Maggio 29, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

“Non sono antimaschera”, testimonia il dottor Marc Lacroix

Il capo delle cliniche mediche private Lacroix, il dott.S Marc Lacroix, si è difeso dalle denunce disciplinari a suo carico dicendo di non essere “antimaschera”, ma a tutt’oggi resta in contrasto con l’obbligo di indossare la mascherina emesso il 18 luglio 2020.

• Leggi anche: Il cardiologo in soccorso, il dottor Marc Lacroix

• Leggi anche: Audizioni del dottor Lacroix: il pubblico ministero costretto a lasciare uno dei suoi testimoni esperti

“Dov’era la bandiera in questa decisione del 18 luglio? Ha detto il dottorS Marc Lacroix davanti al consiglio disciplinare del College of Physicians dove affronta diversi capi disciplinari per aver rilasciato dichiarazioni inesatte che sono in conflitto con i dati scientifici durante le interviste sulle onde radio di CHOI e sulla sua pagina Facebook.

tranquillamente, dS Lacroix ha testimoniato sulla base di diversi documenti scientifici e articoli di giornale che ha detto di aver consultato in quel momento. Il medico ha citato specificamente uno studio dell’Istituto Pasteur su cui ha fatto affidamento per affermare che il COVID-19 non era molto letale per i minori di 20 anni.

attento interrogatorio

Tuttavia, durante il controinterrogatorio, l’avvocato di Olivier Bolduc, che aveva sporto denuncia privata, ha chiesto al medico perché avesse eluso due elementi dello stesso studio che sembravano essere “dimostrati errati” sull’immunità di gruppo da lui sostenuta e sulle misure di contenimento che il medico ha ritenuto inefficace nel colloquio.

“Andiamo alla base, difendiamo il testimone, dovrebbe essere accessibile agli ascoltatori”.

Marc Lacroix ha accreditato ore di formazione continua per la sua lettura e ricerca in previsione delle sue interviste radiofoniche all’inizio della pandemia. Il Collegio dei Medici ha accreditato 62 ore di formazione.

READ  Sì, le fake news viaggiano davvero più velocemente

considerato dS Lacroix ha anche distinto tra interviste radiofoniche e “opinioni personali” che ha condiviso su Facebook.

“La mente scientifica riguarda anche la messa in discussione”, ha affermato.

Quando si è trattato di condividere diversi post su Facebook che criticavano le misure sanitarie, in particolare promuovendo una manifestazione sull’uso obbligatorio della mascherina organizzata da un gruppo cospiratorio, il medico ha rivendicato il diritto di manifestare.

ha detto il dottor.S Lacroix pur confermando di non essere mai apparso.

considerato dS Lacroix ha risposto francamente quando gli è stato chiesto della sua opposizione alla maschera obbligatoria. “Non sono antimaschera”, ha detto, “al contrario”.

“conflitto”

Tuttavia, ha a lungo denunciato il “cambiamento di volto” della salute pubblica per questa decisione. D. ha condiviso un videoS Arruda del marzo 2020 dove l’ex direttore della sanità pubblica affermava che la mascherina offre un falso senso di sicurezza.

Ha spiegato, adottando il decreto il 18 luglio 2020, uno stato di totale contraddizione in merito alle decisioni di salute pubblica rispetto alle dichiarazioni pubbliche rese dal dott.S Arruda sull’inutilità della maschera”, ha spiegato il testimone.

L’interrogatorio dell’interrogante proseguirà lunedì prossimo.