Dicembre 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Opinione: Opinione: La Coppa del Mondo è un indicatore anticipatore dell’economia globale?

londra (Sindacato del progetto) – Il 22° Mondiale è in corso, ma chi l’avrebbe mai detto all’inizio di questo secolo che potesse essere ospitato dal piccolo Qatar? Tuttavia, eccoci qui, l’unica sorpresa è che non sembra incredibile.

Per gran parte della mia carriera, ho esplorato le connessioni tra il bel gioco e l’economia globale. Alla Goldman Sachs e prima ancora alla Swiss Bank Corporation, ho coltivato la mia duplice ossessione di presiedere pubblicazioni speciali una tantum per ogni Coppa del Mondo dal 1994 al 2010.

Si potrebbe anche porre una domanda più profonda: la FIFA è un indicatore anticipatore o ritardato dell’economia mondiale e del grado di globalizzazione?

Il Qatar ha speso più denaro di qualsiasi precedente nazione ospitante della Coppa del Mondo FIFA in stadi e altre infrastrutture. Il Wall Street Journal esamina la follia di spese multimiliardarie che il piccolo paese spera ripagherà a lungo termine. Foto: Frank Hormann/Sven Simon/Zuma Press

Un evento meravigliosamente inclusivo

Dopo uno, ho ricevuto messaggi personali dai principali banchieri centrali di tutto il mondo. Alcuni mi hanno detto che è la migliore pubblicazione che abbiamo prodotto, che, visto il numero di volte che abbiamo pubblicato su eventi economici e mercati, era divertente e qualcosa su cui riflettere. Abbiamo convinto i leader nazionali e i dignitari del calcio a scriverci un ospite. In un’occasione, Alex Ferguson, il leggendario allenatore del Manchester United, ha nominato la migliore squadra del mondo di sempre.

Finora è riuscita a partecipare a sei Mondiali, ospitati da Stati Uniti, Francia, Corea del Sud, Giappone, Germania, Sudafrica e Brasile. Con queste esperienze, posso aggiungere la mia voce a coloro che descrivono l’evento come uno degli incontri più meravigliosamente inclusivi di così tante nazionalità e culture diverse. E l’emergere di fan zone, che sono davvero decollate dopo la Coppa del Mondo 2006 in Germania, ha incarnato questo spirito, anche se l’ho sperimentato più intensamente a Seoul nel 2002.

Il legame tra il calcio e lo stato dell’economia globale è evidente nella scelta degli ospiti del torneo. Penso che sia un fatto inevitabile che la selezione della FIFA del Sud Africa nel 2010, del Brasile nel 2014, della Russia nel 2018 e ora del Qatar si sia basata sulla costante ascesa delle cosiddette economie emergenti durante i primi due decenni di questo secolo. Ho pensato a lungo che gli altri due BRICS (un raggruppamento che include Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa) potessero unirsi in futuro a un piccolo gruppo di nazioni ospitanti.

Ma visto quanti grandi paesi si sono chiusi negli ultimi anni, i giorni per voler ospitare l’evento sono contati? Gli ambiziosi paesi dei mercati emergenti troveranno sempre più difficile organizzare con successo il torneo più visto al mondo? O, al contrario, il mondo può tornare presto a un ordine internazionale più avvincente, globalizzato e inclusivo?

Si potrebbe anche porre una domanda più profonda: la FIFA è un indicatore anticipatore o ritardato dell’economia mondiale e del grado di globalizzazione?

significato più ampio

Sospetto che l’andamento del torneo nelle prossime quattro settimane e, cosa più importante, quanti di noi guarderanno le partite, possa essere il primo segnale più chiaro del significato più ampio della Coppa del Mondo di quest’anno. La concorrenza è stata la spina dorsale delle entrate della FIFA. Si parla già – forse motivati ​​dal desiderio di maggiori introiti dei club professionistici – di trasformare il campionato in un torneo Succedeva ogni due annio integrare il formato quadriennale esistente con una competizione che si tiene ogni quattro anni su base di club.

Se il futuro dell’economia globale sarà molto diverso rispetto agli ultimi 20-30 anni, ciò si rifletterà nel processo decisionale della FIFA. È difficile immaginare che la FIFA sia entusiasta delle future competizioni nei paesi dei mercati emergenti se dal 2010 contribuiscono meno alla crescita economica globale rispetto ai padroni di casa.

Negli anni ’80, ’90 e 2000, la crescita del PIL reale globale è stata in media rispettivamente del 3,3%, 3,3%, 3,9% e 3,7%. L’accelerazione negli ultimi due decenni interi è stata chiaramente dovuta alla forte crescita nel mondo emergente e coincide con il periodo in cui la FIFA ha iniziato a selezionare gli host al di fuori delle tradizionali roccaforti del calcio. Attualmente sembra che questa tendenza possa essere invertita in questo decennio, anche a otto anni dalla fine.

Rischi di previsione

E i vincitori questa volta? Ho imparato attraverso la popolarità dei post che ho prodotto in passato a non andare oltre la previsione dei quattro semifinalisti. Per prima cosa, lo stesso realismo con cui bisogna avvicinarsi alle proiezioni economiche vale anche per i Mondiali; D’altra parte, i leader dei paesi che non volevamo vincere spesso non erano molto bravi.

Comincio con la data. Solo otto paesi hanno vinto la Coppa del Mondo. Il Brasile, che ha vinto cinque volte, è sempre uno dei favoriti, e la squadra di quest’anno sembra essere una delle più forti del torneo. Argentina, Uruguay, Francia, Germania, Italia, Spagna e Inghilterra sono stati gli altri vincitori precedenti. Anche se questa volta l’Italia non è riuscita a qualificarsi, è probabile che uno degli altri vincitori sia il vincitore.

In uno di questi anni l’Inghilterra vincerà di nuovo, ma potrebbe facilmente essere uno qualsiasi dei precedenti vincitori. Tra i restanti paesi, Danimarca, Paesi Bassi e Portogallo di solito superano il loro peso economico e demografico. Non importa chi vince, starò attento a tutti i tipi di segni sul futuro, proprio come ho sempre fatto.

Jim O’Neill, ex capo di Goldman Sachs Asset Management ed ex Cancelliere dello Scacchiere britannico, è membro della Commissione europea per la salute e lo sviluppo sostenibile.

Questo commento è stato pubblicato con il permesso di Sindacato del progettoI Mondiali e l’economia globale

Maggiori informazioni sulla Coppa del Mondo

Jeremy C Owens: La Coppa del Mondo prende il via nel caos di Twitter di Elon Musk e nessuno sa cosa succederà dopo

Signorina Rogers: ‘Siamo qui riuniti come un’unica grande tribù’: prende il via la controversa Coppa del Mondo del Qatar

Campane di Rachel Koning: Perché la Coppa del Mondo FIFA Qatar 2022 è controversa? Di seguito è riportato un elenco di problemi che oscurano il torneo di calcio

READ  L'Italia inietta altri 400 milioni di euro in una compagnia aerea