Febbraio 3, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Queste donne afgane stanno rischiando la vita per protestare contro il divieto dei talebani all’università

Quando i talebani hanno annunciato che le donne non potevano più andare all’università, Basira ha risposto come faceva ogni volta che le veniva tolto un altro diritto: ha iniziato a protestare per le strade di Kabul.

Un piccolo gruppo di giovani donne ha marciato con perspicacia e ha cantato: “Trionferemo sull’ingiustizia e prevarremo”.

La maggior parte ha il volto coperto in linea con le regole talebane, quindi sono irriconoscibili, mentre altre indossano solo il velo, unite e pronte a far sentire la propria voce.

Ma non c’è voluto molto perché le sirene iniziassero a suonare da un’auto talebana che seguiva le donne.

“Il nostro piano di protesta prevedeva che i talebani aprissero l’università, ma i talebani si sono opposti a questa protesta e hanno arrestato le ragazze e torturato la maggior parte di loro con manette e fruste”, ha detto Basira alla ABC.

“Sono riuscito a scappare con alcune donne, ma le nostre condizioni psicofisiche non sono buone.

Attualmente, la maggior parte dei manifestanti si trova in luoghi sicuri e la maggior parte di loro è scomparsa.

Una donna con un velo bianco e vesti nere tiene un cartello di protesta.
Basira e altre donne che protestano contro il bando universitario dei talebani rischiano di essere picchiate e arrestate se catturate.(fornito)

In tutta Kabul, altre donne si sono rifugiate in case sicure e scuole segrete per organizzare proteste simili, invitando media selezionati a diffondere il loro messaggio in tutto il mondo.

Coloro che sono scesi in piazza sarebbero stati arrestati dai talebani e successivamente rilasciati, ma la famiglia di uno dei manifestanti ha detto ai media locali che era ancora scomparsa.

I manifestanti corrono il rischio di essere picchiati e arrestati, tanti sono costretti a farlo in clandestinità, mentre altri hanno smesso del tutto di manifestare.

READ  Qantas invia un volo di soccorso in Azerbaigian dopo che i passeggeri bloccati sono rimasti all'oscuro | Qantas