Ottobre 21, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

“Prevalgono le forze del bene”: gioia a Taiwan e negli Stati Uniti inviano 2,5 milioni di dosi di vaccino contro il Covid | Taiwan

Taiwan ha risposto ringraziando gli Stati Uniti per aver spedito 2,5 milioni di dosi di vaccino contro il Covid-19 sull’isola, più che raddoppiando il suo arsenale mentre affronta un’ondata di infezioni locali.

Washington, che è in competizione con Pechino per approfondire l’influenza geopolitica attraverso la “diplomazia dei vaccini”, inizialmente aveva promesso di Dona 750.000 dosi Ma è aumentato quel numero mentre l’amministrazione del presidente Joe Biden ha avanzato il suo impegno a inviare 80 milioni di proiettili di fabbricazione americana in tutto il mondo.

“Che spettacolo! Che gesto! “Il ministro degli Esteri di Taiwan, Joseph Wu, ha twittato in un tweet di ringraziamento nella tarda serata di sabato, indicando le foto dei vaccini caricati su Cina Un Boeing 777 da carico all’aeroporto di Memphis.

Il rapporto tra Taiwan e gli Stati Uniti è molto solido e continueremo a collaborare strettamente nella lotta al Covid-19. Le forze del bene prevalgono! “

Il presidente di Taiwan Tsai Ing-wen si è detto commosso dalla mossa degli Stati Uniti. “Grazie agli Stati Uniti per questo toccante gesto di amicizia. Questi vaccini faranno molto per mantenere Taiwan sana e sicura”.

Gli Stati Uniti, come la maggior parte dei paesi, non hanno relazioni diplomatiche formali con Taiwan, ma ne sono il più importante sostenitore internazionale, con grande ira della Cina.

In un post su Facebook, l’American Institute of Taiwan ha dichiarato: “La donazione riflette il nostro impegno nei confronti di Taiwan come amico fidato e membro della famiglia internazionale delle democrazie”.

La dose di 2,5 milioni di Moderna, che dovrebbe arrivare al principale aeroporto internazionale di Taiwan nel tardo pomeriggio di domenica, raddoppierà più del numero di vaccini che sono già arrivati ​​sull’isola, inclusi 1,24 milioni di colpi di AstraZeneca donati dal Giappone all’inizio di questo mese.

La Cina, che sostiene Taiwan governata democraticamente come parte integrante del suo territorio, ha offerto vaccini di fabbricazione cinese, ma il governo di Taipei ha ripetutamente espresso preoccupazione per la loro sicurezza ed efficacia.

Taiwan ha accusato la Cina di aver bloccato almeno un accordo straniero sui vaccini con l’isola. Pechino lo nega.

Nonostante l’epidemia, la Cina ha continuato a esercitare pressioni militari su Taiwan.

La scorsa settimana, 28 aerei dell’aeronautica cinese, inclusi caccia e bombardieri con capacità nucleare, sono entrati nella zona di identificazione della difesa aerea di Taiwan, la più grande incursione segnalata fino ad oggi.

Taiwan sta cercando di accelerare l’arrivo dei milioni di vaccini che ordina mentre affronta un’impennata dei casi locali, sebbene le infezioni rimangano relativamente basse. Solo il 6% circa dei 23,5 milioni di residenti di Taiwan ha ricevuto almeno uno dei regimi di vaccino contro il coronavirus a iniezione singola.

Tsai ha subito pressioni interne per ottenere i vaccini più velocemente.

Venerdì, il governo ha dichiarato che consentirà a Terry Jo, fondatore miliardario della grande Apple Inc. Foxconn, e Taiwan Semiconductor Manufacturing Co Ltd (TSMC) di negoziare per conto di Taipei sui vaccini.

READ  Panico in Nuova Zelanda come pipistrello nativo incluso nel sondaggio Bird of the Year | Nuova Zelanda