Settembre 26, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

#NextGenATP Q1 Review: Alcaraz, Sinner, Draper Taste Early Season Success | ATP tondo

Per Five Stars #NextGenATP, il primo trimestre della stagione 2022 dell’ATP Tour ha visto le migliori vittorie della carriera, impressionanti titoli Tour e Challenge.

Il diciottenne Carlos Alcaraz ha vinto il suo primo titolo ATP Masters 1000 e ATP 500, mentre Jannik Sinner è passato ai quarti di finale dell’Australian Open e del Miami Open presentato da Itao. Il ceco Jerry Leschka e l’italiano Lorenzo Mussetti hanno lasciato il segno agli ABN AMRO World Tennis Championships di Rotterdam e il britannico Jack Draper ha segnato un assaggio di successo nel tour ATP.

Guarda l’ultima classifica ATP Race To Milan

No. 1 Carlos Alcaraz 1950 punti
Lo spagnolo ha iniziato la stagione 2022 nello stesso modo in cui ha concluso il 2021, vincendo titoli e vincendo le prime 10 vittorie. I Cars hanno coronato un’impressionante campagna nel 2021 vincendo l’Intesa Sanpaolo Next Generation ATP Finals Trophy a Milano e perdendo poco tempo lasciando il segno agli Australian Open nel loro primo torneo dell’anno.

Superando Alejandro Tabello e Dusan Lajovic, il 18enne ha spinto il numero 6 del mondo, Matteo Berrettini, al quinto set tie-break in una partita della stagione. Se il suo tour di Melbourne non ha ricordato a tutti di cosa era capace, la sua esibizione a Rio de Janeiro lo ha sicuramente fatto.

Le vetture hanno abbandonato la coppia di testa di Berrettini e Diego Schwartzman come il più giovane campione dell’ATP 500 da quando la classe è stata inventata nel 2009 in un evento in cui si era assicurato la sua prima vittoria al Tour solo due anni prima.

Dopo aver vinto sulla terra battuta in Brasile, Alcaraz ha raggiunto il suo primo evento ATP Masters 1000 ad Indian Wells pieno di fiducia. Alcaraz ha inviato le migliori 20 stelle Gael Monfils, Roberto Bautista Agut e Cameron Norrie nel deserto della California, diventando il secondo giocatore più giovane a raggiungere le semifinali nella storia del torneo dietro Andre Agassi, 17 anni, nel 1988. Da lì le cose sono migliorate.

Lo spagnolo è diventato il più piccolo Miami Open mai offerto dal campione Itau nella storia, sconfiggendo tre top 10 giocatori – Stefanos Tsitsipas, Hubert Hurkacz e Casper Ruud – in rotta verso il più grande titolo della sua carriera.

READ  Notizie e voci sul trasferimento dell'Africa All-Star: Onyeka della Nigeria è vicino a una mossa del Brentford

“E’ una bella sensazione”, ha detto Alcaraz. “Sono così felice di vincere il titolo qui a Miami con tutti quelli che mi hanno sostenuto”. “Il duro lavoro ha dato i suoi frutti ed è incredibile che ho ottenuto i miei primi 1.000 master”.

Leggi le caratteristiche del 2022 Next Gen ATP Finals Spotlight
Jerry Lechka
Jack Draper
Holger Ron
Shan Junsheng

No. 2 Jannik Sener, 800 punti
Jannik Sinner è volato via dai blocchi all’inizio dell’anno quando ha trovato rapidamente il suo gruppo in Australia. Il ventenne ha collezionato tre vittorie in Coppa ATP, prima di raggiungere per la prima volta i quarti di finale dell’Australian Open.

Nonostante la sua caduta a causa di Stefanos Tsitsipas a Melbourne, Sener ha delineato gli aspetti positivi della sua corsa agli Australian Open e ha rivelato che gli ha fornito più motivazione per andare avanti.

Sener ha detto dopo la sua sconfitta: “Il mio obiettivo è giocare tante partite come questa, partite importanti contro i migliori giocatori del mondo, e poi si vede e poi si migliora. Penso che sia stato bello. Ho giocato partite e ho avuto [a good] competenza. Vediamo l’anno prossimo cosa farò qui”.

L’italiano, che ha trionfato alle Intesa Sanpaolo Next Gen ATP Finals nel 2019, ha continuato a battere l’ex numero uno del mondo Andy Murray a Dubai raggiungendo i quarti di finale prima di passare al quarto round a Indian Wells.

Sinner ha poi collezionato vittorie contro Emil Ruusuvuori, Pablo Carreno Busta e Nick Kyrgios dirigendosi verso i quarti di finale a Miami dove ha concluso un solido primo quarto di stagione nel secondo Masters 1000 di quest’anno.

No. 3 Jack Draper 361 punti
Brett Jack Draper ha rubato la scena a Wimbledon la scorsa stagione quando ha vinto la partita contro Novak Djokovic al Centre Court in una partita del primo turno. Avanzando rapidamente di otto mesi, Draper ha avuto un inizio di stagione stellare, salendo dal numero 265 della classifica ATP al numero 124 il 4 aprile.

Il mancino ha conquistato quattro titoli ATP Challenge Tour quest’anno, diventando il primo giocatore a vincere quattro titoli Challenger nel primo trimestre della stagione.

