Novembre 28, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Perez o Verstappen a Città del Messico

CITTÀ DEL MESSICO (AP) – Il Gran Premio del Messico non arriva fino a domenica e la Red Bull si trova già di fronte a un ipotetico dilemma: se chiedere a Sergio Perez di mettersi da parte nella gara di casa per permettere al compagno di squadra e leader di campionato Max Verstappen di vincere.

“Voglio vincere, amico. Penso che sarebbe un grosso problema”, ha detto Perez giovedì. “Se c’è una gara che vogliono che io vinca, quella è la gara”.

Tuttavia, è Verstappen a guidare Lewis Hamilton della Mercedes di 12 punti con cinque gare dalla fine. La Red Bull dovrà probabilmente prendere in considerazione le richieste del team perché l’Autodromo Hermanos Rodriguez dovrebbe favorire fortemente la loro vettura.

Verstappen ha vinto qui nel 2017 e nel 2018 e probabilmente avrebbe vinto di nuovo nel 2019 se non fosse stato per la penalità iniziale e poi per la foratura della gomma al secondo giro. Hamilton, che ha vinto nel 2019, ha ammesso che quel giorno la Red Bull possedeva l’auto superiore e che è stato “fortunato” a vincere. Il Gran Premio del Messico 2020 è stato annullato a causa della pandemia.

Perez torna alla sua gara di casa al culmine delle corse Forma dopo podi consecutivi in ​​Turchia e negli Stati Uniti. Flirta anche brevemente con il numero 1 in Texas. Dovrebbe competere per il primo posto e vincere la gara in Messico.

Pretendere che si ritiri per Verstappen di fronte a una folla enorme di oltre 100.000 persone che lo adorano sarebbe una chiamata difficile per la Red Bull.

“E’ un posto molto speciale per noi”, ha detto Perez. “Non vedo molto l’utilità di discuterne ora…Penso che probabilmente vedremo dove saremo sabato (dopo le qualifiche). Non c’è alcuna garanzia che saremo in quella posizione. Al momento, non abbiamo” Non ho discusso di niente.”

READ  Manchester City e United nella corsa di Cristiano Ronaldo dopo che la Juventus ha confermato l'uscita programmata della stella

Il pilota della McLaren Daniel Ricciardo e Perez sono stati accoppiati alle conferenze stampa dei piloti giovedì.

“Voglio che tu vinca”, gli disse Ricardo.

Sebastian Vettel, il quattro volte campione dell’Aston Martin che ha avuto una lite sugli ordini di squadra quando ha corso per la Red Bull anni fa, ha detto che Perez dovrebbe poter correre per vincere. Vettel ha litigato con l’ex compagno di squadra Mark Webber quando Vettel ha ignorato gli ordini di squadra per consentire a Lieber di vincere nel 2013, l’ultimo anno in cui Vettel ha vinto il campionato.

“Sosterrei non prendere affatto ordini di squadra”, ha detto Vettel. “Se Checo è in vantaggio, dovrebbe rimanere in vantaggio”.

campionato pulito

Hamilton ha respinto qualsiasi suggerimento che si impegnerà in una collisione cruciale per il campionato con Max Verstappen se la caccia al titolo entra nell’ultima gara della stagione.

Il capo del team Mercedes Toto Wolff ha suggerito che un tale scenario sarebbe stato possibile in Intervista pubblicata questa settimana sul Daily MailConfrontandolo con le stagioni 1989 e 1990, quando gli incidenti di Aryton Senna e Alain Prost hanno influito sul campionato.

Il sette volte campione Hamilton ha detto giovedì di non aver letto i commenti di Wolff e ha insistito sul fatto che avrebbe solo cercato di vincere un ottavo titolo record “nel modo giusto”.

“Non abbiamo mai vinto un campionato in questo modo, non ho mai vinto un campionato in questo modo e non volevo”, ha detto Hamilton. “Dal mio punto di vista e dal mio punto di vista, sono qui per vincere nel modo giusto e cioè attraverso abilità, determinazione e duro lavoro”.

READ  Un belga di 21 anni è agli arresti domiciliari in Italia dopo un incidente mortale in barca

Verstappen e Hamilton si sono già scontrati due volte in questa stagione in Gran Bretagna e in Italia. La prima volta che ho eliminato Verstappen dalla gara, Hamilton ha vinto. Il secondo incidente ha provocato la caduta di entrambe le vetture.

Hamilton ha suggerito che Verstappen potrebbe sentirsi sotto pressione nella sua ricerca di un primo campionato, descrivendo l’olandese di 24 anni come “giovane” anche se Verstappen corre in F1 da quando aveva 17 anni.

Non è così, ha detto Verstappen.

“Amo quello che faccio, sai? Questo toglie la pressione”, ha detto Verstappen.

Verstappen ha anche respinto i commenti di Wolff sulla lotta per il titolo.

“Non penso davvero alle precedenti lotte storiche tra due piloti, quello che hanno fatto – questo è il passato”, ha detto Verstappen.

Il futuro delle corse

Il pilota italiano dell’Alfa Romeo Antonio Giovinazzi ha detto che la squadra non gli ha ancora detto se tornerà nel 2022, poiché è l’unico che resta da determinare per la prossima stagione. L’attuale compagno di squadra Kimi Raikkonen dovrebbe ritirarsi e sarà sostituito da Valtteri Bottas, che è alla sua ultima stagione con la Mercedes.

“Speriamo di conoscere presto buone o cattive notizie”, ha detto Giovinazzi. “L’unica cosa che posso fare è guidare veloce in macchina.

Giovinazzi alla sua terza stagione con l’Alfa Romeo. Il suo miglior risultato stagionale è stato il decimo.

__

Altri AP Motorsports: https://apnews.com/hub/auto-racing e https://twitter.com/AP_Sports