Novembre 28, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Nick Strobel: molto da vedere nel cielo di novembre | intrattenimento

Due giorni dopo un’eclissi lunare quasi totale, la luna è una gobba calante che sorge a est intorno alle 19:00. La Luna si trova nella parte inferiore dei Gemelli (vicino ai piedi del gemello Castore sul lato destro dei Gemelli per essere più precisi).

La luna sarà un piccolo calante accanto alla testa del leone la sera del Ringraziamento. Il giorno del Ringraziamento, la luna diventerà visibile tra le 22:30 e le 22:45, a seconda di quanto sei vicino alle montagne.

Orione diventa visibile a est intorno alle 20:00 e sarà più alto nel cielo a causa del sud intorno all’1:30. Le due stelle più luminose dello zodiaco del cane (Canis Major e Canis Minor) sono rispettivamente Sirio e Procione. Queste stelle debuttano intorno alle 21:45

A guidare il gruppo di costellazioni di Orione attraverso il cielo c’è il Toro con il gruppo di stelle delle Pleiadi sulla spalla. Le Pleiadi sono già sopra l’orizzonte al tramonto ma bisogna aspettare fino alle 17:30 circa affinché il cielo sia abbastanza scuro da poterle cogliere facilmente. Le Pleiadi si alzano al di sopra del meridiano sud verso le 11:40 di stasera.

La prima cosa simile a una stella che vedrai dopo il tramonto è la “stella della sera”, il pianeta Venere a sud-ovest tra le stelle del Sagittario, ma il Sagittario non sarà visibile al crepuscolo fino a quando non sarà vicino al tramonto.

Giove e Saturno saranno alti a sud su entrambi i lati del Capricorno al tramonto – Giove, luminoso luminoso sul lato sinistro del Capricorno e Saturno più debole sul lato destro.

La materia oscura illumina il processo di revisione tra pari

L’esperimento DAMA sulla materia oscura al Laboratorio Nazionale del Gran Sasso in Italia fornisce un’affascinante illustrazione del processo di peer-review nella scienza. Dal 1995, l’esperimento DAMA ha lavorato per rilevare la materia oscura sotto forma di particelle chiamate particelle massive debolmente interagenti (WIMP). DAMA ha presentato i risultati in riviste peer-reviewed che affermano la scoperta della materia oscura.

Il processo di revisione tra pari continua dopo la pubblicazione di un articolo di giornale. Solo perché un’affermazione compare su una rivista non significa che sia vera. La parte del processo di revisione che si verifica prima della pubblicazione di un articolo comporta il controllo della logica dell’analisi dei dati raccolti: dati i dati nel documento, le conclusioni sono logicamente valide e ci sono altre possibili conclusioni?

La parte successiva della revisione tra pari è vedere se i dati sono ripetibili. Una scoperta importante come quella rivendicata dal team DAMA necessita di convalida da altri studi e analisi indipendenti. Tuttavia, altri rilevatori di materia oscura sono apparsi vuoti.

Altri rilevatori di materia oscura hanno utilizzato altri metodi e configurazioni sperimentali per cercare la materia oscura, quindi il team DAMA è stato in grado di affermare che quegli altri esperimenti non sono abbastanza sensibili da rilevare la materia oscura che vede DAMA. Recenti esperimenti sulla materia oscura chiamati COSINE (in Corea del Sud) e ANAIS-112 (in Spagna) utilizzano lo stesso DAMA e non hanno trovato un segnale di materia oscura. Inoltre, un altro team italiano ha trovato un potenziale difetto nel modo in cui il team DAMA analizza i suoi dati che potrebbe inavvertitamente creare un falso segnale.

READ  Salvini sotto processo in Italia per nave migranti 2019

Il capo squadra DAMA ha respinto con rabbia COSINE, ANAIS-112 e le conclusioni delle altre squadre italiane ma la scienza non funziona così. Il metodo scientifico è un robusto processo di correzione degli errori che tiene conto della suscettibilità all’osservazione umana e dei pregiudizi. Alla fine, la realtà torna. Dobbiamo abbandonare un’ipotesi se non può essere dimostrata. Il processo può richiedere molti anni con lividi lungo la strada e la richiesta/contro-rivendicazione nelle riviste, ma alla fine si arriva a una comprensione più onesta di ciò che sta accadendo.

L’editorialista Nick Strobel è direttore del William M. Thomas Planetarium al Bakersfield College e autore del premiato sito web AstronomyNotes.com.