Settembre 29, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Parti per un’avventura in Metaverse sull’isola immersiva di Venezia

Venezia, Italia (AP) – Alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di VeneziaLa realtà virtuale è solo una piccola parte dell’esperienza immersiva. Su una piccola isola, a una breve corsa in vaporetto dalla sede principale del festival al Lido, i partecipanti al festival possono entrare nel Metaverso. Possono giocare, “saltare il mondo” con una guida turistica, vestirsi in costume con ballerini di sottofondo o persino aiutare Coco Chanel a sviluppare Chanel n. 5.

Il programma, curato da Liz Rosenthal e Michele Rele, va dal 1 settembre al 10 settembre e offre uno sguardo pratico sul futuro dello storytelling.

“È la versione più grande che abbiamo mai fatto”, ha detto Rosenthal.

Anche la prototipazione si è evoluta negli ultimi due anni, quando il programma del fucile predefinito doveva diventare predefinito. Quindi, per questo importante ritorno al Lazzaretto Vecchio, hanno anche dato al programma un nome nuovo e più completo: Venice Immersive.

“Volevamo concentrarci di nuovo sulla rapidità con cui il campo si sta diversificando”, ha affermato Reelhsch. “Non volevamo concentrarci su una tecnologia come la realtà virtuale, ma cercare di rappresentare tutti i tipi di modi diversi per offrire un’esperienza coinvolgente”.

Dei 43 progetti, alcuni necessitano solo di un visore VR. Alcuni di loro sono enormi installazioni a 360 gradi e altri offrono una “realtà” mista.

Uno dei loro progetti più ambiziosi era l’impegno a offrire tour di mondi virtuali per piccoli gruppi. Realms è un termine generico che fondamentalmente significa uno spazio in cui le persone possono incontrarsi virtualmente: potrebbe essere una spiaggia, una foresta o uno spazio fantasy di fantascienza. Nel mondo, ha spiegato Reilhac, puoi uscire o fare attività come giocare a minigolf o persino addestrare i cani. Come molte cose a Venice Immersive, i mondi e il world hopping sono la cosa migliore da vivere.

READ  La Società Caruso si prepara per un weekend all'insegna del divertimento italiano

“Framerate: Pulse of the Earth” è una delle installazioni multischermo in mostra che, secondo i curatori, dimostra il potenziale di questa forma d’arte. Il progetto si concentra sul cambiamento del paesaggio ed è realizzato con la tecnologia di scansione 3D.

“Miriamo a rivelare i cambiamenti sul pianeta causati dalla natura e anche causati da industrie incentrate sull’uomo”, ha affermato il direttore di Framerate Matthew Shaw. “Vediamo siti di distruzione, estrazione e abitazione, vediamo raccolti, vediamo crescita e vediamo erosione”.

Per vivere il “Framerate”, il pubblico entra in una stanza buia dove è circondato da schermi che fungono da “portali 3D” in vaste scene, come una scogliera di 200 piedi che si erode e crolla in mare nel corso di un anno o una foresta trasformata in 12 mesi. Puoi stare in qualsiasi punto della stanza, muoverti e scegliere su cosa concentrarti, che si tratti di una rampa o di un singolo sassolino.

Il team che lavora al progetto ha catturato queste scene a Norfolk e Glasgow, dove hanno girato ogni giorno per un anno. Non è stato solo qualcuno che ha installato una fotocamera e un treppiede e lo ha lasciato a scattare, ha detto Shaw. Ci sono volute una buona dose di ricerca, sviluppo e innovazione per far sì che ciò accadesse.

“Non ci limitiamo a creare opere d’arte”, ha detto Shaw. “Costruiamo strumenti per farlo funzionare. Non solo potremmo scansionare in 3D qualcosa su scala orizzontale, ma potremmo scansionarlo mentre si muoveva?”

Shaw è solo uno dei pionieri delle nuove forme d’arte immersive in mostra al festival. Un altro progetto di alto profilo è “Rencontre(s) di Mathias Chelburg”, che presenta la voce di Marion Cotillard. L ‘”esperienza tattile multisensoriale” ti invita a sostituire il profumiere nel 1921 quando Gabrielle Chanel incontrò Ernest Beau e crearono Chanel n. 5. C’è anche un gioco VR interattivo ambientato nell’Inghilterra degli anni ’20 ispirato allo show televisivo “Peaky Blinders” chiamato “Peaky” Blinders: The King’s Ransom” che presenta anche la voce di Cillian Murphy. Altri sono più seri, come “Stay Alive, Son”, in cui il giocatore indossa i panni di un sopravvissuto al genocidio cambogiano.

READ  Dopo che Nomadland è stato ritirato, il film italiano Pinocchio è diventato il primo film nominato all'Oscar ad arrivare in Cina nel 2021.

Reilhac e Rosenthal sperano che gli appassionati di cinema del festival si avventurino a Immersive Island per un po’ di esperienza.

“Non c’è nessun altro festival A-list al mondo che si sia impegnato così tanto nel presentare l’immersività come una nuova forma d’arte”, ha detto Reilhac. “Combinando arti immersive con lungometraggi prestigiosi, stiamo elevando il concetto di arti immersive come una vera forma d’arte piuttosto che solo un espediente tecnologico”.

In questo momento, “non esiste un vero mercato per le arti immersive”, ha affermato Rielh. I creativi a Venezia lo fanno per passione e curiosità. Ma pensa che potrebbe cambiare.

“È la nascita di una nuova forma d’arte e forse di una nuova industria”, ha detto.

___

Segui la sceneggiatrice di AP Film Lindsey Bahr su Twitter: www.twitter.com/ldbahr

___

Per maggiori informazioni sulla Mostra del Cinema di Venezia, visitare: www.apnews.com/VeniceFilmFestival