Maggio 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Perché MLS è un focolaio per il Ghana

I calciatori africani migrano all’estero dagli anni ’20, quando i campionati francesi attirarono alcuni giocatori dell’Africa occidentale. La migrazione del talento africano in Europa si è intensificata dagli anni ’80 agli anni 2000 quando il calcio è diventato più globalizzato ed economicamente sostenibile.

Da allora, migliaia di calciatori africani hanno trovato la loro strada verso l’Europa. Molti sono riusciti a ritagliarsi una propria nicchia, come Abedi Pele, Didier Drogba, George Weah e Samuel Eto’o. Le prestazioni di queste stelle hanno rafforzato l’idea che il continente africano abbia alcuni dei migliori talenti calcistici.

Poco si sa della storia dei calciatori africani che si sono trasferiti in Nord America. Il mio studio sulla migrazione del Ghana alle leghe negli Stati Uniti dal 1967 al 1984 mostra interessanti collegamenti tra influenze politiche, sociali ed economiche e sport. Evidenzia in particolare l’impatto del primo presidente post-indipendenza del paese, Kwame Nkrumah, sullo stato del calcio in Ghana.

Incorpora da Getty Images

La conoscenza e l’esperienza degli ex calciatori è una risorsa utile per coloro che desiderano promuovere il gioco e supportare lo sviluppo dei giocatori. La ricerca ha utilizzato il metodo della ricerca qualitativa. Abbiamo rintracciato diversi giocatori che hanno giocato sotto il regime di Nkrumah e sono emigrati negli Stati Uniti per unirsi alla North American Football League. Abbiamo anche studiato i documenti.

Nkrumah vedeva la nazionale di calcio come un’estensione della sua visione africana. Ha nominato un funzionario che ha condiviso questa visione nella persona di Ohene Djan. Il suo ruolo era quello di far crescere lo sport in generale e di sviluppare un campionato nazionale di calcio in grado di produrre una squadra nazionale di calcio per raggiungere gli obiettivi di Nkrumah.

READ  Ed Sheeran potrebbe registrare un album metallico | divertimento

Lo ha fatto con successo quando la nazionale di calcio del Ghana è diventata la migliore del continente, vincendo due titoli continentali nel 1963 e nel 1965. Anche squadre di club locali come Asante Kotoko SC erano una forza.

La popolarità del calcio in Ghana ha portato grande prestigio, rispetto sociale e fama alle stelle del calcio, in particolare ai giocatori della squadra nazionale. Erano visti come star mondiali ed erano gli “amanti viziati” della gente comune. L’ex portiere della nazionale Dudu ha descritto la sua negazione del sentimento.

“Eravamo orgogliosi di indossare i colori della nazionale perché non era facile invitarci a giocare con la squadra… Chiunque giocasse per la nazionale era considerato un eroe e anche il capo della comunità ti prende da eroe”.

Incorpora da Getty Images

Nel 1968, due anni dopo la cacciata di Nkrumah, il paese conobbe una crisi economica che influenzò lo sviluppo di questo sport. La disoccupazione è aumentata e il benessere sociale è diminuito drasticamente, rendendo il Ghana poco attraente sia per gli stranieri che per i cittadini. Il paese ha vissuto un lungo periodo di difficoltà economiche, instabilità politica e disordini civili. Le condizioni sono diventate infruttuose per la crescita del calcio e hanno lasciato i giocatori della nazionale a trovare la propria via di sopravvivenza.

Alcuni giocatori hanno colto l’opportunità di migrare alla North American Football League, dove hanno incontrato altri giocatori africani.

Diversi fattori hanno portato la MLS a diventare la destinazione preferita dai giocatori dell’epoca. Con la situazione economica del Ghana che non mostra segni di miglioramento e il calcio non più al centro del nuovo governo, questi giocatori hanno sentito il bisogno di cercare pascoli più verdi. Gli Stati Uniti avevano un senso come destinazione perché la maggior parte di loro aveva amici immigrati lì. Anche il mercato del calcio in forte espansione è stato un fattore.

READ  Sei paesi rugby | I nazionali inglesi Steward e Smith brillano in Europa

I giocatori di football hanno fatto molto affidamento sulle loro relazioni sociali e sulle reti guadagnate attraverso la fama e la posizione sociale. Uno di loro, Wilberforce Mfume, riassunse il suo viaggio negli Stati Uniti passando per l’Italia, dove fu ospitato da un ex membro dell’amministrazione dell’Asante Kotoko SC, che all’epoca era un ambasciatore.

Questo giocatore ha spiegato le circostanze della sua emigrazione dopo la caduta di Nkrumah. All’età di 29 anni, Mfum stava ancora segnando gol nelle competizioni africane, ma i media hanno messo sotto pressione i giocatori “anziani” della nazionale, portandoli alla loro uscita.

Ha detto del suo recente trasferimento alla Lega nordamericana: “Ho lasciato il Ghana il 24 luglio 1968. A quel tempo, abbiamo giocato una partita contro la nazionale marocchina per una qualificazione ai Mondiali e abbiamo perso 0-1 all’Accra Sports Stadium, così altri scrittori sportivi tra cui Kofi Badu hanno detto che i miei giocatori The Black Stars sono vecchi, quindi dovremmo essere espulsi dalla squadra. Sono stato molto fortunato tre giorni dopo quella partita, sono volato negli Stati Uniti e sono stato accolto da Boy Lomouti (un ghanese nazionale con sede negli Stati Uniti) all’aeroporto di New York e mi ha portato a Washington.

Uno dei pionieri della North American Football League è stato Gladstone Ofori, un ex giocatore degli Invincible Eleven. I fratelli Sam e Oliver Aqua hanno giocato con Asante Kotoko SC prima di trasferirsi in Nord America.

Incorpora da Getty Images

La maggior parte dei giocatori ghanesi ha giocato per i Rochester Lancers tra il 1970 e il 1978. Altri sono Wilberforce Mfum, Abdul Razak e Frank Odoi, un ex giocatore delle Grandi Olimpiadi, che ha trascorso 12 anni nella North American Football League. Hanno tutti goduto di un ragionevole livello di successo durante le loro carriere calcistiche negli Stati Uniti. A casa, il calcio ha avuto un periodo intermittente di successi, ma l’attenzione che Nkrumah ha posto sulla nazionale non si è ripetuta.

READ  La pistola impiega guardie armate per gestire la congestione sui traghetti

Uno studio sull’emigrazione di alcune delle più grandi stelle del calcio del Ghana negli Stati Uniti dopo la cacciata di Kwame Nkrumah nel 1966 si aggiunge alla letteratura sull’immigrazione calcistica africana. Oggi questo processo continua il flusso continuo di talenti calcistici nella Major League Soccer negli Stati Uniti