Settembre 29, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Pauline Derrolli, il tennis in tutta la sua forza

Pauline Derrolli, il tennis in tutta la sua forza
Pauline Derulliday, a Parigi, 20 luglio 2022.

Quando l’abbiamo incontrata per la prima volta, a fine aprile, Pauline Deruli aveva due obiettivi: giocare nel torneo del Grande Slam ed entrare tra le prime 20 giocatrici del mondo (aveva 23 anni)e). Tre mesi dopo, la campionessa francese di tennis in doppia sedia a rotelle, numero uno in Francia, spunta entrambe le caselle: Eccola, 15 annie In classifica e registrato per gli US Open che si terranno a New York all’inizio di settembre. La 31enne punta al Roland Garros nel 2023 e alle Paralimpiadi di Parigi 2024. Ha senza dubbio la volontà dei vincitori.

La sua vita è cambiata il 27 ottobre 2018 a Parigi. La giovane è seduta sul suo scooter, in attesa del suo compagno, Tiffin, che è andato a comprare dei fiori. Poi è stata investita da un’auto che viaggiava a 80 km/h e il suo guidatore non ancora nato ha perso il controllo. La sua gamba sinistra è strappata. È stata trasferita al Percy Military Hospital di Clamart (Hauts-de-Seine), dove è rimasta per otto mesi, con fluttuazioni. Poche ore dopo l’incidente, in sala di risveglio, ha fatto una promessa ai suoi cari: partecipare alle Paralimpiadi. Molto atletico, mi sono appena diplomato come insegnante di tennis senza essere nel circuito pro. Il tennis è la mia vita oggiDice , Lo sport era il modo migliore per ricostruire e l’arma migliore per uscirne. »

Pauline Derulliday a Parigi, 20 luglio 2022.

Un combattente con una volontà di ferro. Ecco perché non ha esitato un secondo a condurre esperimenti scientifici presso il Centro nazionale di allenamento della Federazione francese di tennis (FFT). Questi sono coordinati dal team di Caroline Martin – docente presso UFR Staps presso l’Università di Rennes-2, ricercatore nel laboratorio Mouvement sport santé (M2S) situato presso l’Ecole Normale Supérieure di Rennes, ma anche ex alto livello atleta di tennis – e Pierre Tousard, medico presso Staps, allenatore di tennis e project manager BEST-Tennis (per biomeccanica, allenamento cognitivo, strategia e transizione dal laboratorio al campo).

READ  Aurelien Rousseau lascia l'agenzia sanitaria regionale dell'Ile-de-France

Preparazione per le Olimpiadi

Per Pauline Déroulède, non c’è dubbio che l’impegno per la scienza fa parte della preparazione fisica, parallelamente alla preparazione mentale e alla ricerca fisica: “È il pacchetto per essere il migliore.” Durante le sessioni di un giorno, l’atleta viene coperto di accelerometri e segni, proprio come racchette e palline. Decine di telecamere optoelettroniche sono poste sul campo, che trasmettono la radiazione infrarossa riflessa dai tag posti sul corpo del giocatore, e quindi permettono di modellare i loro movimenti in 3D.

Hai ancora il 76,34% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.