Agosto 10, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Partnership pubblico-privato nel settore sanitario: il percorso verso l’open source

Questo articolo è apparso originariamente su Blog del progetto di salute pubblica LF.

Gli ultimi tre anni hanno ridefinito la pratica e la gestione della salute pubblica a livello globale. Di cosa abbiamo bisogno per sostenere l’innovazione nei prossimi tre anni?

Nel maggio 2022, asto (Associazione dei Funzionari Sanitari dello Stato e del Territorio) ha ospitato un potenziale comitato in TechXPO sull’innovazione nella sanità pubblica, con un focus particolare sui partenariati pubblico-privato. Jim St. Clair, CEO di Linux Public Health, ha parlato insieme ai rappresentanti di MITRE, Amazon Web Services e il Dipartimento della Salute dello Stato di Washington.

Pubblicità

Tre concetti sono emersi e sono riapparsi nella tavola rotonda: ripensare le partnership; sostenibilità e governance; Progettare per il futuro della salute pubblica. In questo post del blog, approfondiamo ciascuno di questi concetti importanti e cosa significano per le comunità open source.

Ripensare le partnership

Il panel TechXPO si è aperto con una discussione sulle partnership per aggiornare i dati sulla salute pubblica, un argomento popolare alla conferenza TechXPO. Il Dr. Anderson (MITRE) ha osservato che i progetti di salute pubblica di oggi richiedono “non solo una ‘partenariato pubblico-privato’, ma una ‘partenariato pubblico-privato-società'”. Poiché i vaccini, le applicazioni digitali e gli interventi per la salute ambientale continuano ad essere ampiamente diffusi dispiegato, la necessità della partecipazione della Comunità alla sanità pubblica.

Tuttavia, i partenariati comunitari non dovrebbero essere visti solo come un’altra “casella di controllo” nella salute pubblica. Al contrario, le partnership con le comunità sono un modo trasformativo per ottenere feedback migliorando al contempo la facilità d’uso e l’efficacia degli interventi di salute pubblica. Ad esempio, il dottor Anderson ha menzionato il successo VCI (Vaccination Adoption Initiative), osservando “quando i paesi hanno iniziato a collaborare per fornire dati… e hanno fornito l’opportunità alle persone di fornire feedback… più occhi erano sui dati, più accurati sarebbero i dati”.

READ  Trascini i piedi per fare esercizio? La scienza è con te!

CardiaAnche LFPH, un progetto incentrato sull’identità digitale, ha beneficiato di partenariati pubblico-privato. Negli ultimi due anni, Cardea ha ospitato tre hackathon della comunità per testare l’interoperabilità tra gli altri strumenti che utilizzano la base di codice di Cardea. Trevor Butterworth, vicepresidente della società madre di Cardea, Indicio, spiegare Il suo pensiero sul coinvolgimento della comunità nell’open source: “Più persone usano una soluzione open source, migliore sarà la soluzione attraverso lo stress test e l’innovazione; meglio, più si evolverà perché più persone vorranno usarla. Le partnership di Cardea con i settori pubblico e privato includono anche Indicio, SITA e il Ministero della Salute di Aruba, dimostrando il potenziale per unire diversi stakeholder attorno agli obiettivi di salute pubblica.

I gruppi comunitari sono anche in una posizione unica per guidare l’innovazione nella salute pubblica: sono spesso sensibili a questioni urgenti che possono passare inosservate dagli stakeholder istituzionali. Un buon esempio di questo è Istituto di cure eccezionali (IEC), un’organizzazione membro della LFPH focalizzata sul servizio alle persone con disabilità intellettive e dello sviluppo, “è stata fondata da operatori sanitari, molti dei quali sono motivati ​​dall’esperienza personale con i propri cari con disabilità”. L’IEC ha recentemente presentato un webinar su Evidenziare le disabilità intellettive e dello sviluppo in prima linea nei dati sull’assistenza sanitaria: il webinar e le domande e risposte hanno mostrato la conoscenza sul campo di questa comunità altamente interconnessa e incentrata sulle soluzioni.

