Settembre 26, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Perdite pesanti in potenziali conflitti, spettacoli di giochi di guerra

Come risultato di un possibile conflitto di Taiwan tra Cina e il Stati Uniti d’America Sarebbe devastante per entrambe le superpotenze, come previsto da un gioco di guerra per un think tank.

Un gruppo di generali in pensione, ammiragli ed ex funzionari del Pentagono ha partecipato ai Giochi di guerra, organizzati dal Center for Strategic and International Studies (CSIS) a Washington, DC.

Un caccia F-5 della Taiwan Air Force decolla dalla base aerea di Qihang sull’isola mentre la Cina conduce ampie esercitazioni militari nelle vicinanze. (GT)

Sebbene gli esperti riuniti provenissero da un background di sicurezza nazionale statunitense, hanno scoperto che il costo di una vittoria di Stati Uniti e Taiwan, se ci fosse stata una vittoria, sarebbe proibitivo, ha riferito Bloomberg News.

“I risultati mostrano che nella maggior parte degli scenari, ma non in tutti, Taiwan può respingere un’invasione”, ha affermato Mark Kansian, consulente senior del CSIS.

“Tuttavia, il costo sarebbe troppo alto per le infrastrutture e l’economia taiwanesi e per le forze statunitensi nel Pacifico”.

I giochi di guerra degli esperti hanno attraversato diversi scenari durante un possibile conflitto sullo Stretto di Taiwan. Ma contavano sull’arrivo degli Stati Uniti a difendere Taiwan dopo che la Cina aveva invaso l’isola autonoma per forzare la riunificazione con la terraferma.

Presuppone anche un presupposto che è tutt’altro che garantito che il Giappone consentirebbe diritti estesi di utilizzare le basi statunitensi sul suo territorio, ma senza dispiegare forze giapponesi a difesa diretta di Taiwan.

La Cina ha rivendicato il territorio dell’isola di Taiwan – ma non l’ha mai occupata – dal 1949. (nove)

Gli scenari non includevano armi nucleari e si basavano sull’uso da parte dei paesi partecipanti delle armi che attualmente possiedono o intendono dispiegare entro il 2026.

Dei 18 dei 22 round di giochi di guerra condotti finora, ha affermato Cancian, i missili cinesi hanno affondato una parte significativa delle flotte di superficie statunitensi e giapponesi e distrutto “centinaia di aerei a terra”.

“Tuttavia, i contrattacchi aerei e navali alleati hanno martellato la flotta cinese esposta e anfibia, affondando alla fine circa 150 navi”.

Cancian afferma che le pesanti perdite iniziali degli Stati Uniti erano dovute all’incapacità della superpotenza di distruggere obiettivi cinesi prima che le forze statunitensi si avvicinassero alla zona di combattimento.

I risultati hanno mostrato la perdita di un massimo di 900 aerei da combattimento/attacco durante una guerra di quattro settimane: circa la metà degli aerei ha volato dall’aeronautica e dalla marina statunitensi.

Un membro dell’Esercito popolare di liberazione osserva attraverso il binocolo durante le esercitazioni militari. (AFP)

Cancian ha affermato che la forza missilistica cinese sarebbe “devastante” e che le navi di superficie si sarebbero rivelate facili bersagli.

Ma nonostante le pesanti perdite subite, le forze americane sganciarono bombe sui porti cinesi e distrussero navi cinesi vicino alla costa orientale di Taiwan.

Anche la flotta cinese di navi anfibie necessarie per trasportare soldati e attrezzature attraverso lo Stretto di Taiwan è stata attaccata dall’esercito americano.

“Forse il più grande (da asporto), secondo la maggior parte delle ipotesi, è che gli Stati Uniti e Taiwan possono condurre una difesa di successo dell’isola. Questo differisce dalle impressioni di molte persone”, ha detto Kansian. Il giornale di Wall Street.

I giochi di guerra del CSIS continueranno fino al prossimo mese. I risultati saranno resi pubblici a dicembre.

La Cina accusa gli Usa di “bullismo di navigazione”

READ  Missili russi hanno colpito la città ucraina di Odessa poche ore dopo la firma dell'accordo