Aprile 1, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Più di 35 aziende italiane partecipano al Dubai International Boat Show

Funzionari delle autorità durante il Dubai International Boat Show.

Il settore manifatturiero italiano della nautica e delle navi è ampiamente riconosciuto all’estero per la sua capacità di coniugare l’eccellenza del “Made in Italy” nella meccanica, nella tecnologia, nel design, nell’arredamento e nella componentistica italiana.

Rappresentanza del settore marittimo italiano, la cui domanda negli Emirati Arabi Uniti ha portato a un fatturato di 76 milioni di euro (novembre 2022), è presente al Dubai International Boat Show (1-5 marzo, Dubai Port).

Il Padiglione Italia organizzato dall’Agenzia per il Commercio Estero (ITA), l’ente governativo che promuove il “Made in Italy” nel mondo secondo le linee guida del Ministero degli Affari Esteri, insieme a Confindustria Nautica, riunisce 27 Aziende italiane specializzate nella Produzione di accessori e componenti nautici, settore rappresentato principalmente da piccole e medie imprese caratterizzate da un elevato livello qualitativo e tecnologico.

Secondo l’ultimo “Boating Market Monitor” di Deloitte, il mercato al dettaglio delle nuove imbarcazioni continua a crescere, dimostrando grande resilienza e dinamismo.

Dal 2014 al 2021, la capitalizzazione di mercato globale è cresciuta a un tasso medio del +10%, per un valore totale di circa 28 miliardi di euro. Il 90 percento del mercato globale della vendita al dettaglio di barche nuove è generato da barche a motore e il 10 percento da barche a vela.

Il 2021 è stato l’anno di maggiore crescita per il settore marittimo italiano, con un fatturato totale passato dai 4,6 miliardi del 2020 ai 6,1 miliardi di euro (+31 per cento).

Un dato impressionante che porta il fatturato del settore allo stesso livello registrato nel biennio 2007-2008. Le esportazioni della produzione cantieristica hanno raggiunto il massimo storico di 3,37 miliardi di euro (marzo 2022).

READ  I sondaggi di opinione confermano che più aziende sono desiderose di tornare nei loro uffici nel Regno Unito rispetto ai dipendenti | Lavoro da casa

Una delle maggiori fonti di reddito dell’industria nautica italiana è rappresentata dagli accessori e dai componenti, molto richiesti in tutto il mondo per la loro eccellente qualità e tecnologia.

L’Italia è leader mondiale nel settore della componentistica e degli accessori. Nel 2021 il fatturato totale ha toccato il record vicino a 1,2 miliardi di euro, il 50 per cento delle vendite sui mercati esteri.

Quando si parla di export nautico, la nautica da diporto e sportiva è la categoria con la crescita maggiore: l’export è passato da 850 milioni di euro nel 2000 a 3 miliardi di euro nel 2021, registrando una crescita di 2,1 miliardi di euro in valore monetario e 247,6 in totale. cento.

È stato confermato che i Paesi extraeuropei sono la principale destinazione delle vendite estere, e le esportazioni dirette verso i mercati extra UE sono stimate in 2,2 miliardi di euro, pari al 74,6 per cento delle esportazioni italiane di questo settore (rispetto al 64,3 per cento del 2020) .

L’esportazione di imbarcazioni da diporto e sportive negli Emirati Arabi Uniti ha registrato una crescita a tre cifre del 261,5% a 39,1 milioni di euro nel 2021 (10,8 milioni di euro nel 2020).

L’Italia è al secondo posto nella classifica mondiale delle esportazioni nel settore cantieristico, con una quota del 16 per cento e un valore di 3,5 miliardi di dollari.

A conferma della leadership italiana nel settore nautico, il World Order Book 2022, speciale classifica stilata annualmente dalla rivista Showboats International, colloca l’industria italiana ai vertici mondiali per ordini di grandi yacht, con commesse totali per yacht di 19.158 e 523 metri. Yacht in costruzione.

READ  Ottieni $ 15.000 per trasferirti in Sardegna: ecco cosa devi sapere

“L’impressionante crescita del settore nautico e della cantieristica italiana registrata negli ultimi anni dimostra l’eccellenza della tecnologia e del design nautico italiano”, ha affermato Lorenzo Fanara, Ambasciatore d’Italia negli Emirati Arabi Uniti.

“Negli Emirati Arabi Uniti, la produzione nautica italiana è sinonimo di lusso, eleganza e qualità. Le esportazioni di imbarcazioni da diporto e sportive negli Emirati Arabi Uniti hanno registrato una crescita impressionante del 261,5% nel 2021, sottolineando la crescente fiducia e apprezzamento di cui godono le aziende italiane per le offerte italiane di qualità senza tempo. “.

Amedeo Scarpa, office manager ITA negli Emirati Arabi Uniti, ha dichiarato: “L’Italia è uno dei principali fornitori di navi e imbarcazioni verso gli Emirati Arabi Uniti (39,1 milioni di dollari nel 2021) e le esportazioni di accessori, componenti e imbarcazioni nautiche verso gli Emirati Arabi Uniti sono state pari a 76 milioni di euro nel novembre 2022, il che fa conferma che questo Paese è uno dei principali mercati di destinazione delle manifatture italiane.

Il Dubai International Boat Show conferma anno dopo anno il suo ruolo di importante piattaforma di promozione, networking e business matching per il settore marittimo e in particolare per le aziende italiane. Siamo qui per sostenere il “Made in Italy” e con lo slogan “Sostenibilità è sostenibilità” quest’anno vorremmo richiamare l’attenzione del pubblico e dell’industria su uno dei temi caldi a livello mondiale: il rispetto dell’ambiente nei diversi punti del ciclo di vita dei prodotti marini.