Novembre 28, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

ProWein conferma l’offerta fisica per il 2022

La più grande fiera mondiale di vino e liquori ha annunciato che organizzerà ancora una volta un evento fisico nel marzo 2022.

Dopo una pausa di due anni, ProWein 2022 presenterà ancora una volta la sua selezione più completa di vini e liquori durante un vero spettacolo il prossimo anno. Dal 27 al 29 marzo a Düsseldorf, i partecipanti possono aspettarsi una “diversità senza pari”, secondo gli organizzatori dello spettacolo.

I biglietti sono disponibili da metà dicembre tramite la biglietteria e saranno rappresentati i leader del mercato internazionale, nonché importatori, esportatori, agenzie commerciali, produttori di vino selezionati e regioni viticole regionali.

“Stiamo ricevendo feedback molto positivi sia dagli espositori che dai visitatori di tutto il mondo. Dopo il periodo di due anni, causato dalla pandemia, il settore è desideroso di incontri personali, networking, degustazioni e, naturalmente, domanda”, afferma Bastian Mengers, Project Manager di ProWein.

Per garantire il rispetto delle regole di distanziamento sociale, ProWein sarà ampliato per includere 13 padiglioni espositivi con 5.500 espositori distribuiti tra loro.

Una chiara divisione per paese e regione aiuterà gli ospiti a orientarsi all’interno dell’evento.

Saranno rappresentate tutte le regioni italiane, comprese le maggiori quote congiunte delle regioni Veneto, Piemonte e Toscana. Oltre ai nomi più venduti in Italia come Zonin, Botter Vini e Fratelli Martini, all’evento parteciperanno anche diversi produttori di prim’ordine come Castello di Ama dalla Toscana, Elena Walsh dall’Alto Adige ed Elio Altari dal Piemonte.

Tutte le regioni agricole francesi sventoleranno le loro bandiere, così come nomi di famiglia come Castel Frère, Albert Bichot, Bernard Magrez, Dourthe, Paul Mas e Gérard Bertrand. L’assortimento francese sarà completato da Champagne Lounge, dove presenterà circa 200 prodotti champagne.

READ  Italia a rischio nuove restrizioni con l'aumento della variabile Delta Covid-19

Sono attesi circa 800 espositori dalla Germania tra cui Dreissigacker, Schneider, Hensel, Weil Herres Layat, Schlumberger e Weinkontor Freund.

Confermata la partecipazione all’evento anche di Austria, Spagna, California Wine Institute, vini cileni e vini argentini.