Febbraio 8, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Perché l’Australia non limita i viaggi in Cina durante l’escalation di COVID-19

Un importante esperto di malattie infettive ha difeso la decisione del governo di non imporre restrizioni COVID-19 ai viaggiatori provenienti dalla Cina.

L’esperto di malattie infettive, il professor Robert Bowie, ha affermato che l’Australia non dovrebbe farsi prendere dal panico per la diffusione del coronavirus in Cina. (Oggi)

Un pediatra in malattie infettive, il professor Robert Bowie, dell’Università di Sydney, ha affermato che non è ancora necessario preoccuparsi di un aumento dei casi in Cina.

“Abbiamo quasi la migliore immunità al mondo”, ha detto. Oggi.

“Ora siamo nella quarta ondata in Australia, che in realtà è l’onda più bassa e meno fatale in Australia.

“Il motivo per cui paesi come l’Italia e gli Stati Uniti hanno imposto (restrizioni) e impedito alle persone di venire, è perché hanno un tasso di mortalità dieci volte superiore nel primo anno di pandemia.

“Sono più preoccupati.”

Un paziente è stato rimosso dal pronto soccorso a causa della sua piena capacità al Baoding Central Hospital No. 2 nella città di Quzhou, nella provincia di Hebei, nel nord della Cina, mercoledì 21 dicembre 2022.
Allontanare un paziente da un pronto soccorso a pieno regime nel nord della Cina. (Foto AP/Dake Kang, archivio)
I passeggeri che indossano indumenti protettivi vengono indirizzati a un volo in un terminal dell'aeroporto di Pechino Capitale il 13 dicembre 2022.
I passeggeri che indossano indumenti protettivi vengono indirizzati a un volo in un terminal dell’aeroporto della capitale di Pechino. (Foto AP/Ng Han Guan)

La malattia si sta diffondendo rapidamente in tutta la Cina da quando le restrizioni sull’epidemia sono state allentate all’inizio di questo mese.

Ogni infezione dà al virus un’altra possibilità di mutare.

COVID-19 visto al microscopio.
COVID-19 visto al microscopio. (Getty Images/iStockphoto)
“Poiché milioni di persone sono attualmente infette in Cina e la crisi del coronavirus si sta rivelando di norma, alla fine ci sarà una mutazione che eluderà l’immunità, forse come sottospecie”, ha spiegato Bowie.

“Non abbiamo avuto una nuova variante da più di un anno. Ci dice che Omicron e COVID in particolare stanno probabilmente per uscire. Questa è la buona notizia.

“La cattiva notizia è che con così tante persone infette in Cina potremmo ottenere quell’ondata che non abbiamo mai visto prima”.

Gli operatori sanitari attendono i passeggeri in arrivo a bordo di un volo Air China da Guangzhou, in Cina, presso l'area di test COVID-19 dell'aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Roma, giovedì 29 dicembre 2022, dopo che l'Italia ha reso obbligatori i test del coronavirus per tutti i passeggeri delle compagnie aeree in arrivo .dalla Cina.
Gli operatori sanitari attendono i passeggeri in arrivo a bordo di un volo Air China da Guangzhou, in Cina, presso l’area di test COVID-19 dell’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Roma, giovedì 29 dicembre 2022, dopo che l’Italia ha reso obbligatori i test del coronavirus per tutti i passeggeri delle compagnie aeree in arrivo .dalla Cina. (Foto AP/Alessandra Tarantino)
Bowie ha affermato che ci sono misure ragionevoli che l’Australia può adottare ora per aiutare a proteggere il paese dal virus.

“Possiamo chiedere alle persone di sottoporsi a un test RAT (Rapid Antigen Test) prima di salire a bordo di un aereo in Cina. Un test rapido dell’antigene entro 24 ore dall’arrivo in aeroporto”, ha affermato.

“Possiamo chiedere a tutti di indossare mascherine e possiamo escludere le persone sintomatiche.

microscopio per vaccinazione covid-19 con maschere

Risposte alle domande più frequenti su COVID-19

“Al momento possiamo fare cose semplici e pratiche, che possono proteggere il pubblico australiano”.

READ  Meghan e il principe Harry hanno discusso di trasferirsi in Nuova Zelanda nel 2018, ha detto il governatore generale | Meghan, duchessa del Sussex