Maggio 21, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Nuovi Xeon solo E-Core nel 2024

Non è un segreto che la piattaforma dei processori aziendali Intel si sia estesa nelle ultime generazioni. Rispetto alla concorrenza, Intel persegue la sua strategia multi-blocco facendo affidamento su una piattaforma di produzione che non ha offerto il meglio sul mercato. Tuttavia, Intel cita più spedizioni del suo ultimo Xeon a dicembre di quanto AMD abbia spedito in tutto il 2021 e la società rilascerà la sua piattaforma scalabile Sapphire Rapids Xeon di prossima generazione più avanti nel 2022., con lievi perdite qua e là, ma Intel Today you solleva il coperchio da quella mappa stradale.

Stato di gioco di oggi

Attualmente sul mercato c’è l’Intel Ice Lake 3ricerca e sviluppo Piattaforma scalabile Xeon di generazione, costruita su un nodo di processo Intel a 10 nm con un massimo di 40 core Sunny Cove. Lo stampo è grande, circa 660 mm2Nei nostri benchmark, abbiamo visto un aumento significativo delle prestazioni tra le generazioni rispetto ai lavoratoriseconda abbreviazione Mostra Generazione Xeon. La risposta a Ice Lake Xeon è stata mista, data la concorrenza sul mercato, ma Intel è avanzata sfruttando una piattaforma più completa abbinata alle proprie offerte uniche di FPGA, memoria, storage, networking e accelerazione. Le entrate del data center, a seconda del trimestre che stai guardando, aumenteranno o diminuiranno a seconda di come i clienti digeriscono il loro inventario di processori esistente (come menzionato dal CEO Pat Gelsinger).

Tuttavia, Intel si è impegnata molto nella discussione di 4y Piattaforma scalabile di generazione Xeon, Sapphire Rapids. Ad esempio, sappiamo già che utilizzerà >1600 mm2 Dal silicio al maggior numero di soluzioni core, con quattro quadrati collegati alla tecnologia bridge integrata di Intel. Il chip avrà otto canali di memoria DDR5 a 64 bit, supporto per PCIe 5.0 e la maggior parte delle specifiche CXL 1.1. Sono inoltre in esecuzione nuove estensioni Matrix, insieme agli acceleratori del flusso di dati e alla tecnologia Rapid Assist, tutte basate sulle ultime architetture P-core attualmente presenti nella piattaforma desktop Alder Lake, sebbene ottimizzate per l’uso nei data center (che di solito significa supporto AVX512 e flash archiviazione). più temporanea). Sappiamo già che le versioni Sapphire Rapids saranno disponibili con memoria HBM e il primo cliente per questi chip sarà il supercomputer Aurora degli Argonne National Labs, insieme al nuovo Ponte Vecchio High Performance Computing Accelerator.

Il lancio di Sapphire Rapids è arrivato molto più tardi di quanto originariamente previsto diversi anni fa, ma prevediamo di vedere dispositivi ampiamente disponibili nel corso del 2022, basati sulla tecnologia dei nodi di elaborazione Intel 7.

READ  Quale telefono verde è il più verde?

La prossima generazione di Xeon Scalable

Guardando oltre Sapphire Rapids, Intel sta finalmente rilasciando materiale al pubblico per mostrare cosa sta arrivando nella sua roadmap. Dopo Sapphire Rapids, nel 2023 avremo un prodotto Emerald Rapids Xeon Scalable compatibile con la piattaforma, anch’esso basato su Intel 7. Date le convenzioni di denominazione, Emerald Rapids sarà probabilmente un 5y generazione.

Emerald Rapids (EMR), come con altri aggiornamenti della piattaforma, dovrebbe raccogliere il frutto a bassa pendenza dal design di Sapphire Rapids per migliorare le prestazioni, nonché gli aggiornamenti dalla produzione. Con la compatibilità della piattaforma, significa che Emerald avrà lo stesso supporto quando si tratta di corsie PCIe, comunicazione CPU-CPU, memoria dinamica, CXL e altre funzionalità IO. Probabilmente vedremo anche acceleratori aggiornati. Tuttavia, l’aspetto esatto del silicone è ancora sconosciuto. Dato che siamo ancora nuovi nel portafoglio piastrellato di Intel, ci sono buone probabilità che sia simile a Sapphire Rapids, ma potrebbe essere qualcosa di nuovo, come quello che Intel ha pianificato per la prossima generazione.

Dopo Emerald Rapids, la roadmap di Intel sta prendendo una nuova corsia preferenziale. Vedremo una diversificazione della strategia di Intel su diversi livelli.

Partendo dall’alto, Granite Rapids (GNR), costruito interamente con core ad alte prestazioni Intel, è su un nodo di elaborazione Intel 3 per il lancio nel 2024. Granite Rapids era precedentemente sulla roadmap come prodotto con un nodo Intel 4, tuttavia, Intel ci ha ricordato da offrire La tecnologia e la sequenza temporale per dove entrerà in vigore rende meglio mettere Granite su un nodo Intel 3. Intel 3 dovrebbe essere un nodo EUV Intel di seconda generazione dopo Intel 4 e ci aspettiamo le regole di progettazione essere molto simili tra i due, quindi non è un enorme salto da uno all’altro che sospettiamo.

Granite Rapids sarà un’architettura piastrellata, proprio come prima, ma avrà anche una strategia biforcata nelle sue tessere: avrà tessere IO separate e tessere di base separate, piuttosto che un design uniforme come Sapphire Rapids. Intel non ha rivelato come sia collegata, ma l’idea qui è che le schede I/O possono avere tutti i canali di memoria, le corsie PCIe e altre funzioni mentre le schede madri possono concentrarsi solo sulle prestazioni. Sì, sembra quello che sta facendo la concorrenza di Intel oggi, ma alla fine è la cosa giusta da fare.

