Luglio 5, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Più di 100 membri del personale dell’ADF saranno inviati a PNG per aiutare con le elezioni e Internet

Un portavoce del ministero della Difesa ha affermato che l’Australia sosterrà le elezioni in Papua Nuova Guinea su richiesta del suo governo.

Questo supporto includerà il personale dell’aeronautica e dell’esercito e Internet per assistere la Papua Nuova Guinea con la logistica e la pianificazione, compresi i ponti aerei per aiutare a distribuire e raccogliere voti.

Inoltre, circa 90 membri del personale dell’Australian Defence Force si sono recati in Papua Nuova Guinea da marzo per esercitazioni congiunte con l’esercito del paese e nei prossimi mesi arriveranno altri soldati australiani per assistere con le abilità e le operazioni di fanteria.

Nel frattempo, l’Australia ha recentemente firmato un nuovo accordo con Papua Nuova Guinea per fornire supporto per aiutare il paese a rilevare e combattere meglio gli attacchi informatici. Consentirà ai due paesi di scambiare più facilmente informazioni sulle minacce informatiche e aiuterà a formare esperti di Internet in PNG.

Un portavoce del Dipartimento degli Affari Esteri e del Commercio ha affermato che “il numero, il tipo e la sofisticatezza” delle minacce alla sicurezza informatica in Australia e nella regione sono in aumento.

“Una varietà di mezzi abilitati alla cibernetica come incidenti di sicurezza informatica, disinformazione o campagne di disinformazione possono presentare potenziali minacce”, ha affermato un portavoce della DFAT. “Dobbiamo impegnarci a livello internazionale per promuovere e proteggere i nostri interessi comuni”.

È importante che l’Australia aiuti la Papua Nuova Guinea con la sicurezza informatica, ha affermato Marcus Thompson, ex capo della guerra dell’informazione presso l’ADF e consulente della società di sicurezza informatica ParaFlare.

“C’è molta concorrenza strategica in corso nella regione indo-pacifica. Le partnership non sono mai state così importanti”, ha affermato Thompson.

READ  La Russia nega che i cosmonauti vestiti di giallo stessero sostenendo l'Ucraina

Caricamento in corso

Questa competizione strategica si verifica in ciascuno dei cinque domini: terra, mare, aria, spazio e cyber.

“Penso che paesi come l’Australia che hanno la capacità di supportare i nostri partner regionali dovrebbero assolutamente farlo e aiutare i nostri partner regionali ad alzare il livello della sicurezza informatica e della resilienza nel cyberspazio”.

È di fondamentale importanza proteggere l’integrità delle elezioni in Papua Nuova Guinea, ha affermato Michael Shoebridge, direttore del Defence and Security Program presso l’Australian Strategic Policy Institute.

Faresti meglio a non esserne soddisfatto. Si tratta di garantire che non ci siano dubbi sul risultato”.

“Se facciamo finta a noi stessi e ai nostri partner nel Pacifico meridionale che nulla di tutto ciò sta accadendo a causa della concorrenza strategica, ciò è disonesto. In parte è necessario a causa dell’accesso della Cina alla nostra regione e questo include l’interferenza informatica.

“La Cina ha una storia di interferenza informatica, inclusi l’hacking e la raccolta tramite mezzi tecnici e digitali”.

Un accordo di sicurezza tra Pechino e Honiara potrebbe eliminare le navi e le marine cinesi a meno di 2.000 km dalla costa orientale dell’Australia e tagliare le linee di rifornimento vitali verso gli Stati Uniti e l’Asia in caso di conflitto.

Caricamento in corso

Una bozza di dichiarazione e un piano d’azione quinquennale inviato da Pechino a 10 isole del Pacifico prima della riunione dei ministri degli Esteri del 30 maggio mostrano che la Cina vuole anche un accordo regionale che includa polizia, sicurezza e comunicazioni.

Schoebridge ha affermato di ritenere che la Cina abbia commesso un errore firmando prima l’accordo con il primo ministro Solomon Manasseh Sogavary, poiché ha rivelato l’intenzione di Pechino di militarizzare la regione.

READ  Aggiornamento mondiale Omicron COVID: i paesi di tutta l'Asia stanno usando misure drastiche per mantenere la variabile fuori poiché gli esperti temono che l'inevitabile aumento sia inevitabile

“L’iper-reaching che hanno fatto è stato cogliere l’opportunità con Sogavare perché ciò che ha fatto è stato aumentare la consapevolezza di alcuni degli aspetti negativi e delle ramificazioni”, ha detto.

“Penso che sia stato un errore da parte di Pechino, ma sono contento che ce l’abbiano fatta”.

Sabato il governo delle Samoa ha dichiarato che la Cina continuerà a fornire supporto infrastrutturale al Paese e che ci sarà un nuovo quadro per i progetti futuri “da definire e concordare reciprocamente”.

Caricamento in corso

Il primo ministro Anthony Albanese ha dichiarato sabato che parteciperà alla riunione dei leader del Forum delle Isole del Pacifico entro la fine dell’anno e sarà “proattivo nella regione”.

“Ci sono stati problemi nel Pacifico per un po’ di tempo”, ha detto Albanese.

“L’Australia è da molto tempo il partner d’elezione nel Pacifico e intendiamo continuare in questo modo”.

La newsletter Morning Edition è la nostra guida alle notizie, analisi e approfondimenti quotidiani più interessanti. Registrati qui.