Giugno 13, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Open di Francia: Novak Djokovic affronta la ‘più grande sfida’ per cacciare Rafael Nadal | notizie sul tennis

Cameron Hogwood

Interviste, commenti e analisi Tweet incorporato

Rafael Nadal e Novak Djokovic si incontrano per la 58esima volta nella loro scintillante carriera mentre lo spagnolo continua la sua caccia al 14esimo titolo del Roland Garros, mentre Stefanos Tsitsipas incontra Alexander Zverev nella semifinale più piccola del Roland Garros da quando Nadal ha battuto Djokovic nel 2008

Ultimo aggiornamento: 21/06/11 08:16

Rafael Nadal in una partita contro l’italiano Yannick Sener durante la partita del quarto turno

Dopo che gli Open di Francia hanno accolto in campo quattro semifinaliste femminili per la prima volta, c’è ancora una sensazione familiare di azione maschile mentre Rafael Nadal continua la sua corsa verso il suo 14esimo titolo di singolare in carriera al Roland Garros.

La mentalità “ulteriori, migliori” era per il numero due del mondo Daniil Medvedev di scappare da Nadal sulla terra battuta il più tardi possibile, mentre il numero 10 del mondo Diego Schwartzman non ha nascosto il suo desiderio di evitare lo spagnolo allo stesso tempo. Un lato del sorteggio nel futuro, questa è l’aura dell’indomito nel torneo che ha governato per 15 anni.

Quest’ultimo è stato l’ultimo ostacolo per Nadal, che ha osato minacciare la sua autorità con una prestazione coraggiosa di fronte ai quarti di finale per poi perdere alla fine 6-3, 4-6, 6-4, 6-0 dopo un quarto set decisivo e decisivo.

Il sei volte campione Boris Becker ha segnalato questa settimana che la fine del regno di Nadal a Parigi è solo una questione di tempo mentre cerca il quinto titolo consecutivo del Roland Garros. Novak Djokovic potrebbe avere una parola decisiva su questo dopo aver sconfitto Matteo Berrettini 6-3, 6-2, 6-7 (5-7) 7-5 per suggellare il suo posto nei quarti di finale e matita nella partita di semifinale con la sua controparte. vecchio nemico.

“Non è come qualsiasi altra partita”, ha detto Djokovic. “Ammettiamolo, è la sfida più grande che puoi affrontare, giocando sulla terra battuta contro Nadal, su questo campo dove ha avuto così tanto successo nella sua carriera, nelle fasi finali di un Grande Slam. Chi – quello.

“Certo, ogni volta che ci incontriamo, c’è ulteriore tensione e aspettative. [The] I sentimenti sono diversi camminando in campo con lui. Ma è per questo che la rivalità tra noi è stata storica, credo, per questo sport. Ho avuto l’onore di giocare con lui molte volte”.

Nadal ha vinto sette dei suoi ultimi otto incontri con Novak Djokovic al Roland Garros

Nadal ha vinto sette dei suoi ultimi otto incontri con Novak Djokovic al Roland Garros

Djokovic vanta un record di 29-28 in carriera contro Nadal ed è l’ultimo uomo oltre al 35enne a vincere un titolo di singolare agli Open di Francia dopo aver battuto nuovamente Andy Murray nel 2016. Tuttavia, ha vinto solo uno dei sette incontra Nadal in gara mentre il duo si prepara per il Round 58.

“[My] Le rivalità con lui e Roger (Federer) mi hanno reso un giocatore più forte e mi hanno permesso di capire come dovevo salire di livello per arrivare al livello che avevo quando ho iniziato a giocare a tennis professionistico. “Scegli Rafa come il più grande avversario che ho affrontato in carriera.

“La qualità e il livello del tennis che ho giocato nelle ultime tre o quattro settimane sulla terra battuta, a Roma, Belgrado e qui, mi danno buone sensazioni ed emozioni prima di quella partita. Sono fiducioso. Penso di poter vincere , altrimenti non sarei qui. Facciamo una bella lite.”

Nadal, che ha sconfitto Djokovic nella finale dell’Open d’Italia a maggio, è 26-0 raggiungendo le semifinali dell’Open di Francia e ha una striscia di 35 vittorie consecutive nel torneo – secondo al suo record di 39 dal 2010-15 – e imbattuto i serbi sulla terra da Roma maggio 2016.

Lo ha visto arrivare alle semifinali superando Alexei Popyrin, Richard Gasquet, Cameron Norrie e Yannick Sener in due set prima di bloccare Schwartzman per estendere il suo record al Roland Garros a 105-2 dal suo debutto nel 2005.

Mentre Djokovic vede Nadal come l’ultimo banco di prova, è probabile che il sentimento sia reciproco.

“È sempre una grande sfida”, ha detto Nadal. “La cosa migliore è che sai che devi giocare al meglio nel tennis. È una partita che sai cosa devi fare se vuoi davvero avere possibilità di successo e andare avanti. [in] La competizione.

“Questa è una buona cosa, perché per certi versi ci stiamo allenando, stiamo vivendo lo sport per questi momenti. La cosa negativa è che è dura perché stai giocando contro uno dei migliori giocatori della storia”.

Il greco Stefanos Tsitsipas gioca per l'americano John Isner durante la partita del terzo turno (AP Photo/Christophe Ena)

Il greco Stefanos Tsitsipas gioca per l’americano John Isner durante la partita del terzo turno (AP Photo/Christophe Ena)

La finale vedrà la vecchia guardia incontrare la prossima generazione mentre il numero 5 del mondo Stefanos Tsitsipas affronta il numero 6 del mondo Alexander Zverev nell’altra semifinale per rivendicare il suo primo titolo importante.

Tsitsipas è stato impressionante in tutto, concedendo solo un set contro John Isner in rotta verso i quarti di finale, chiudendo il suo posto 6-3 7-6 (7-3) 7-5 sul testa di serie n. 2 Medvedev mercoledì. .

Il semifinalista dell’Australian Open 2021 sta cercando di andare una volta, se non due, dopo aver perso contro Djokovic in cinque set in questa fase della competizione lo scorso anno.

“Mi sento privilegiato di essere in questa posizione”, ha detto Tsitsipas. “Sento chiaramente di aver lavorato sodo ogni giorno e [that] Era una componente essenziale dell’essere qui. Ma il mio ego mi sta dicendo che voglio di più”.

Nel frattempo, sembra essere un altro passo importante per Zverev che, dopo aver lottato nelle ultime fasi degli Slam all’inizio della sua carriera, ha ora raggiunto un importante quarto di finale, semifinale e finale negli ultimi due anni, con il tedesco che ha ammesso che le aspettative si applicano a se stesso.I suoi livelli di prestazione potrebbero essere stati ostacolati.

“I tornei più importanti sono i tornei che vogliamo vincere di più – ha detto Zverev -. Forse prima degli ultimi anni mi stavo spingendo molto”. “Prima che arrivassero Medvedev e Tsitsipas, ero visto come questo ragazzo che avrebbe improvvisamente conquistato il mondo del tennis. Mi stavo spingendo anche io.

“Non sono stato molto paziente con me stesso, cosa che sento ora forse ho imparato a gestire un po’ meglio la situazione. Forse sono più calmo nei tornei. Ma l’obiettivo finale non è cambiato.

Non dimenticare di seguirci su skysports.com/tennis, il nostro account Twitter Tweet incorporato & Sky Sport – Ovunque tu sia! Disponibile per il download ora su – iPhone e iPad E il Android

READ  Kelly New School pensionamento lascia una scappatoia nella squadra di pallanuoto degli Stati Uniti | Buffalo Sports