Luglio 1, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Olivier Veran lascia il tema della salute per i rapporti con il Parlamento – Tahrir

mancante

Questo articolo è riservato agli abbonati

governo Elizabeth BorneProblema

Sono stato Ministro della Crisi Sanitaria per due anni. “Ora vorrei essere un ministro della salute a tempo pieno”, ha detto a marzo. Purtroppo, Olivier Veran, la cui uscita dal governo sembrava inevitabile, sta sopportando il peso maggiore del desiderio presidenziale di voltare pagina sul Covid.

Il ritorno di Boomerang. Liberato dai media e dal suo anonimato politico a causa della crisi sanitaria, Olivier Veran sta pagando un prezzo pesante. Il suo sogno di “ripopolamento” alla guida del ministero della Salute è giunto al termine. Fu travolto dal desiderio di Emmanuel Macron di voltare la pagina più dolorosa del suo primo mandato di cinque anni. “La salute ha bisogno di sangue fresco per attuare le prossime riformeZlatt, un caro amico del rieletto capo di stato. Ferran non era immeritevole. Non è un fallimento. Ma È “inquinato”“.» La sua uscita dal governo sembrava inevitabile. Sensibile all’ingiustizia, l’Esecutivo gli ha offerto un premio di consolazione in casi estremi: il Ministro Plenipotenziario incaricato dei rapporti con il Parlamento e la vita democratica. Incerto di poter vincere di nuovo il primo circuito di Izer contro la sinistra combinata, Ferran ha accettato.

Tempesta senza precedenti

Per il neurologo diventato politico, la frustrazione è reale. In proporzione all’energia che è stata dispiegata da quando si è seduto sulla sedia lasciata libera da Agnes Buzyn il 16 febbraio 2020. Perché il mandato di Ferran è confuso con la lotta alla pandemia. Un mese dopo la sua nomina, era in…

READ  In Quebec, la stragrande maggioranza degli infermieri è assunta in Francia