Agosto 12, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Notizie sulla Brexit: servizi legali del Regno Unito “in surplus di 5,6 miliardi di sterline” – le maggiori aziende prevedono una crescita del 4% nel 2021 | Città e affari | finanza

Economia del Regno Unito: “Gli ultimi mesi saranno duri”, affermano gli esperti

La notizia arriva quando la revisione annuale di TheCityUK, “Eccellenza legale, servizi legali britannici di fama mondiale 2021”, ha rilevato che il Regno Unito si è classificato al secondo posto nelle commissioni per i servizi legali a livello globale, dopo gli Stati Uniti, con un conseguente enorme surplus commerciale. I ricavi dei 100 più grandi studi legali del Regno Unito sono cresciuti del 4% nel 2021 a 28,8 miliardi di sterline, osserva il rapporto, mentre ci sono più di 200 studi legali stranieri con uffici nel Regno Unito.

Il rapporto afferma che TheCityUK Legal Services Group, presieduto da James Palmer, ex partner senior di Herbert Smith Freehills, ha “costruito e mantenuto forti relazioni con le principali parti interessate del governo, delle normative e del settore per mantenere la competitività del settore, lavoro che include” il creazione di nuovi mercati di esportazione e creazione di legami più profondi con i mercati esistenti”.

Derek Sweeting QC, presidente uscente del Bar Council of England and Wales che rappresenta gli avvocati, ha accolto con favore il rapporto, aggiungendo che l’analisi dell’assicuratore, Bar Mutual, ha mostrato che il reddito esterno degli avvocati era triplicato da £ 114 milioni nel 2005 a più di 394 milioni di sterline sterlina. l’anno scorso.

La Gran Bretagna ha goduto di un surplus di 5,6 miliardi di sterline in servizi legali (Immagine: Getty)

Centro di Londra

Londra rimane un importante centro finanziario globale (Immagine: Getty)

Definendo i dati “un promemoria della forza globale del nostro settore legale”, Sweeting ha fatto riferimento a una recente relazione sul valore del diritto inglese come strumento di risoluzione delle controversie internazionali.

READ  Buongiorno al nuovo caffè all'italiana aperto tutto il giorno di Eataly Dallas

Con la notizia che arriva in un momento in cui molti hanno messo in dubbio il successo post-Brexit della Gran Bretagna, i previsori del fallimento economico sembrano aver calcolato male.

Anche il settore finanziario di Londra continua a funzionare come un importante hub commerciale globale nonostante l’uscita dall’Unione Europea.

Il commercio con l’Unione europea è diminuito drasticamente, e probabilmente continuerà a diminuire, il che ha portato la Banca centrale europea a cercare di adottare misure per frenare la crescita in Gran Bretagna e compensare le perdite.

Per saperne di più:
Leon aprirà più di 50 punti vendita per creare 1.000 nuovi posti di lavoro

servizi legali

Oltre 200 studi legali stranieri con sedi nel Regno Unito (Immagine: Getty)

Banca centrale europea

La Banca centrale europea cerca di limitare la crescita di Londra (Immagine: Getty)

Fonti legali hanno avvertito che la Banca centrale europea sta minacciando di rimuovere le sue licenze bancarie dell’UE – di cui hanno bisogno per operare – se non trasferiranno più personale e risorse nel blocco.

La mossa include la richiesta di più grandi banchieri di trasferirsi da Londra ad altri centri come Parigi, Francoforte e Dublino, tuttavia, molti banchieri si rifiutano di conformarsi perché ritengono che Londra sia un importante centro finanziario globale.

Questi successi hanno spinto i principali paesi europei a interessarsi alla Gran Bretagna dopo la Brexit.

Un recente rapporto del media tedesco Bild ha salutato la crescita nel Regno Unito dal 6% al 6,4% quest’anno, ben al di sopra del 2,5% previsto a Berlino.

Il rapporto del quotidiano Bild afferma: “In ogni caso, il mercato del lavoro del Regno Unito è in piena espansione, il tasso di disoccupazione è in calo (ottobre: ​​4,2%) e si creano numeri record di nuovi posti di lavoro (1,2 milioni solo da settembre a novembre).

READ  EXp Realty accoglie come sua la veterana del settore immobiliare Ilaria Profumi

non perdere:
La popolarità di Boris Johnson cala nell’ultimo sondaggio [REPORT]
La Russia è pronta a trasformare tutti in cenere radioattiva [REVEAL]
“Gettato sotto l’autobus” ha fatto arrabbiare Rishi con restrizioni incombenti [OPINION]

Grafico dopo che la Gran Bretagna lascia l'Unione Europea

Grafico dopo che la Gran Bretagna lascia l’Unione Europea (Foto: Daily Express)

La tendenza è destinata a continuare con il Fondo monetario internazionale che sostiene anche la Gran Bretagna.

Due volte all’anno, il Fondo monetario internazionale pubblica un “World Economic Outlook”, che mostra, tra le altre misure, la crescita prevista delle economie mondiali.

Il Consiglio si aspetta che la Gran Bretagna si collochi al vertice della piramide economica europea.

La Gran Bretagna avrà la crescita maggiore con il 6,76 percento, seguita dalla Francia con il 6,29 percento, l’Italia con il 5,77% e la Spagna con il 5,74.

La media dell’UE nei suoi 27 Stati membri dovrebbe essere intorno al 5,1%, meno dell’1,5% del tasso Brexit.

Previsioni del FMI

Previsioni del FMI (Foto: Facts4U)

Una delle ragioni principali del successo sembra essere l’idea che il Regno Unito rimanga aperto ai lavoratori di talento e che lo sviluppo di legami commerciali di successo con le economie emergenti in rapida crescita sarà fondamentale per realizzare il potenziale di crescita a lungo termine del Regno Unito.

A parte l’aumento del settore dei servizi legali esportato nel mondo, il Regno Unito ha anche avuto una manciata di accordi commerciali dopo la Brexit.

Gli accordi con la Nuova Zelanda e l’Australia e gli accordi in corso con diversi partner prima della Brexit hanno consentito al Regno Unito di continuare la sua crescita finanziaria.

READ  Il capo del Ministero della Salute ha affermato che Israele sta ancora aspettando le dosi del vaccino COVID per i bambini