Luglio 2, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Questi topi si divertono a giocare a nascondino!

La Casa della Scienza è come una raccolta di storie. Belle storie che raccontano i quartieri in tutta la loro freschezza. Ma anche in tutte le sue complessità. Arco per ammirare i tesori del mondo. In questo nuovo episodio, passiamo alla scoperta del non amato: il Topo.

Sarai interessato anche a te


[EN VIDÉO] Empatia nei topi
Il topo libera la sua controparte da una gabbia stretta per simpatia: in 5 giorni riesce ad aprire la porta per la prima volta (“prima apertura”); Dopo i 12 diventa un esperto (“ultima apertura”). © Ben-Ami Bartal et al. 2011, Scienza

ratto. In generale non ha una buona stampa. Senza dubbio, perché conserviamo nella nostra memoria collettiva il ricordo di queste persone Epidemie terribili, a partire dal Sopra In particolare, si è diffuso in tutto il mondo durante la nostra storia. E perché il piccolo opportunista ama attaccare le nostre riserve di cibo.

Tuttavia, dobbiamo sapere che il topo non è sempre così dannoso come si potrebbe immaginare. In città, ad esempio, divora i nostri rifiuti che, altrimenti, ostruirebbero le fogne. Si dice che i topi a Parigi eliminino fino a 800 tonnellate di spazzatura al giorno!

In alcuni paesi, i topi sono stati addestrati per compiti sorprendenti. Dal lato del Mozambico, i topi giganti del Gambia – la cui popolazione umana locale adora… la carne – hanno imparato a individuare le mine. Perché i topi hanno Odore Particolarmente buono. E hanno un vantaggio rispetto ai cani nel saper lavorare in completa autonomia pur essendo facilmente trasportabili da un campo all’altro. Ma soprattutto, non pesare abbastanza da causare un’esplosione mentre sta accadendo suona il mio. Sulla stessa falsariga, la polizia scientifica olandese usa i topi più classici per trovare resti in polvere.

READ  Quando la scienza è tenuta in ostaggio

Ma torniamo al tema. O meglio per i nostri topi che amano il nascondino. Sapevi che molti animali amano giocare tanto quanto i nostri bambini? Gatti e cani ovviamente. I ricercatori ci dicono che così fanno i delfini, le lontre, i corvi e i coccodrilli. Nota che per gli scienziati il ​​gioco è volontario e spontaneo. Parlano di attività ricreative volontarie.

Per divertirti a giocare

Per saperne di più su questa attrazione per il giocattolo, i ricercatori hanno voluto insegnare ai topi che Giocare a nascondino. Sei giovani ratti sono stati addomesticati per la prima volta. Accarezzandoli, inseguendoli e facendogli il solletico. Sembrano amarlo. Poi i ricercatori hanno insegnato ai topi il ruolo dello studente. Senza troppe difficoltà. Imparare il ruolo della persona nel nascondersi è stato più difficile. Ma l’intera cosa è stata fatta solo per una ricompensa, e qualche omaggio per conto dei loro partner umani.

Alla fine, i topi non hanno tardato a intervenire, sia da parte di chi cerca che da parte di chi si nasconde. Hanno imparato a giocare secondo le regole. Hanno imparato a cercare gli umani dopo averli messi in una scatola opaca. Sanno anche che una scatola opaca è un nascondiglio più sicuro di una scatola trasparente.

Hanno persino imparato a cercare prove di occhi di topo maliziosi e hanno mantenuto i loro antichi nascondigli per i loro compagni umani. Dimostrando capacità cognitive superiori immaginando il punto di vista dell’altro, alcuni topi hanno persino imparato a cambiare nascondiglio mentre giocano per sfuggire all’essere umano che li cerca.

durante Durata Dal gioco, i topi emettevano grida di gioia – tranne quando si nascondevano e non dovevano essere notati, un’ulteriore prova che i topi hanno la capacità di esaminare il punto di vista dell’altro. – Era soddisfatta dei caratteristici piccoli salti. Infine, forse la cosa più sorprendente di tutto questo è che i topi sono stati molto desiderosi di giocare con gli umani. Anche se questo deve ancora essere dimostrato in modo più accurato. Sostituendo gli umani con le bambole, per esempio.

Il motivo per cui è stato dimostrato che i topi si dedicano ai giochi a nascondino rimane poco chiaro. Alcuni sentono che stavano solo pensando alla ricompensa che li stava aspettando. E altri vogliono credere che i topi si siano comportati altrettanto altruisticamente, come fanno i nostri figli. Per il puro divertimento del gioco, un’ipotesi interessante sembra voler essere convalidata dal comportamento dei topi nel corso degli esperimenti. Comunque, sembra che il topo… non sia così stupido!

Ti interessa quello che hai appena letto?