Novembre 28, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Quando i medici antivaccini prendono il COVID

Lo scopo dell’incontro in questione era quello di glorificare le “terapie alternative” contro l’epidemia. Tutti e sette potrebbero essere risultati positivi o avere sintomi “entro pochi giorni” dall’incontro.

Il cardiologo Bruce Burrows, uno dei Sette, per esempio, ha detto il 6 novembre, Durante questo incontroLui e sua moglie “hanno preso ivermectina per 16 mesi”. “Non sono mai stato più sano in vita mia”, ha aggiunto il 71enne.

Organizzatore di eventi, il medico di famiglia della Florida John Little, confermato alla rivista mostro quotidiano Quel Boros è risultato positivo due giorni dopo, così come altri sei partecipanti.

Non è chiaro se tutti gli 800-900 partecipanti, provenienti da tutti gli Stati Uniti, lavorino nel settore sanitario, ma un certo numero di medici, sia attivi che in pensione, partecipavano e si sono descritti pubblicamente come anti-vaccini.

John Little, che ha chiamato l’evento il “Vertice della Florida sul COVID”, anche confermato au rivista locale libro mastro Tutti e sette sono stati trattati con ivermectina. Conosciuto nella sua formula cavallo per una mancia, questo farmaco ricorda che l’incontro ha avuto luogo presso il centro ippico di Ocala.

La maggior parte degli studi condotti nell’ultimo anno ha concluso che l’ivermectina non era più efficace di un placebo contro il COVID. Tra quelli a lui favorevoli, molti hanno dovuto essere ritirati negli ultimi mesi dopo che sono stati scoperti dati “falsi” o “discutibili”. libro mastro Rapporti secondo cui John Little gli avrebbe detto di riempire “da 20 a 40 prescrizioni a settimana” per questo farmaco. Dice di non essere stato vaccinato.

Durante la “cima”, rapporti giornalieri guardianoBruce Burruss ha criticato suo padre di 97 anni, che ha ricevuto il vaccino. “Gli è stato fatto il lavaggio del cervello”, ha detto. ce l’ha fatta [le vaccin] E non me l’ha detto. “

READ  In Lorena, i ricercatori suggeriscono di lasciare in eredità il telefono alla scienza per riciclarlo meglio