Luglio 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Opinione: Meme Stocks e Crypto Mania, come spiega la scienza comportamentale

Sam Sivarajan è un dirigente di gestione patrimoniale e tecnologia finanziaria con un dottorato di ricerca in finanza comportamentale. È anche un autore Money Talks: lezioni dai più ricchi del Canada.

Cosa hanno in comune titoli meme come GameStop e AMC con la mania delle criptovalute? A prima vista, questa sembra una domanda trabocchetto, perché sono due tipi di investimento molto diversi. Tuttavia, la scienza comportamentale può aiutare a spiegare come alcuni dei temi comuni siano alla base di questi fenomeni apparentemente diversi e perché siano importanti per gli investitori.

In primo luogo, è importante notare che questi fenomeni sono riavvii – e la cultura e la storia popolare forniscono ampie prove di ciò. Prendi in considerazione i titoli meme, che sono titoli di società che, nonostante i fondamenti scarsi, sono diventati virali a causa dell’ascesa dei social media. È come una versione tecnologica della tattica “pump and dump” immortalata in film come BOhstanza dell’isola dove lupo di Wall Street, dove broker aggressivi vendono al telefono azioni indesiderate a investitori inesperti. Abbiamo anche assistito a tali tattiche fin dalla Crisi della Tulipmania nei Paesi Bassi nel diciassettesimo secolo, e dalla Bolla del Mare del Sud in Inghilterra nel diciottesimo secolo, che afflisse persino l’illustre Sir Isaac Newton.

La criptovaluta è, in un certo senso, un sistema di baratto basato sulla tecnologia, scambiato a condizione di essere libero da controllo, manipolazione o controllo. È una forma moderna di “transazione in contanti” prima dell’entrata in vigore delle normative sul riciclaggio di denaro. Ma, come hanno dimostrato eventi recenti, ora c’è un movimento per regolamentare anche le criptovalute.

READ  Quando la scienza collega il cambiamento climatico ai disastri naturali

‘Startup per il consolidamento’: WonderFi, sostenuto da Kevin O’Leary, chiude l’accordo per l’acquisto di Bitbuy per l’exchange di criptovalute dopo lunghi ostacoli normativi

Caos nel mercato azionario: come è crollata la gobba del COVID e perché fa eco al crollo della cannabis

Cosa guida la popolarità di tali investimenti? Nelle scienze comportamentali, il bias di disponibilità è la tendenza delle persone a sopravvalutare il supporto per una determinata situazione sulla base di pochi calcoli interessanti. Ad esempio, un recente rapporto intitolato Hidden Tribes of America ha rilevato che solo il 33% circa degli americani su entrambe le estremità dello spettro politico ha valori forti e divisi e crede che il divario non possa mai essere colmato. Queste “ali” dominano il dibattito nazionale, ma il rapporto afferma che il 66% della popolazione, la “maggioranza esausta”, ha opinioni flessibili e diverse e crede di poter trovare un terreno comune.

Mentre la minoranza domina la conversazione online e nei media, i suoi membri diventano più duri e severi, mentre la maggioranza esausta diventa più disillusa e apatica. Per le azioni meme o le criptovalute, c’è un piccolo gruppo di sostenitori vocali rispetto a un grande gruppo silenzioso di non convinti.

Pertanto, il bias di disponibilità significa che vediamo questi investimenti ovunque e abbiamo paura di perderli.

Un altro fattore è il ragionamento motivante, che è una forma di bias di conferma. È una tendenza a prestare attenzione e ad accettare prove che corrispondono alle nostre convinzioni preesistenti. Ciò è illustrato dal classico studio di una partita di football del college tra i rivali Dartmouth e Princeton nei primi anni 1950. È stata interpretata in modo abbastanza diverso dai due gruppi di fan. Non sorprende che entrambi pensassero che l’altra squadra fosse responsabile della dura partita.

READ  L'efficacia del diritto alla salute deve essere posta al centro del progetto di sviluppo globale

Uno studio più recente ha chiesto ai partecipanti di classificare le immagini ambigue come volti o scene. Per ogni foto, alcuni partecipanti erano finanziariamente motivati ​​a vedere volti, altri a vedere scene; Ma in entrambi i casi, i partecipanti che hanno indovinato correttamente vinceranno la maggior parte dei soldi in assoluto. Il cervello dei partecipanti è stato scansionato con macchine per risonanza magnetica e lo studio ha scoperto che quando venivano stimolati a vedere un volto, la parte del cervello che elabora i tratti del viso era più attiva, prova che la nostra esperienza personale è influenzata dalle nostre motivazioni. In altre parole, le persone hanno visto ciò che volevano vedere.

Pertanto, il bias di conferma significa che quando possediamo un meme azionario o una criptovaluta, siamo più convinti che abbiamo ragione e che tutti gli altri hanno torto.

Quindi, come gestisci questi pregiudizi comportamentali e diventi un investitore migliore? Il partner di Warren Buffett, Charlie Munger, sta adottando quello che lui chiama un approccio “sempre sottosopra”. Invece di risolvere il problema in avanti, suggerisce di affrontarlo al contrario. Sostiene che questo rafforza l’obiettività: prendi la tua ipotesi iniziale e pensa a modi per confutarla. In altre parole, chiediti: “Cosa mi farebbe cambiare la mia ipotesi?” Cosa mi sto perdendo?” Ciò potrebbe significare chiedersi cosa accadrà al prezzo delle azioni anche se l’hype sui social media si attenua, o chiedersi come le nuove normative influenzeranno il prezzo della criptovaluta.

L’approccio di Munger è un ottimo consiglio per tutti noi, sia che stiamo pensando di investire o di impegnarci in un dibattito politico online.

Il tuo tempo è prezioso. Ricevi la nostra newsletter sui principali titoli aziendali nella tua casella di posta, AM o PM. Registrati oggi.

READ  Gli astronomi cercano prove della tecnologia spaziale