Ottobre 21, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Pfizer ha avviato la sperimentazione umana del suo vaccino contro l’influenza a RNA messaggero

La società biotecnologica statunitense Moderna ha anche annunciato di aver lanciato le prove di tale prodotto all’inizio di luglio.

La sperimentazione clinica di Pfizer si sta svolgendo negli Stati Uniti e valuterà la sicurezza di una dose di questo nuovo vaccino, nonché la sua immunogenicità (la capacità di provocare una reazione immunitaria) in persone sane di età compresa tra 65 e 85 anni.

Comprenderà alcune centinaia di partecipanti, secondo i dettagli della sperimentazione clinica pubblicati su un sito Web del governo degli Stati Uniti.

Gli attuali vaccini antinfluenzali utilizzano virus inattivati, un processo che richiede tempo. I ceppi bersaglio del virus in continua evoluzione devono quindi essere selezionati per lo sviluppo del vaccino circa sei mesi prima dell’inizio dell’epidemia stagionale.

L’efficacia dei vaccini attualmente utilizzati varia generalmente dal 40% al 60%.

“La flessibilità della tecnologia dell’mRNA e la sua rapida produzione possono consentire un migliore legame con il ceppo (virus circolante), una maggiore affidabilità della fornitura e un’opportunità per migliorare l’efficacia degli attuali vaccini antinfluenzali”, afferma Pfizer nel suo lancio.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che l’influenza sia responsabile di circa 3-5 milioni di casi di malattie gravi ogni anno e di 290.000-650.000 decessi.

Oltre all’influenza, Pfizer ha affermato di voler studiare l’uso della tecnologia dell’RNA messaggero contro altri virus respiratori, nonché contro malattie genetiche o tumori.

READ  AP-HP vuole diventare il leader nell'e-health