Dicembre 4, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Preoccupato per i tecnici di riparazione del PC che ficcano il naso nei tuoi dati e nelle tue foto? Lo studio ha scoperto che dovresti esserlo

mani-su-una-tastiera-illuminata-di-verde.jpg

Foto: Getty

Uno studio condotto da scienziati informatici canadesi ha rilevato che i tecnici delle officine di riparazione elettronica spesso sbirciano i dati privati ​​dei clienti e talvolta li copiano.

Mentre molti proprietari di computer e smartphone si preoccupano di quanto saranno vulnerabili i loro dati quando consegnano un dispositivo per la riparazione, questa ricerca mira a scoprire quanto sia comune lo spionaggio tra i fornitori di servizi di riparazione grandi e piccoli.

Come l’ho notato Ars Tecnicai ricercatori della School of Computer Science, University of Guelph, Canada, riportano le loro scoperte in a nuova fogliaindicando che è molto comune per i tecnici di riparazione ficcare il naso nei dati privati ​​dei clienti.

I ricercatori hanno anche scoperto che la maggior parte dei fornitori di servizi di riparazione elettronica non dispone di una politica sulla privacy o di protocolli per proteggere i clienti dai tecnici che ficcano il naso nei dati dei loro dispositivi, oltre a richiedere per impostazione predefinita le credenziali del sistema operativo quando non sono necessarie per le riparazioni.

Per fare ciò, i ricercatori hanno lasciato riparare sei laptop Windows 10 appena acquistati, con il motore audio disabilitato per creare l’impressione che ci fosse un problema che doveva essere risolto. Quindi, dopo che i dispositivi sono stati riparati e restituiti, i ricercatori hanno analizzato i registri del dispositivo per verificare eventuali violazioni della privacy che potrebbero essersi verificate durante la riparazione.

Tra ottobre e dicembre 2021 hanno portato sei laptop a 16 piccoli fornitori di servizi di riparazione regionali e nazionali. Tre dispositivi sono stati configurati come maschi e tre dispositivi sono stati configurati come femmine. Hanno reclutato tre sperimentatori e tre donne per consegnare i dispositivi per la riparazione.

I ricercatori hanno scoperto che i tecnici di sei dei 16 fornitori hanno curiosato nei dati dei clienti, mentre i tecnici di due dei fornitori hanno copiato i dati su dispositivi esterni.

Dei sei siti in cui è avvenuta l’intrusione, tre hanno rimosso le prove, mentre uno lo ha fatto in modo da evitare di fornire prove.

I ricercatori hanno scelto di risolvere il problema audio perché è facile da risolvere e non richiede l’accesso ai file dell’utente per essere risolto, a differenza della rimozione del malware. I ricercatori hanno scoperto che un tecnico di un fornitore nazionale aveva accesso a immagini rivelatrici di una tester donna. Nei fornitori di servizi regionali, si è verificata una violazione della privacy nei confronti di sperimentatori uomini e donne poiché è stato possibile accedere a documenti, foto e immagini rivelatori. La cronologia del browser di uno sperimentatore maschio è stata visualizzata da un tecnico e le immagini rivelate sono state compresse e trasferite su un dispositivo di archiviazione esterno.

Per i fornitori locali, hanno scoperto che un tecnico aveva avuto accesso alla cronologia del browser di uno sperimentatore maschio, mentre un tecnico di questo gruppo aveva avuto accesso a documenti, foto e immagini rivelatrici di soggetti di sesso femminile, nonché aveva copiato un file contenente password e immagini rivelatrici a una terza parte. dispositivo.

Inoltre, i tecnici di tre fornitori di servizi hanno cancellato gli elementi nell’elenco Accesso rapido o File ad accesso recente di Windows. In un altro caso, il tecnico ha ingrandito le miniature in modo che non lasciassero traccia dell’accesso ai file.

Khan e colleghi ricercatori scrivono nel documento che l’industria della riparazione elettronica offre vantaggi sia economici che ambientali. “Tuttavia, è urgente misurare le attuali pratiche sulla privacy nel settore, comprendere le prospettive dei clienti e creare controlli efficaci per proteggere la privacy dei clienti”.

READ  Sims 4 risolve i problemi di skintone e sbiancamento nel nuovo aggiornamento