Maggio 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Olhar Espacial riceve le fate madrine astrologiche per parlare delle donne nella scienza

Nel 2019, un gruppo di donne dell’Istituto di Astronomia, Geofisica e Scienze dell’Atmosfera (IAG/USP) dell’Università di San Paolo e di altri istituti di scienze esatte ha creato il Progetto Astrominas, che propone lezioni di astronomia gratuite per ragazze, con professori e ricercatori famosi nel campo.

Foto: rivelato Astrominas

Con l’obiettivo di facilitare l’accesso di giovani studentesse all’università, e di promuovere il collegamento di queste ragazze con gli scienziati, il progetto mira a promuovere la scelta e la conservazione delle carriere scientifiche e tecnologiche.

Per una discussione su Astrominas e sulla partecipazione delle donne alla scienza in generale, Olhar Espacecial (6) accoglierà venerdì tre “fate madrine” del progetto, come vengono chiamate le donne che accompagnano e le mentori di “Astrominas”.

Katharina Idar, Master in Astronomia dell'Università del Sud Pacifico

Katarina Idar, coordinatrice di Astrominas. Immagine: archivi personali

Katarina Aidar, oltre ad essere una fata madrina, è una delle coordinatrici del progetto. Ha conseguito una laurea in Fisica e un Master in Astronomia presso l’Università di São Paulo. Attualmente è dottorando presso la stessa istituzione che studia la relazione tra i buchi neri supermassicci e le galassie in cui risiedono. È coinvolto nell’osservazione delle radiogalassie più lontane attualmente conosciute, utilizzando telescopi come James Webb, Hubble e Gemini. Oltre al suo interesse per l’universo, Katrina ama molto il brainstorming, il femminismo e lo yoga.

Olhar Espacial riceve le madrine di Astromina di cui parlare
Anna Clara de Paula, studentessa di fisica presso l’Università del Pacifico meridionale, è anche la coordinatrice del progetto Astrominas. Immagine: archivi personali

Un’altra coordinatrice e fata madrina è Anna Clara de Paula, una studentessa laureata in fisica presso l’Istituto di Fisica (IF/USP). È Managing Editor del Journal of the IF/USP Academic Center, parte del gruppo Astroparticules dell’International Institute of Physics e dal 2020 sviluppa iniziative scientifiche nel campo dell’insegnamento e dell’editoria. Oltre ad Astrominas, è coinvolta anche in Cecília, un altro progetto IF/USP, ed è borsista. È anche ricercatrice presso l’Heising Simons Institution, che usa i simboli per mappare le stelle nelle galassie satelliti della Via Lattea.

1651783809 154 Olhar Espacial riceve il compenso della madrina astrologica di cui parlare
Taiza Oliveira de Jesus, studentessa di astronomia all’Università del Pacifico meridionale, fa parte del gruppo I Padrini immaginari per l’edizione 2021 di Astrominas. Immagine: archivi personali

Taiza Oliveira de Jesus è una studentessa del quarto anno in astronomia presso l’Istituto di Astronomia, Geofisica e Scienze dell’Atmosfera dell’Università di San Paolo (IAG/USP). Dal 2019 è nel campo dell’insegnamento e dell’editoria astronomica, come osservatrice e docente del progetto editoriale scientifico IAG-USP “Visit to the Astronomy Department”, ed è volontaria per Astrominas e il progetto educativo Mania, nonché borsista e volontario presso l’Astronomy Club of São Paulo (CASP) dal 2018. In Astrominas ho iniziato come volontario, nel 2020 e nel 2021, ora borsa.

Presentato da Marcelo Zurita, Presidente della Paraíba Astronomy Society – APA; Membro della SAB – Società Astronomica Brasiliana. Direttore tecnico di BRAMON – la rete brasiliana di osservazione delle meteore – e coordinatore regionale (nordest) Asteroid Day Brazil, Olhar Espaniel viene trasmesso in diretta, ogni venerdì alle 21, tramite i canali ufficiali dei veicoli su YouTube, Facebook, Instagram e TwitterLinkedin e Tik Tok.

Hai visto i nostri nuovi video su Youtube? Iscriviti al nostro canale!

READ  Taubont: Circa un centinaio di appezzamenti di terreno e case di cura vedranno la luce del giorno