Sostenibilità e governance

La sostenibilità è al centro di qualsiasi progetto open source praticabile e dovrebbe iniziare con una strategia globale basata sul consenso. Come ha affermato James Daniel (AWS) in un panel TechXPO, definendo “esattamente ciò che il Dipartimento della salute pubblica vuole ottenere, [and] Quali sono i loro obiettivi” prima di sviluppare la soluzione. Definire questi bisogni e obiettivi è essenziale anche per la sostenibilità e la governance a lungo termine, come affermato dal Dr. Umair Shah (WADOH): “Non vuoi uno scenario in cui qualcosa inizia e vacilla , si ferma e se ne va. Potresti anche obiettare che è meglio non aver iniziato in primo luogo.

READ  Google sta sostituendo il tuo medico?

Spesso è possibile rispondere alle domande sulla sostenibilità e sulla direzione del progetto riunendo gli interessi privati ​​e pubblici attorno allo stesso tavolo prima dell’inizio del progetto. Insieme, questi interessi possono determinare come viene sviluppata e utilizzata una potenziale soluzione open source. Come ha affermato Jim St. Clair nella sessione: “Determinare dove esistono interessi comuni e valori condivisi è qualcosa che il settore privato può aiutare a mediare. Anche se alla fine non viene adottata una soluzione, o se non si forma mai una partnership, discussione franca delle preoccupazioni e le idee tra le parti interessate del settore pubblico e privato possono aiutare ad articolare le capacità e gli interessi a lungo termine di tutte le parti interessate.

Inoltre, la discussione trasparente delle priorità, dei problemi e delle idee di salute pubblica tra governi statali, imprese private e organizzazioni non profit può aiutare a promuovere l’innovazione e i miglioramenti anche quando non è disponibile alcun progetto specifico. A tal fine, LFPH accoglie il pubblico canale morbido oltre che settimanale Riunioni del consiglio tecnico dove ospitiamo Nuove idee e presentazioni di progetti. Le discussioni sul TAC includevano i concetti di architettura basata sugli eventi per i dati sanitari, una rete di condivisione dei dati sulla salute pubblica e “gemelli digitali” per l’informatica e la ricerca.

Progettare per il futuro della salute pubblica

Partenariati, sostenibilità e una migliore governance offrono prospettive entusiasmanti per ciò che può essere ottenuto nei progetti di salute pubblica open source nei prossimi anni. Come accennato da Jim St. Clair (LFPH) al TechXPO Panel: “Come possiamo sfruttare queste partnership per chiedere ‘Cos’altro possiamo considerare sulla tecnologia di indagine sulle malattie?'” Quali altre malattie, quali altre sfide hanno sempre dovuto affrontare le autorità sanitarie pubbliche? Queste sfide non saranno affrontate da soluzioni closed source, ma il successo della certificazione interoperabile open source e dei sistemi di notifica dell’esposizione durante la pandemia ha dimostrato che l’open source ha il sopravvento mentre crea soluzioni scalabili, efficienti e internazionali.

READ  Nantes: Cinque buoni motivi per andare a Utopiales, il festival 100% fantascienza

Jim St. Clair non è solo ottimista sulle nuove sfide, ma anche su quelle esistenti che rimangono urgenti: “Ora che abbiamo una crisi che ha abilitato queste capacità relative al tracciamento dei contatti e alle notifiche… [they] Può essere sfruttato per espandere e migliorare tutte queste altre aree tradizionali di interesse per la salute pubblica. Ad esempio, si consideri una sfida di lunga data nel settore sanitario degli Stati Uniti: “Da dove si inizia… per aiutare a ridurre i costi e migliorare le prestazioni e l’efficienza con l’erogazione di Medicaid?… Quali nuove strategie possiamo applicare alla salute della popolazione che Iniziare ad affrontare modelli di erogazione dell’assistenza incentrati sul paziente e convenienti? »

Le sfide dell’assistenza sanitaria e della salute pubblica su vasta scala come la salute mentale, le malattie infettive e il diabete – e persino la riforma Medicaid – potranno essere affrontate solo riunendo sistematicamente tutte le parti interessate attorno al tavolo e decidendo come sostenere in modo sostenibile i progetti e fornire un valore trasparente ai pazienti , comunità e organizzazioni di settore in generale. LFPH ha perseguito una visione comune sull’utilizzo dell’open source per migliorare le nostre comunità, lottando per la stessa determinazione dei diversi gruppi che originariamente si sono uniti per creare soluzioni COVID-19. Il viaggio dell’open source nella sanità pubblica è appena iniziato.