La forma di inizio stagione di Draper ha alimentato la fiducia, rivelando che deve parte del suo successo al connazionale Andy Murray, Cameron Norrie e Daniel Evans.

READ  Open di Francia: Iga Swiatek avanza agli ottavi per il Roland Garros

“Penso decisamente in termini di livello di tennis, posso battere praticamente chiunque”, ha detto Draper. “Sono fortunato ad allenarmi al National Tennis Center con Murray, Nouri ed Evans quando sono lì. So che quando andrò ai Challengers ci saranno dei grandi giocatori contro cui mi troverò, quindi sono fortunato avere buone pratiche come quella nell’NTC per prepararmi Sono tutti così favorevoli a noi giocatori più giovani. Aiuta il fatto che ci sia un buon ronzio nel tennis britannico in questo momento. “

Il ventenne è stato premiato per i suoi impressionanti risultati nell’ATP Challenge Tour ricevendo una wild card all’Itau’s Miami Open, ottenendo la sua terza vittoria nel tour contro l’ex numero 6 del mondo Gilles Simon.

No. 4 Jerry Leschka 267 punti
Jiri Lehika della Repubblica Ceca si è ritrovato quarto nell’ATP Tour a Milano all’inizio di aprile, dopo aver ottenuto una prestazione superba sia nell’ATP Tour che nell’ATP Tour.

Il 20enne, che punta all’esordio con il Milan a novembre, sogna di raggiungere le semifinali di Rotterdam dove è salito tra i primi 100 della classifica Atp.

Proveniente dalle qualificazioni ATP 500, Lehecka ha sconvolto l’allora numero 12 del mondo Denis Shapovalov prima di battere l’olandese Boptic van de Zandschulp e l’italiano #NextGenATP Lorenzo Mussetti. Ci è voluta una coraggiosa prestazione del greco Tsitsipas per spegnere Lehecka in tre set.

“Certo che sono entusiasta”, ha detto Lehika dopo la sua vittoria su Shapovalov. “E’ stata una bella partita da parte mia. Sapevo che sarebbe stata una partita difficile ovviamente, lui è il numero 12 al mondo. Non è facile contro questo tipo di giocatore”.

Il ceco, che quest’anno ha raggiunto i quarti di finale dell’ATP Challenger Tour, ha un pedigree atletico nella sua famiglia. Suo padre era un nuotatore e sua madre era un’atleta di atletica leggera. Lehecka crede che il background dei suoi genitori sia stato determinante nel suo sviluppo.

“Penso che sia stato molto positivo perché sanno com’è la vita sportiva”, ha detto Lechka. “Conoscono l’ambiente intorno a un atleta. Sanno com’è. La cosa buona è che sanno come funziona il corpo e sanno come aiutarmi in determinate situazioni”.

N. 5 Lorenzo Mossetti 191 punti
Dopo aver esordito con il Milan davanti ai tifosi di casa a novembre, l’italiano #NextGenATP Musetti punterà a tornare sull’Allianz Cloud quest’anno.

READ  Il canadese Shapovalov si è qualificato per il terzo round degli Australian Open vincendo cinque set

Il 20enne sta godendo di progressi costanti nel 2022, raggiungendo i quarti di finale del Tour a Pune e Rotterdam, dove continua a causare problemi ai suoi avversari con il tiro, la versatilità e l’agilità. Mussetti, che è anche passato al secondo round al BNP Paribas Open, ha ottenuto la più grande vittoria della sua stagione all’ATP 500 di Rotterdam, sconfiggendo l’allora numero 11 del mondo Hubert Hurkacz.

“Ho giocato in Australia con un po’ di tensione e ho avuto due partite difficili con due grandi avversari”, ha detto Mussetti dopo la vittoria di Hurkacz. “Dalle sconfitte si ottiene molta esperienza, soprattutto da giovani, quindi per me è davvero utile e ho deciso di giocare indoor su un campo difficile perché probabilmente è la superficie peggiore per me. Non pensavo di essere qui. [in the quarter-finals] Ma mi diverto davvero”.

Con l’avvicinarsi della stagione sulla terra battuta, Musetti sarà fiducioso di poter potenziare la sua offerta con il Milan sulla superficie che preferisce. L’italiano ha raggiunto le semifinali a Lione lo scorso anno, prima di passare al quarto turno al Roland Garros, dove ha sconfitto Djokovic in due set.

Guarda gli altri
Dominic Stryker, Chun Hsien Tseng e Brandon Nakashima siedono rispettivamente sesto, settimo e ottavo nella gara ATP di Milano, dopo il successo all’inizio del 2022. Gli svizzeri Stryker e Tsing di Taipei cinese vincono entrambi i premi ATP, mentre Nakashima guida un rivale Milan 2021 ai quarti di finale del Sydney Tennis Classic a gennaio.

Dane Holger Rune ha gareggiato a Milano lo scorso anno ed è attualmente 15° in gara (83 punti), mentre il 17enne Shang Juncheng (27, 44 punti) è diventato il primo uomo del suo paese a qualificarsi per Indian Wells.

Liste del campionato ATP Challenger 2022 #NextGenATP

giocatore Obbiettivo gara ATP
a Milano
Jack Draper

Forlì 2, Forlì 4, Forlì 5, Saint-Brieuc

Numero 3
Dominic Stryker Cleveland numero 6
Chun Hussein Zeng Bengaluru numero 7
Luca Nardi Forlì 1, Lugano numero 10