi, alla guida di Roscosmos [l’agence spatiale russe] In precedenza, hanno minacciato gli americani che avrebbero dovuto raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale usando un trampolino. Gli americani oggi hanno Elon Musk [patron de SpaceX] E Jeff Bezos [patron d’Origin], che consente loro di decollare dagli Stati Uniti, nelle proprie capsule. Nel 2014 il ritiro della Russia è stato molto sconvolgente; Nel 2024 sarà meno noioso.

READ  "A Huge Memory", la vita della paleontologa Eve Coppins

L’attuale contesto della guerra in Ucraina ha avuto un ruolo in questa affermazione?

Con la guerra in Ucraina, i russi furono ostracizzati da altri paesi, del tutto legittimamente. Con questo annuncio, stanno segnalando la loro volontà di riprendere il controllo di un argomento che potrebbe sconvolgere gli occidentali.

Ma sono passati due anni da quando è diventato chiaro che la Russia non collaborava più con la NASA, nei programmi, data di inizio dei programmi americani intorno alla Luna [projet de petite station spatiale internationale installée à proximité de la Lune] Ciò stabiliva le regole che tutti gli altri paesi devono accettare.

Questa decisione accelererà la distruzione della Stazione Spaziale Internazionale?

Non è la partenza dei russi che precipiterà la fine della Stazione Spaziale Internazionale, quanto piuttosto l’avanzamento del programma lunare americano. Oggi la stazione continua a svolgere il suo ruolo ma è troppo costosa e la NASA non vorrà mantenere la stazione intorno alla luna e il budget della ISS. Questo è ciò che sarà decisivo e più decisivo del ritiro russo.

Senza i russi, la Stazione Spaziale Internazionale sopravviverebbe?

Le prime due unità della stazione sono due unità sovietiche. Gli americani sanno come farli funzionare, anche se le tecnologie sono russe. In ogni caso, la ISS sopravviverebbe senza i russi, se ciò accadesse, perché è molto probabile che si ritirino dalla ISS ben dopo questa data per pochi dollari.

La grande domanda è: come si ritireranno i russi e come si svolgeranno i negoziati per gestire questa partenza dei russi? La loro cooperazione si basa su un trattato internazionale, che deve essere rinegoziato.

READ  Obiettivi ambientali validati da SBTi.

Quali sono le conseguenze della scomparsa della Stazione Spaziale Internazionale per gli europei altamente rappresentati tra gli astronauti a bordo?

Per gli europei, questa non è una buona notizia. Fanno molti esperimenti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale e vogliono che duri il più a lungo possibile. Ma gli americani sono i leader.

Europa è un partner della stazione dell’orbita lunare statunitense, ma non è un partner critico. Per l’Agenzia spaziale europea le cose sono già incerte e questa affermazione aggiunge incertezza.

Quale futuro si profila per la Russia come potenza spaziale?

Il ruolo della Russia come potenza spaziale è stato comunque ridotto per un po’ di tempo perché non investe in scienza ed esplorazione. La missione spaziale Exomars, in collaborazione con l’Europa, non ha potuto svolgersi. È stato posticipato a causa del Covid e, nell’attuale contesto di guerra, sappiamo che non se ne andrà mai.

Neanche la Russia ha mostrato grandi progetti, a parte il lancio del telescopio Spektr-RG nel luglio 2019.

Non ha un grande budget, lo possiamo vedere. Gli Stati Uniti hanno quasi dieci volte il budget annuale dei russi nello spazio. Lo spazio richiede nuove tecnologie, come l’intelligenza artificiale, tutte aree in cui la Russia non ha investito.

Attenzione, la Russia non scomparirà, continuerà con i suoi bombardieri, ma sarà difficile essere una potenza trainante.

Vedremo una nuova geopolitica dello spazio? Possiamo vedere il riavvicinamento tra Russia e Cina, per esempio?

Questo è qualcosa che è stato annunciato diversi mesi fa. Insieme faranno un programma di esplorazione lunare, con due missioni russe sulla luna in programma.

READ  Sarai affascinato dal clone più grande del mondo (e potrebbe essere immortale)

Ma la domanda è: la Russia, nello stato in cui sarà e con i soldi spesi per la guerra, sarà in grado di restituire così tanti soldi a costosi progetti spaziali?