Settembre 18, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Qual è il momento migliore della giornata per prendere una decisione?

Perché i maiali invidiano l’orgasmo? I mancini sono più intelligenti? Quando piove gli insetti muoiono o resistono? Potresti esserti già fatto questo tipo di domande senza coda o testa mentre cammini, in bagno o durante una notte insonne. Settimanalmente, Interpretazione Risponde alle tue domande, dalle più esistenziali alle più insolite. Una domanda? scrivere a [email protected]

L’estate sta finendo e il tempo per prendere le grandi decisioni sta volgendo al termine. Come il nuovo anno, il ritorno a scuola è un momento di domande meravigliose, di opzioni importanti, che fioriscono al sole delle vacanze sotto gli alberi di cocco.

Cambio di lavoro, appartamento e stile di vita: la voglia c’è, ma devi ancora prendere la decisione. E quando si tratta di sconvolgere davvero la tua vita quotidiana, la scelta difficile può essere strapparti i capelli.

Potrebbe anche avvisarti subito che qui non risolveremo la difficile equazione del processo decisionale. D’altra parte, saprai di più su quando dovrai affrontare le tue scelte difficili. La mattina quando ti svegli a letto? A mezzogiorno, dopo una buona merenda? O meglio la sera dopo aver superato le vicissitudini della tua giornata? La spiegazione numero 23 ti guida.

Fine della giornata, guai assicurati

A volte, tutto ciò che serve è non prendere la decisione sbagliata. Quando si tratta di scegliere tra due marche di cereali da supermercato, le ripercussioni sono minime e, nel peggiore dei casi, sopporterai solo l’ira fugace del tuo partner. Ma quando si tratta di rispondere a una proposta di matrimonio o di rinunciare a tutto per andare a vivere in Groenlandia, è meglio mettere tutte le opportunità dalla propria parte per non perderle.

READ  Bursa, Icade Santé: una società immobiliare in premio

Quindi il momento per prendere una decisione può essere cruciale. Fortunatamente, la scienza ha le sue idee quando si tratta del momento ottimale per scegliere. E attenzione ai dormiglioni: le buone decisioni si prendono al mattino.

In ogni caso, diversi studi puntano in questa direzione. Motivo? Alla fine della giornata, il nostro cervello, in particolare le aree coinvolte nel prendere buone decisioni, è esausto, favorendo scelte traballanti e impulsive.

Uno studio è stato pubblicato su La rivista scientifica americana PNAS Condotto dal team di Bastien Blaine, un ricercatore INSERM specializzato in neuroscienze motivazionali, conferma questa idea. In questa ricerca, gli esperti hanno sottoposto i partecipanti a sei ore di complessi esercizi di memoria e, a intervalli regolari, hanno posto un dilemma: scegliere tra una piccola somma di denaro ora o una maggiore quantità in seguito. Allo stesso tempo, un altro gruppo di porcellini d’India ha affrontato la stessa alternativa, ma dopo una giornata tranquilla trascorsa in relax.

Alla fine della giornata, il nostro cervello è affaticato, favorendo scelte traballanti e impulsive.

I risultati sono chiari: gli individui che avevano sperimentato esperienze mentali difficili avevano maggiori probabilità di cadere nella trappola della gratificazione a breve termine. D’altra parte, questi stessi maiali, dopo la risonanza magnetica funzionale (fMRI), hanno mostrato una significativa diminuzione dell’attività del giro frontale medio – un’area del cervello nota per essere coinvolta nei processi decisionali.

Resistere alla tentazione di piccole ricompense a breve termine è una scelta difficile, e richiede uno sforzo mentale simile a quello richiesto per prendere complesse decisioni quotidiane. Secondo gli scienziati, è meglio astenersi da qualsiasi decisione importante nel pomeriggio o alla fine della giornata, soprattutto se quest’ultima è particolarmente grave.

READ  Jean-Pierre Bernaud la sua salute al suo peggio? Natalie Marcay avverte e si fida di "un cattivo presagio"

Al mattino, fai quello che vuoi

Molti altri studi confermano che le mattine sono un buon consigliere. uno di loro, Pubblicato in Cognizione, per mostrare il periodo di tempo durante il quale il processo decisionale è più accurato.

Per arrivare a questi risultati, i ricercatori hanno esaminato il comportamento decisionale di 184 utenti di un Free Internet Chess Server (FICS), un metodo regolarmente utilizzato negli esperimenti che analizzano il pensiero umano complesso. Seguendo questo processo durante il giorno, gli scienziati sono stati in grado di determinare quando i giocatori prendono le decisioni migliori.

risultati, le scelte più giuste e sagge tendono a essere prese la mattina presto, Indicativamente tra le 8:00 e le 13:00.. Gli specialisti hanno anche notato un fenomeno sorprendente: se le decisioni mattutine sono già più accurate, richiedono anche più tempo. Al contrario, nel pomeriggio facciamo le scelte più facilmente e velocemente, ma non necessariamente le migliori.

Se vuoi un consiglio, non fa male pensarci due volte prima di prendere una decisione importante dopo l’ora di pranzo. Come abbiamo visto, la nostra stanchezza cerebrale alla fine della giornata può portarci a fare le scelte sbagliate. Ma non è tutto: anche il nostro umore può influenzare le nostre decisioni e azioni. E in termini di umore, la mattina rimarrà un momento decisivo.

Fame, cattivo consigliere

Nel suo lavoro Il momento giusto, la scienza del tempismo perfettoGiornalista e scrittore americano Daniel Pink spiega Siamo più ottimisti ed energici, e quindi in grado di prendere buone decisioni, sia all’inizio e alla fine della giornata che dopo pranzo. L’autore, che basa il suo lavoro su più di 700 studi, confronta questo periodo tra il pasto di mezzogiorno e la fine della giornata con “Triangolo delle Bermuda”e “Zona pericolosa” Dove sarà difficile pensare, analizzare e fare le scelte giuste.

READ  Quattro suggerimenti per pulire correttamente il frigorifero (e proteggere la tua salute)

Anche se non sarebbe una buona idea prendere decisioni dopo pranzo, prendere una decisione a stomaco completamente vuoto non sarebbe l’idea migliore, tutt’altro. La fame è davvero un pessimo consigliere Secondo uno studio dell’Università di Dundee, in Scozia.

Dopo aver analizzato e confrontato il diverso processo decisionale delle persone che non mangiavano con altre che mangiavano normalmente durante il giorno, gli scienziati hanno già scoperto che sentirsi affamati può portare a un pregiudizio generale nella nostra capacità di pensare. A stomaco vuoto, sarà più facile aggiungere piccole ricompense istantanee, piuttosto che aspettare saggiamente una ricompensa più grande in futuro, segno di una scelta sbagliata.

Lo avrete capito: la decisione giusta spetta a chi si alza presto.