Febbraio 4, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

PM cerca di firmare un accordo con l’Italia e il Giappone per i caccia di nuova generazione

Il nuovo caccia stealth della Gran Bretagna: Rishi Sunak firma un accordo con il Giappone e l’Italia per sviluppare il jet Tempest che schiva i radar entro il 2035

  • Il primo ministro Rishi Sunak spera di firmare accordi con Italia e Giappone su nuovi aerei da combattimento
  • Il RAF Typhoon dovrebbe sostituire il RAF Typhoon, che è in servizio dal 2035
  • Typhoon è una collaborazione tra Italia, Inghilterra, Germania e Spagna

Secondo quanto riferito, il primo ministro Rishi Sunak si sta preparando a firmare un accordo con l’Italia e il Giappone per sviluppare il primo jet da combattimento di sesta generazione della RAF.

Il Tempest della RAF dovrebbe entrare in servizio nel 2035 e sostituirà l’attuale Eurofighter Typhoon, una collaborazione tra Italia, Regno Unito, Germania e Spagna.

L’anno scorso, il Ministero della Difesa ha firmato un accordo da 250 milioni di sterline con partner internazionali per continuare a sviluppare il Tempest.

Secondo The Sun, il primo ministro Rishi Sunak si appresta a firmare accordi con Italia e Giappone, mentre sono in corso ulteriori colloqui con Svezia e India.

Il Tempest della RAF dovrebbe entrare in servizio nel 2035 e sostituirà l’attuale Eurofighter Typhoon, una collaborazione tra Italia, Regno Unito, Germania e Spagna.

Nei prossimi quattro anni, il governo britannico ha promesso di finanziare 2 miliardi di sterline per il nuovo velivolo, che sarà il jet da combattimento più avanzato che il Regno Unito abbia mai costruito.

Nei prossimi quattro anni, il governo britannico ha promesso di finanziare 2 miliardi di sterline per il nuovo velivolo, che sarà il jet da combattimento più avanzato che il Regno Unito abbia mai costruito.

READ  Il calcio italiano piange la morte del decano della Lazio Daniel Gurini in un incidente d'auto

Nei prossimi quattro anni, il governo britannico ha promesso di finanziare 2 miliardi di sterline per il nuovo velivolo, il jet da combattimento più avanzato che il Regno Unito abbia mai costruito.

Il progetto è gestito da BAE Systems, in collaborazione con Leonardo UK, MPDA UK e Rolls-Royce.

È il fulcro del futuro sistema di jet da combattimento della Gran Bretagna.

Gli aerei a reazione avanzati possono operare velivoli senza pilota o senza pilota e controllare sciami di droni d’attacco per sopraffare le difese nemiche.

Un aereo da combattimento fornirà un basso profilo radar anche quando vola in superzona. Sarà inoltre equipaggiato con le armi più sofisticate, compresi i missili ipersonici.

Secondo il Sun, il ministero della Difesa sta “conducendo analisi di feedback congiunte con partner stretti per comprendere le aree di interesse condiviso”.

Tuttavia, il numero 10 ha rifiutato di commentare potenziali accordi internazionali.

Il mese scorso, Germania, Francia e Spagna hanno firmato un accordo per perseguire il proprio jet da combattimento di sesta generazione.

All’inizio di quest’anno, il governo ha firmato un contratto da 2,35 miliardi di dollari per gli aggiornamenti di mezza età dell’Eurofighter Typhoon, inclusi nuovi radar e capacità di guerra elettronica.

Il radar, noto come ECRS Mk II, sarebbe stato installato sulla terza puntata di Typhoon, inizialmente entro la fine del decennio.

L’investimento segna il primo contratto di produzione per l’avanzato “attacco elettronico” o capacità di disturbo per la versione britannica del jet da combattimento europeo, che è stato sviluppato congiuntamente con Germania, Italia e Spagna.

Il radar è sviluppato dall’italiana Leonardo e sarà integrato nei jet da BAE Systems.

Inizialmente, sarà equipaggiato con i 40 Typhoon Tranche 3 esistenti in Gran Bretagna, ma il capo della Royal Air Force, Air Chief Marshal Mike Wixton, ha detto ai giornalisti che la sua “aspirazione” era quella di rinnovare il velivolo 67 Tranche 2.

Preso insieme all’aggiunta di nuovi computer di missione, questo obiettivo complessivo rappresenta un significativo aggiornamento provvisorio dopo una serie di ritardi, ha affermato l’analista della difesa Francis Tusa.

Quinn ha affermato che il progetto proteggerà i posti di lavoro ad alta tecnologia che aiuterebbero a costruire il jet da combattimento Tempest di prossima generazione della Gran Bretagna.

Ha detto che l’aggiornamento non era direttamente correlato alle minacce legate alla guerra in Ucraina, ma ha aggiunto: “Certamente i terribili eventi in Ucraina focalizzano davvero la mente”.

Pubblicità