Granite Rapids condividerà una piattaforma con la nuova linea di prodotti Intel, a cominciare da Sierra Forest (SRF) e che è disponibile anche su Intel 3. Questa nuova linea di prodotti sarà costruita da data center elettronici avanzati, che conosciamo dall’attuale consumatore di Intel Alder Lake portafoglio. Gli E-core Sierra Forest rappresenteranno una generazione futura rispetto agli E-core Gracemont che abbiamo oggi, ma l’idea qui è quella di fornire un prodotto che si concentri maggiormente sulla densità del core piuttosto che sulle prestazioni esplicite del core. Ciò consente loro di operare con meno sforzo e parallelismo, supponendo che la memoria e la larghezza di banda della connessione possano tenere il passo.

READ  Aggiornamento di Windows 11: come scaricare subito il nuovo sistema operativo di Microsoft senza aspettare

Sierra Forest utilizzerà lo stesso dado IO di Granite Rapids. I due condivideranno una piattaforma – in questo caso presumiamo che ciò significhi che saranno compatibili con i socket – quindi aspettatevi di vedere le stesse configurazioni DDR e PCIe per entrambi. Se lo schema di numerazione di Intel continua, GNR e SRF saranno Xeon Scalable 6y prodotti di generazione. Intel ci ha detto durante il nostro briefing che il portafoglio di prodotti offerto dai prodotti Ice Lake Xeon sarà coperto e ampliato con un mix di GNR e SRF Xeon in base alle esigenze dei clienti. Sia il GNR che l’SRF dovrebbero essere completamente disponibili a livello globale al momento del lancio.

Finirà per confrontare l’E-core con densità del core della Sierra Forest con il suo equivalente AMD, che si chiamerà Bergamo – per Zen4c – AMD potrebbe avere un equivalente Zen5 quando l’SRF arriverà sul mercato.

Intel ha chiesto se il passaggio a GNR+SRF su una piattaforma unificata significhi che la prossima generazione sarà una piattaforma unica o se manterrà le due generazioni di fidelizzazione che i clienti amano. Mi è stato detto che sarebbe stato l’ideale mantenere la compatibilità intergenerazionale, anche se, come previsto, dipende da quando e dove devono essere integrate le nuove tecnologie. Le stime del settore più antiche (a parte la CPU) per PCIe 6.0 sono nel 2026 e DDR6 è molto simile al 2029, quindi a meno che non ci siano più canali di memoria da aggiungere, probabilmente vedremo una parità tra 6.y e 7y Generale Sion.

L’altra mia domanda a Intel riguardava i progetti di CPU ibride: se Intel dovesse ora realizzare riquadri P-core e riquadri E-core, cosa impedirebbe un prodotto incrociato con entrambi? Intel ha affermato che i suoi clienti preferiscono i design single-core in questo mercato in cui le esigenze variano da cliente a cliente. Se un cliente preferisce uno split 80/20 su P-core a E-core, un altro cliente preferisce uno split 20/80. Avere una vasta gamma di prodotti per ogni rapporto diverso non ha senso, ei clienti che hanno già studiato questo hanno scoperto che il software funziona meglio in una disposizione omogenea, piuttosto che segmentato a livello di sistema, piuttosto che a livello di socket. Quindi è probabile che non vedremo presto Xeon ibridi. (Ian: Lui Buono Cosa.)

Hai chiesto informazioni sul modello IO unificato: fornire allo stesso Xeon solo P-core e solo E-core lo stesso numero di canali di memoria e corsie I/O potrebbe non essere ottimale per nessuno dei due scenari. Intel non ha avuto una buona risposta qui, a parte il fatto che realizzarli entrambi sulla stessa piattaforma ha aiutato i clienti a sinergizzare con i costi di sviluppo non restituibili su entrambe le CPU, indipendentemente dal costo utilizzato. Non l’ho chiesto in quel momento, ma potevamo vedere la porta aperta per più scenari simili a Xeon-D con diverse configurazioni IO per implementazioni più piccole, ma a questo punto stiamo parlando di prodotti a 2-3 anni di distanza.

READ  Non aspettarti un Nintendo Switch 2 per anni














Generazioni scalabili Xeon
Data Anand Tech Nome in codice abber. quanto sopra
nuclei
nodo Tappo
Terzo trimestre 2017 il primo Skylake SKL 28 14 nm LG 3647
2° trimestre 2019 Il secondo Cascata del Lago CXL 28 14 nm LG 3647
2° trimestre 2020 il terzo Lago di rame CPL 28 14 nm LGA 4189
Secondo trimestre 2021 lago di ghiaccio ICL 40 10 nm LGA 4189
2022 il quarto Sapphire Rapids SP * Intel 7 LG 4677
2023 Quinto Rapide di smeraldo EMR ? Intel 7 **
2024 VI Scogliere di granito GNR ? Intel 3 ?
foresta della sierra SRF ? Intel 3
> 2024 settimo La prossima generazione P. ? ? ? ?
La prossima generazione di E
* Stima 56 core
** La stima è LGA4677

Sia per Granite Rapids che per Sierra Forest, Intel sta già lavorando con i principali “meta client” per la microingegneria, lo sviluppo di piattaforme, i test e l’implementazione. Maggiori dettagli arriveranno, in particolare mentre ci sposteremo attraverso Sapphire e Emerald Rapids quest’anno e il prossimo.