Settembre 26, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Nigeria, Sudafrica ed Egitto alzano i tassi di interesse

Le banche centrali delle tre maggiori economie africane dovrebbero aumentare i tassi di interesse nei prossimi giorni nel tentativo di frenare l’aumento dell’inflazione.

Negli ultimi eventi, l’Africa, come i suoi coetanei globali, ha lottato per domare l’inflazione elevata in un contesto di prezzi delle materie prime in costante aumento, carenza di cibo, fondamentali economici deboli e potere d’acquisto in calo.

Le banche centrali in Nigeria, Sud Africa ed Egitto, le tre maggiori economie del continente, potrebbero aumentare ulteriormente i tassi di interesse questo mese nel tentativo di frenare l’aumento dei prezzi al consumo e ridurre la valuta in circolazione, secondo una serie di previsioni di esperti economici. .

Nell’agosto 2022, l’inflazione in Nigeria, la più grande economia dell’Africa, è cresciuta al massimo in 17 anni del 20,52% a/a nonostante gli sforzi della Banca centrale della Nigeria (CBN) per frenare i prezzi e raffreddare l’economia. La principale banca ha alzato i tassi di 150 punti base dal 12,5% al ​​14% solo quest’anno e sembra che non ci sia alcuna soluzione in vista.

Il continuo aumento dei prezzi nel periodo in cui il tasso di cambio è al massimo storico di N 700 / 1 dollari USA sul mercato nero, il tasso di disoccupazione è al 33,33%, le riserve estere sono inferiori a $ 40 miliardi e le vendite al dettaglio sono inferiori al normale, hanno costretto la banca centrale nigeriana a maledire le conseguenze e ad aumentare costantemente i tassi di interesse.

Se il CBN si fosse mosso come previsto, la banca centrale avrebbe alzato i tassi di interesse tre volte quest’anno.

In Sud Africa, la seconda economia più grande del continente africano, la storia non è diversa poiché gli esperti hanno iniziato a prevedere che la Reserve Bank of South Africa aumenterà il tasso di politica monetaria di 75 punti base dall’attuale 5,5% al ​​6,25% questo mese. .

READ  Il settore del cemento si impegna a decarbonizzare il Pakistan

L’inflazione è salita al 7,8% a luglio, al di sopra dell’obiettivo di inflazione del 3%-6% fissato dalla banca centrale.

Come previsto, gli economisti intervistati da Bloomberg nel suo ultimo rapporto ritengono che con il tasso di inflazione in Egitto in aumento del 14,6% ad agosto, è probabile che la banca centrale della terza economia più grande dell’Africa agisca per frenare gli aumenti dei prezzi.

Bloomberg Ha osservato che “sebbene una minoranza di previsori si aspetti che il tasso di deposito rimanga all’11,25% per il terzo incontro, la maggior parte vede un aumento da 50 a 100 punti base per frenare l’inflazione annuale, che è al livello più alto in quasi quattro anni”.