Settembre 29, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Negare le minacce alla nostra salute collettiva

Allen Buysschaert

Partecipante a un fondo di investimento sociale e membro del gruppo Friday

I maggiori rischi attuali per la salute pubblica sono legati a una disfunzione del sistema economico che non tiene conto delle “esternalità” negative.

Quasi 8 miliardi di persone affrontano una singola minaccia per più di un anno. Panico globale di fronte a una pandemia globaleOgni governo cerca a tutti i costi una soluzione per proteggere la propria popolazione dai pericoli dell’inquinamento. E anche se sogniamo ingenuamente di trovare un posto dove tutto è ordine, bellezza, lusso, tranquillità e piacere (Baudelaire), è abbastanza chiaro dopo 17 mesi di crisi sanitaria che questo posto rimarrà in un ordine immaginario e forse è sempre stato . Il “pericolo zero” non esiste e non esiste nella realtà, anche se ci sforziamo di avvicinarci all’ansia esistenziale..

Virus ed epidemie hanno sempre permeato la vita, così come altre minacce alla nostra salute, come l’inquinamento urbano.. Ma ciò che è paradossale oggi è far parte di una società al culmine dell’intelligenza, dando l’illusione di poter dominare tutto con nuove tecnologie e dati sempre crescenti, in un’epoca in cui la sopravvivenza dell’umanità non è mai stata minacciata.

società a “rischio zero”

tutta l’estate, Gruppo del venerdì progresso Pensa a una “comunità a rischio zero”. Ovviamente, il tema della paura del rischio era un aspetto centrale di EpidemiaMa approfondisce anche tutti gli aspetti della nostra vita. e Le nostre risposte avranno un ruolo fondamentale nel mondo di domani.

La salute pubblica nella morsa del sistema economico

il Progressi generati dalla Rivoluzione Industriale Ha creato una grande ricchezza, ma ha anche generato una serie di Rischi incontrollabili: Aumento dell’anidride carbonica, e quindi riscaldamento globale, inquinamento di ogni genere, diminuzione della biodiversità o stili di vita sedentari. Tutti questi rischi minacciano l’ambiente e la nostra salute.


Oggi, l’inquinamento atmosferico colpisce già 9 persone su 10 e uccide 8,8 milioni di persone ogni anno, più rispettivamente del tabacco, della malaria e dell’HIV.

Il conto è così alto e la portata delle minacce sistemiche che incombono sui nostri volti è ancora difficile da immaginare. Già oggi inquinamento dell’aria Infetta 9 persone su 10 e uccide 8,8 milioni di persone ogni anno, più del tabacco, della malaria e dell’HIV, rispettivamente, secondo uno studio pubblicato sulla rivista Cardiovascular Research (2020).

Ancora oggi, la maggioranza della popolazione mondiale vive in paesi dove Le conseguenze dell’obesità e del sovrappeso uccidono più della fame. in Belgioe Pazienti cardiovascolariObesità e sovrappeso sono importanti fattori di rischio, È anche la prima causa di morte.

Infine, come mostrato nello studio di luglio 2020 commissionato dalla Commissione nazionale per il clima del Belgio, Il riscaldamento globale, anche lui Influirà sulla nostra salute, tra le altre cose attraverso ondate di calore estremo.

Insomma, i maggiori rischi attuali per la salute pubblica sono associati a una disfunzione del sistema economico che non tiene conto delle “esternalità” negative. Iniziamo a conoscere la canzone e non è allegra. “Nowhere is safe”, recita l’ultima copertina di The Economist, parlando di un mondo a +3 gradi Celsius.

Da cosa ci stiamo proteggendo?

In una società che desidera a tutti i costi proteggersi dal pericolo, dove dominano le nozioni di sicurezza e precauzioni, È interessante vedere la nostra accettazione di molti rischi climatici. Quando si tratta della nostra salute su base individuale, vogliamo ridurre al minimo tutti i rischi, a volte ci rivolgiamo a un consumo medico eccessivo, un’area in cui eccelle il Belgio, per alleviare l’ansia dai nostri confini limitati.

Quando si tratta della nostra salute collettiva, è come se la nostra rete di lettura fosse distortaChe abbiamo preferito vivere in un certo stato di negazione, le minacce che ci attendono collettivamente non si sono ancora scontrate con la nostra coscienza individuale.

Lo shock della realtà come forza trainante per l’azione

Ciò che ci ha fatto reagire al coronavirus in Europa è stato vedere i letti d’ospedale pieni in Italia nel marzo 2020. Tuttavia, il legame tra il nostro sistema economico basato sui combustibili fossili e la nostra salute di solito non è evidente. Ad esempio, l’impatto sulla salute dell’inquinamento atmosferico si diffonde gradualmente nel corso di decenni.


Se ognuno di noi ora viene spinto in un mondo di +3 gradi Celsius, quali azioni intraprenderemo, individualmente e soprattutto collettivamente?

In questo contesto, le spettacolari scene delle inondazioni in Belgio nel mese di luglio sono ovviamente un disastro per le vittime, ma anche un’opportunità per vivere concretamente a casa il risultato del riscaldamento globale. Finalmente Comprendiamo che le previsioni dei rapporti IPCC sono previsioni scientifiche, non fantascienza. Queste realizzazioni hanno il potenziale per fornire lo slancio necessario per affrontare la più grande sfida del nostro secolo.

Quindi oggi, per il bene della tua salute, lascia da parte le medicine per un momento. Invece, chiudi gli occhi e chiediti: Se ognuno di noi ora viene spinto in un mondo di +3 gradi Celsius, quali azioni intraprenderemo, individualmente e soprattutto collettivamente?

di Allen Buysschaert, economista e membro del Friday Group.

READ  Abbiamo restituito 90.000 dosi di vaccino Pfizer in Israele